IL TREDICESIMO APOSTOLO - IL PRESCELTO

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Il tredicesimo apostolo - il prescelto
Paese: ITALIA
Anno: 2012
Regia: Alexis Sweet
Sceneggiatura: Soggetto di serie: Pietro Valsecchi
Produzione: TAODUE
Durata: 50 ' a puntata su Canale 5 dal 4 gennaio 2012 in 12 puntate
Interpreti: Claudio Gioè, Claudia Pandolfi, Stefano Pesce, Luigi Diberti,Yorgo Voyagis

Gabriel Antinori è un sacerdote, professore di teologia all'Angelicum di Roma e fa parte della Congregazione della Verità, un'istituzione ecclesiastica che verifica eventi comunemente definiti come paranormali. Nelle indagini che viene chiamato a svolgere, Gabriel è affiancato dalla psichiatra Claudia Munari e fra i due, dietro una buona intesa professionale, inizia a intravvedersi qualcosa di più intimo...

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
La fiction, dedicata a temi paranormali, si avvale di figure di sacerdoti la cui unica fede è quella in se stessi e di strutture ecclesiastiche li cui compito prevalente è la gestione del potere.
Pubblico 
Adolescenti
Qualche storia più spaventosa delle altre può non essere adatta ai più piccoli
Giudizio Artistico 
 
La fiction si avvale della buona interpretazione di Claudio Gioè e Claudia Pandolfi ma soffre di una forma di horror vacui: i misteri si addensano uno sull'altro a scapito della linearità del racconto

Nel 2011 Hereafter e The tree of life  hanno portato sugli schermi delle serie riflessioni (a volte discutibili) sull’esistenza dell’aldilà; ora all’inizio del 2012,  sembra che anche la televisione, proponendoci due serial dove i protagonisti sono una suora (Che Dio ci aiuti su RaiUno) e un sacerdote (Il tredicesimo apostolo su Canale 5) abbia ritenuto che i tempi sono adatti per proporre a un vasto pubblico tematiche di fede.
In realtà, mentre suor Angela di  Che Dio ci aiuti , totalmente dedita al servizio degli altri, intenta a trovare la giusta ispirazione nella preghiera, ce lo conferma pienamente, non possiamo certo dire la stessa cosa della fiction su Canale 5.

C’è chi ha sostenuto che questa serie vuole affrontare i rapporti fra scienza è fede; in realtà la fede c’entra ben poco. Le varie puntate costituiscono una enciclopedia alquanto esaustiva di vari fenomeni paranormali: si va dalla levitazione, alla emolacria; poi la preveggenza, la reincarnazione, l’ autocombustione,  l’esistenza di revenant (creature ritornanti dopo la morte), la  possessione. Non mancano neanche gli extraterrestri .
L’intera serie è inoltre attraversata da una minaccia  molto simile a quella apparsa in  Angeli e demoni di Dan Brown: una organizzazione segreta vuole tenere in scacco la Chiesa perché dispone di un antivangelo scritto da Giordano Bruno (la cui statua a Campo dei fiori viene ripetutamente ripresa, forse monito perenne per certe forme di intolleranza). Lo stesso Gabriel dispone di capacità particolari, è un eletto (qui siamo dalle parti di Matrix).

In questa struttura alquanto complessa si muovono padre Gabriel,  sacerdote e professore di teologia che cerca, scevro da pregiudizi, di dipanare i misteri che gli vengono sottoposti assieme alla psicologa Claudia Munari che insiste nel cercare una spiegazione di volta in volta psicologica, chimica o fisica di quanto accade. Alla fine di ogni puntata sia la scienza che la presunta “fede” di padre Gabriel risultano costantemente sconfitti: i vari fenomeni paranormali vengono confermati come reali e si svolgono secondo la più colorita letteratura del genere.

La Chiesa (nello specifico si tratta di una sedicente Congregazione della Verità che allude all’ordine dei gesuiti) viene ritratta  secondo i canoni ormai consolidati nei film ispirati ai libri di Dan Brown: possenti auto scure che trasportano i prelati, lotta interna per il potere e applicazione dei paradigmi più conosciuti nei contesti anticlericali: come il cilicio sta all’ Opus Dei, così la delazione (una  maschera deformata della correzione fraterna) sta ai gesuiti. Non manca, in una puntata, il caso di un prete pedofilo.

Padre Gabriel si può qualificare come un sacerdote? Difficile ipotizzarlo.  Non lo si vede certo pregare, né ha bisogno di ispirazione da Dio; è molto libero nei movimenti e può permettersi anche di andare a dormire a casa di Claudia (lo sceneggiato spinge abilmente sull’ambiguità del loro rapporto, a metà fra il professionale e l’innamoramento).

Non manca, nella ottava puntata, un predicozzo sull’interpretazione corretta da dare all’episodio biblico del sacrificio di Isacco: l’obbedienza completa di Abramo ai voleri di Dio non sarebbe segno di vera fede perché in questo modo lui si è sottratto a una scelta personale, l'unica che conti. Se di fede quindi dobbiamo parlare per Gabriel, si tratta di una fede nietzschiana nella volontà personale, prima ancora che nella volontà divina.1.

Occorre riconoscere che c’è dell’alchimia fra i due protagonisti, Interpretati da Claudio Gioè e Claudia Pandolfi, entrambi ben caratterizzati (tormentato e problematico lui, serena ma anche insicura lei) e il “come va a finire fra loro due” risulta essere l’asse portante della serie.

C’è una lunga tradizione, anche di grande successo, di serie televisive basate sul mistero, sull’occulto; potremmo risalire a Twin Peaks-1991 di David Linch, visionario,surreale, inquietante e per restare a casa nostra potremmo  partire da Il segno del comando – 1971 per la regia di Daniele D’Anza, un horror gotico che superò  i 14 milioni di spettatori, ma nel caso de Il tredicesimo apostolo si percepisce una  forma di horror vacui: per esser sicuri di impressionare lo spettatore si affastellano i misteri, le sorprese non risolte e ciò a svantaggio della linearità del racconto e della fedeltà dello spettatore. Dopo un buon esordio di circa 7 milioni di spettatori, l’audience è scesa lentamente ma progressivamente fino ai 4,7 milioni del 25 gennaio. Che Dio ci aiuti , con una struttura più coerente, si mantiene stabile intorno ai 6 milioni di spettatori.

1Per un approfondimento sulle varie interpretazioni date all'episodio del sacrificio di Isacco vorremmo consigliare GIANFRANCO RAVASI - Il libro della Genesi - Città Nuova, p. 120-124

Autore: Franco Olearo


Share |