LA VERITA' E' CHE NON GLI PIACI ABBASTANZA

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: He’s Just not that into You
Paese: USA
Anno: 2009
Regia: Ken Kwapis
Sceneggiatura: Abby Kohn e Marc Silverstein dal libro di Greg Behrendt e Liz Tuccillo
Produzione: Drew Barrymore per Flowers Films
Durata: 120'
Interpreti: Ben Affleck, Jennifer Aniston, Drew Barrymore, Jennifer Connelly, Scarlett Johansson

La romantica Gigi sogna di trovare il grande amore tra gli uomini che frequenta tra bar e appuntamenti al buio, ma è destinata a rimanere frustrata e delusa, finchè il cinico barista Alex non le svela i segreti della mente e del linguaggio maschile. Beth, che convive da sette anni con un uomo che non crede nel matrimonio, decide di lasciarlo per non rinunciare al sogno di sposarsi come le sue sorelle, salvo scoprire che a volte la forma non vale quanto la sostanza; e infine una coppia sposata senza troppa convinzione affronta una crisi dovuta al tradimento di lui e alle ossessioni di lei

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Il film finisce per non essere altro che una desolante rassegna su un campionario umano piuttosto deprimente
Pubblico 
Adolescenti
Linguaggio volgare, scene sensuali con accenni di nudo.
Giudizio Artistico 
 
La mancanza di approfondimento dei personaggi fa sì che la pellicola perda ben presto mordente e interesse

Le pellicole a trama multipla costruite per esplorare da diversi punti di vista un tema o un assunto non sono una novità come non più troppo originale è l’idea di trasporre in storie ed immagini le pagine di saggi o raccolte di articoli come quelli che hanno ispirato questo film, destinati a “svelare” i diversi meccanismi di comunicazione che separano inesorabilmente uomini e donne. Gli uni, almeno a dar retta al film, più o meno tutti un po’ bastardi e vigliacchetti, le altre tendenzialmente abbastanza stupide da farsi prendere in giro a ripetizione.

Come spesso accade in questo genere di pellicole, la prima parte del film, aperta da un antefatto infantile che si vorrebbe illuminante e proseguita in un set up in cui si apparecchiano le diverse vicende e si illustrano le situazioni ricorrenti, con tanto di frasario tipico del mondo dell’american dating (il rituale degli appuntamenti ormai diffuso anche da noi per moda mediatica e (dis)evoluzione dei costumi), riesce a risultare tutto sommato intrigante grazie a un meccanismo di riconoscimento che strappa qualche risata.

Ben presto, tuttavia, la mancanza di approfondimento dei personaggi fa sì che la pellicola perda mordente e interesse. Ci si rende conto, per esempio, che la protagonista è caratterizzata unicamente dal suo spasmodico e fallimentare tentativo di “trovare l’amore” e in quanto tale finisce per essere in realtà molto poco amabile, tanto che il capovolgimento che, molto prevedibilmente, la premia per le sue disordinate fatiche, appare poco credibile.

Lo stesso vale per la descrizione del progressivo fallimento di un matrimonio dalle premesse traballanti, descritto in termini volutamente e unicamente negativi, con un marito solo a parole dubbioso sul cedere alle grazie di una giovane e conturbante insegnante di yoga e una moglie paranoica.

La vicenda che in realtà sarebbe stata più interessante è quella interpretata da Jennifer Aniston e Ben Affleck, una coppia affiatata che “scoppia” quando lei insiste per avere un chiarimento sulle loro “prospettive matrimoniali”.

Purtroppo ad essa è dedicato uno spazio limitato che non consente di approfondire le sfumature psicologiche ed esistenziali di una situazione che presentava interessanti possibilità di racconto.

Così questa commedia dai tempi dilatati (oltre due ore), finisce per non essere altro che una desolante rassegna su un umano piuttosto deprimente, chiuso tra un’istintualità per lo più negativa (maschile) e poco realistiche fantasie (femminili), a cui capita di trovare un compromesso solo per necessità narrativa imposta dagli sceneggiatori (ma senza una reale ragionevolezza e credibilità) e comunque sempre in nome di un concetto dell’amore idealizzato e per nulla concreto, destinato a perpetuarsi in una serie di relazioni senza profondità.

Autore: Franco Olearo


Share |