L'AMORE E' BELLO FINCHE' DURA

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: L'AMORE E' BELLO FINCHE' DURA-
Paese: Italia
Anno: 2004
Regia: Carlo Verdone
Sceneggiatura: Carlo Verdone
Durata: 108'
Interpreti: Carlo Verdone (Gilberto), Laura Morante (Tiziana), Stefania Rocca (Carlotta), Rodolfo Corsato (Andrea)

Gilberto e Tiziana sono sposati da vent'anni ed hanno una figlia di 17. Per una leggerezza , Gilberto viene mandato via di casa dalla moglie e trova rifugio dall'amico Andrea, fidanzato con Carlotta. Galeotta fu l'ospitalità che fa cadere Carlotta fra le braccia di Gilberto. Ma intanto Tiziana e Andrea si incontrano occasionalmente all'aeroporto....

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Verdone teorizza l'incapacità cronica di restare fedeli ed propone una forma di relazione "aperta"
Pubblico 
Sconsigliato
Per i disvalori che vengono trasmessi e per una scena di sesso esplicito
Giudizio Artistico 
 
Per i disvalori che vengono trasmessi e per una scena di sesso esplicito

Carlo Verdone proprio come Woody Allen ?.
 Dopo il filone un po'  macchiettistico e goliardico del periodo d'esordio, il nostro regista/attore/sceneggiatore era passato a proporci  un circa trentenne pieno di nevrosi ed incertezze invischiato in  storie d'amore sempre molto complicate (il riferimento tipico  è  Maledetto il giorno che ti ho incontrato del 1992). Negli ultimi tempi, con Ma che colpa abbiamo noi (2002) era ritornato a proporci  film di impostazione corale  sulla scia di quello che resta il suo capolavoro: Compagni di scuola (1988) ed aveva enfatizzato le inclinazioni nevrotiche di  personaggi ormai arrivati  sul crinale della loro vita..
  Con quest'ultimo film Verdone cambia sostanzialmente registro:  si distacca dal tema della della fragilità psicologica per presentarci coppie di mezza età assolutamente normali ma colti da una ineliminable leggerezza dell'essere,  cronicamente incapaci di esser fedeli, facendoci ricordare in modo troppo evidente la tematica preferita ed ormai  ossessivamente noiosa, dei film di Woody Allen.

 Peccato, perché il nostro perde in questo modo  quel poco di originale italianità che finora lo aveva distinto dal collega d'oltreoceano.

Se vogliamo prender per buono quello che ci racconta, è meglio non coltivare troppi hobby: Gilberto, a cui piace passare la  sera a sentire dischi anni '60-'70, si accorge   che sua moglie lo tradisce da tempo; una volta scoperta la tresca, si sente  anche rinfacciare la colpa delle  ore passate con la sua musica. Andrea, a cui piace cucinare e passa ogni sera  un paio d'ore a preparare deliziosi manicaretti per la sua Carlotta, scopre che  l'ospite ha tutto il tempo,  in questi intervalli, di sostituirsi nel cuore di lei.

Basta molto poco per cercare nuovi stimoli, nuovi letti; i protagonisti si interrogano, quasi fosse una gara di maratona: da quanti anni stai con tizio? tre anni? Seguono subito dopo i complimenti per la formidabile "tenuta" . Dei tanti film di Verdone, questo è forse il più "teorico": di fronte a questa incapacità quasi fisiologica di esser fedeli ecco la soluzione:  vivere ciascuno a casa propria, incontrarsi la sera per  cena ,  per espletare i rapporti amorosi di rigore e poi ognuno a casa sua.


La figlia diciassettenne di Gilberto svolge il ruolo di  coscienza critica di questi  "tardoni" in perenne convalescenza amorosa: insegnanti, psicologi stanno  tutti intorno a lei e le chiedono  con la cautela del caso come "si sente", ora che i genitori vivono  separati: lei ribatte che è  piuttosto di loro che bisogna preoccuparsi: sono loro i malati. Possiamo coltivare una lecita  speranza  nelle nuove  generazioni, nella loro voglia di  non ripetere gli errori dei genitori , di costruirsi una famiglia e tenersela?

Il film sembrerebbe escluderlo:  la diciassettenne, arrivata anche lei ad avere il suo primo rapporto con un  compagno di scuola, si sente traghettata  sulla stessa sponda dei grandi e reagisce terrorizzata alla prospettiva di un amore eterno con il suo compagno.

 

Carlo Verdone conferma la sua  capacità di raccontare storie, di grande tessitore di dialoghi e di saper tratteggiare con sensibilità i diversi caratteri dei personaggi. Riesce sempre a  far entrare  gli attori nel suo gioco. La regia li segue discreta, senza rubar loro la scena.

Autore: Franco Olearo


Share |