RICOMINCIA DA OGGI

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: Ca commence aujourd’hui
Paese: Francia
Anno: 1999
Regia: Bertrand Tavernier
Sceneggiatura: Bertand Tavernier, Dominique Sampiero
Interpreti: Philippe Torreton (Daniel), Maria Pittaresi (Valeria) Montaggio: Sophie Brunet

Daniel è direttore di una scuola materna di Hernaing, presso Valenciennes, un paesino al nord della Francia, area depressa a causa della chiusura delle miniere che una volta ne costituivano la principale ricchezza.
Daniel non si limita a dirigere questa scuola che ha già tanti problemi a causa dei pochi fondi a disposizione ma si immedesima nelle situazioni delle povere famiglie che la frequentano: c'è chi resta senza luce e riscaldamento perché non paga le bollette; c’è il ragazzo che viene percosso dal patrigno; c’è chi non ha i soldi per pagare la mensa scolastica.

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Per Daniel gli abitanti del paesino non sono degli "altri": i loro problemi sono i suoi e fa di tutto per risolverli
Pubblico 
Tutti
Giudizio Artistico 
 
Grande abilità narrativa del regista che sa dare lo stesso valore ad una storia sentimentale come ad una pratica burocratica che non si risolve

Daniel se la prende con tutte le strutture sociali pubbliche che dovrebbero risolvere questi problemi: l’assistente sociale, l’unità sanitaria, tutti gli rispondono che hanno poco personale e poche risorse. Lo stesso sindaco socialista che lui va a trovare per ottenerne attenzione sui casi più disperati, non può che riconoscersi legato alle leggi economiche, incapace di dare più di quanto dispone. Daniel, osteggiato dalle autorità che lo emarginano, vorrebbe rinunciare a lottare, soprattutto quando una famiglia di cui si sta prendendo cura si fa vincere dalla disperazione. Ritroverà la forza, con l’aiuto della sua ragazza Valeria e la solidarietà dei genitori dei bambini, di continuare il suo impegno come insegnante e come uomo. La festa finale nella scuola, con la banda, le rappresentazioni dei bambini e l’applauso compiaciuto dei genitori ripagano Daniel della sua dedizione.

Betrand Tavernier esprime in questo film il suo impegno sociale parlandoci di uomini e di donne che non vivono solo dei loro affetti privati, come ci viene descritto nella maggior parte dei film, ma che si realizzano e si esprimono anche nel contesto del proprio lavoro e dei loro impegni civili. La storia d’amore del protagonista con la bella Valeria ed i difficili rapporti che lui ha con il figlio di lei avuto da una relazione precedente, hanno la stessa importanza narrativa di una riunione di insegnanti, di un corso di approfondimento per professori o di una conferenza stampa del sindaco. Il tutto immerso nella prosaica quotidianeità del modulo da compilare che non si trova, degli auguri di compleanno da fare all’insegnante, dei colloqui con i genitori. Tutta questa realtà multiforme portata in primo piano non appiattisce la prospettiva ma al contrario esalta l’eroismo del protagonista.

Autore: Franco Olearo


Share |