AMORE & ALTRI RIMEDI

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Love and Other Drugs
Paese: USA
Anno: 2010
Regia: Edward Zwick
Sceneggiatura: Charles Randolph, Edward Zwick
Produzione: BEDFORD FALLS PRODUCTIONS, FOX 2000 PICTURES, NEW REGENCY PICTURES, REGENCY ENTERPRISES, STUBER PRODUCTIONS
Durata: 112
Interpreti: Jake Gyllenhaal, Anne Hathaway, Hank Azaria

Jamie è un giovane che di mestiere fa il rappresentante farmaceutico con spregiudicatezza e intraprendenza ma a tempo pieno si dedica a sedurre ragazze, a volte per suo piacere, a volte per ricavarne un profitto professionale. Maggie è una giovane artista, afflitta precocemente dal morbo di Parkinson. Forse è per questo motivo che accetta con disinvoltura nuove relazioni sessuali: vuole evitare qualsiasi forma di legame duraturo perché sa che il suo stato peggiorerà e non vuole essere di peso a nessuno..

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Alla fine l'amore appare trionfare, ma il contesto in cui si muovono i protgonisti è talmente impregnato di opportimismo e consumismo sessuale che si fa fatica a ipotizzare una loro completa conversione.
Pubblico 
Maggiorenni
Il film entra nell'intimità sessuale dei due protagonisti con continue scene di incontri e nudità prolungate, Festini che si mutano in orge. Dialogo spesso scurrile.
Giudizio Artistico 
 
Buona la sceneggiatura e brava Anne Hathaway (più statico Jake Gyllenhaal). Il film oscilla in modo non sempre convincente fra la satira d'ambiente, il romaticismo della storia d'amore e il patetismo della malattia di lei

La storia sessual-sentimentale raccontata in questo film ha come sottofondo l'ambiente medico e paramedico americano trattato con insolito feroce sarcasmo, probabilmente non a torto. Il fatto più strano è che il film non usa ambientazioni generiche e nomi di comodo di case farmaceutiche, ma dal momento che il baricentro del film ruota intorno all'incredibile successo commerciale del Viagra,  vengono fatti espliciti riferimenti alla società Pfitzer che l'ha introdotto sul mercato nel 1998. Evidentemente si tratta di una nuova forma di realismo promozionale, probabilmente pericoloso, visto che i rappresentanti commerciali della Pfitzer (ma anche delle case avversarie) che compaiono nel  film vendono i loro prodotti usando  le armi della corruzione tramite viaggi-vacanze,  buste piene di soldi oppure organizzando incontri galanti.
Anche le convention dei medici non sembrano immuni da questo difetto: vengono viste come copertura per incontri orizzontali sia prima che dopo cena. Maggie, almeno lei, è animata da buone intenzioni e il viaggio in pullman che periodicamente fa con tanti deliziosi vecchietti con pochi soldi dagli USA in Canada (per acquistare farmaci, visto che oltre confine sono molto più economici) è un'altra frecciata che gli autori lanciano contro lo strapotere e l'esosità delle società farmaceutiche. Paradossalmente, questa rabbia degli autori è la parte più viva del film, perché sinceramente sentita.

Quando il film ci racconta dell'incontro dei due giovani, lui seduttore in carriera, lei cultrice del libero amore, ci troviamo ancora una volta davanti a un'opera comico-pecoreccia secondo uno stile che  ha preso il sopravvento nella commedia brillante americana, un modo di comportarsi e di parlare che sembra ormai diventato l'emblema di una nuova generazione di giovani disinibiti.
E' difficile capire il perché, ma a partire da  Tutti pazzi per Mary (1998) sviluppare  una commedia romantica  vuol dire linguaggio esplicito e caricare le dosi di  ogni forma  di situazioni sessuali, possibilmente le più imbarazzanti. Per citare solo i più recenti, Vi presento i nostri, Molto incinta, Piacere, Sono un po' incinta. Si tratta di film che mancano oltre tutto di originalità visto che le situazioni incresciose che fanno seguito dell'uso del Viagra si ripropongono con fastidiosa monotonia. 

Ci sarebbero tutte le condizioni  per non considerare  questo film ma in realtà  può essere l'occasione di riflettere sulle varie visioni dell' amore che ci vengono proposte nella più recente produzione cinematografica:  fra i lavori più recenti possiamo citare l'americano  (500) giorni insieme (2009)  e Baciami ancora (2009), l'ultimo  film di Muccino sugli italiani eterni adolescenti .

Se il primo mostrava il contrasto fra un ragazzo, Tom,  che si affida a  un sentimentalismo ingenuo, preda di altalene di esaltazione e depressione mente lei, Sole,  più coerentemente, si accontenta di  un semplice carpe diem basato su di un'amicizia sessuata perché non crede nell'amore duraturo, nel film italiano Muccino ci mostra  esseri umani che sono un fascio scomposto di istintività ed emotività che non riescono a  controllare; hanno perso ogni capacità superiore di ragionare, di riflettere, di controllare il proprio futuro e programmarlo.

In amore & altri rimedi i personaggi, ma anche l'intera società in cui si muovono,  hanno declassato l'attività sessuale a una modalità di  relazione sociale nella convinzione che si tratti del   the best game in town.. E' sintomatico del loro atteggiamento  non solo catturare il meglio dalle sensazioni che può offre la vita, ma anche il fuggire da tutto ciò che è doloroso e comporta un impegno di dedizione che possa superare la soglia (bassa) che si sono prefissati. .

Alla fine, in tutti e tre i film qualcosa di positivo avviene, una qualche forma di conversione degli animi  ma gli effetti appaiono limitati e fragili. 

Se i problemi percepiti provengono da una visione personale  anche le rispettive soluzioni si richiudono nel'ambito della sfera individuale.  I tre protagonisti hanno una visione che resta sostanzialmente egocentrica,  incapaci di vedere se stessi e gli altri dall'alto di una prospettiva che li trascende.
I quarantenni del film di Muccino restano incapaci di  riprendere  in mano le redini del loro destino ma la situazione si evolve loro malgrado, quasi  una forma di riscatto della natura: l'istinto della maternità e della paternità li "spinge" ad assumere un atteggiamento più coerente.

Similmente è la stessa natura umana che si riprende i suoi diritti  nei confronti  Jamie e Maggie, svelando l'oro l'illusorietà di una sessualità senza impegni : entrambi finiscono per  riconoscere  che certi atti non possono venir separati da un significato più ampio di intesa e di affetto fra loro.

Non sappiamo se Jamie si sia avviato verso una completa rivisitazione della propria esistenza. Continuerà a muoversi nel mondo professionale accettando favori interessati? Smetterà di frequentare festini-orge? Il film non lo dice. Cambiare atteggiamento  vorrebbe dire aver riflettuto sulla globalità della propria esistenza, aver trovato valori universali che lo spingono a mantenere un comportamento coerente in ogni aspetto del suo vivere. Ma lui parte da una soluzione personale e una soluzione personale ha il respiro corto. 

Autore: Franco Olearo


Share |