SUSANNA!

1938102 minTutti   Amore e Famiglia

David è un tranquillo paleontologo che lavora nel locale Museo di Storia Naturale. Susanna è una scatenata, indipendente ereditiera che finisce per travolgerlo nelle sue insolite iniziative ma i poli opposti finiranno per attrarsi. Una delle migliori commedie sofisticate di Hollywood diretta da Howard Hawks con due protagonisti di eccezionale presenza scenica: Katharine Hepburn e Cary Grant. Su RaiPlay

Il dott David Huxley è un illustre paleontologo che da anni lavora al Museo di Storia Naturale alla ricostruzione dello scheletro fossile di un brontosauro. La fine dell’immane lavoro è vicina: la clavicola intercostale, l’ultimo osso mancante, è stato ritrovato da una recente spedizione nello Utah. David e la sua segretaria Alice sono felicissimi, anche perché questo diventa un bel regalo di nozze per loro due che hanno programmato si sposarsi per il giorno dopo. Ma l’entusiasmo è soprattutto da parte di David: Alice impone che nulla deve interferire con il loro lavoro: né un viaggio di nozze né tantomeno l’avere bambini. Sempre per arrecare beneficio al museo, David deve andare a giocare a golf con l’avvocato della signora Carlton Random, che potrebbe donare un milione di dollari per il completamento della collezione al museo.  La partita viene presto interrotta da Susan, l’esuberante, stravagante, nipote della signora Carlton che per sbaglio sta giocando con la palla di David. Da quel momento David viene “trascinato” in una serie di insolite situazioni (c’è addirittura da recuperare un leopardo) per le quali  Susan, chissà perché, chiede sempre il suo aiuto…

 


Valori Educativi



Un film divertente dove alla fine lui e lei scoprono di amarsi

Pubblico

Tutti

Giudizio Artistico



Howard Hawks realizza una slapstick comedy impeccabile sia nella costruzione dei personaggi primari e secondari che nella perfetta, ininterrotta, concatenazione di eventi comici È inserito fra i cento migliori film statunitensi di tutti i tempi

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Per chi non è avvezzo alla “commedia svitata” (slapstick comedy) lo sviluppo del film potrebbe lasciare perplessi: non c’è una  situazione che si evolve progressivamente ma un susseguirsi ininterrotto di equivoci che si inanellano uno nell’altro , di situazioni comiche e assurde che coinvolgono il leopardo cucciolo di proprietà della zia, un secondo feroce leopardo scappato dallo zoo, un cane, un osso di brontosauro, la ricca zia che finisce in prigione, tutto a causa di Susan, una vera (divertente) calamità  naturale che  riesce a trascinare con sé sempre David, e questo, nel cercare di seguirla,  finisce per avere uno smoking strappato, per colpire per sbaglio con un sasso un signore che si è affacciato alla finestra, per scivolare malamente sopra un’oliva, il tutto nell’affannoso tentativo di arrivare in tempo per la cerimonia del suo matrimonio. Il racconto, anche se divertente, non avrebbe mordente se non ci fossero due protagonisti di eccezionale presenza scenica: Katharine Hepburn è la forza propulsiva del racconto, sempre pronta a nuove avventure, libera (quasi una proto-femminista), di esprimere ciò che desidera (stare vicino a David) e che sconvolge Cary Grant nella sua tranquilla, piccola, visione routinaria della vita.

Ci potremmo domandare: Susanna! è una “semplice”, anche se ben realizzata, costruzione di eventi comici o si parla anche di amore? In effetti i protagonisti parlano poco di amore  ma questo sentimento è ben presente in una delle sue manifestazioni più peculiari. Il cuore di David, quasi assopito e rinchiuso in una vita prevedibile e ordinaria, viene sconvolto dal ciclone Susanna: scopre che è bello ridere di cuore, che la vita con lei è appassionante e imprevedibile, e desidera solo continuare con lei questa affascinante avventura.

Autore: Franco Olearo

Altre Informazioni

Etichetta
Paese  USA
Tipologia
Titolo Originale Bringing Up Baby
Tematiche (generale)
Scrivi per primo un commento a “SUSANNA!”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono ancora commenti