BURN AFTER READING A PROVA DI SPIA

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Burn After Reading
Paese: USA
Anno: 2008
Regia: Ethan Coen, Joel Coen
Sceneggiatura: Ethan Coen, Joel Coen
Produzione: Ethan Coen, Joel Coen, Tim Bevan ed Eric Fellner per Working Title Films, Mike Zoss Productions
Durata: 95'
Interpreti: George Clooney, Tild Swinton, Brad Pitt, John Malkovich, Frances McDormand

Osbourne Cox è un analista della CIA che si trova da un giorno all'altro senza lavoro. Decide di scrivere le sue memorie ma distrattamente lascia il CD del suo lavoro nella palestra di fitness che frequenta. Se ne accorgono Linda e Chad che lavorano nella stessa palestra e decidono di ricattare Cox, anche perché Linda ha bisogno di 50.000 dollari per farsi un intervento di chirurgia estetica. Al rifiuto di Cox i due decidono di rivolgersi ai russi...Nel frattempo Harry, un ex poliziotto dipendente del ministero del Tesoro ha una tresca con la moglie di Cox e finisce per scoprire le manovre di Chad...

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
In un mondo senza senso dei fratelli Coen, non c'è alcuna condanna per il consumismo sessuale ed altri vizi dei protagonisti ma questi sono solo un'occasione per costruire situazioni surreali
Pubblico 
Maggiorenni
Bestemmie e dialoghi con frequenti allusioni sessuali
Giudizio Artistico 
 
Ottimo tratteggio sopra le righe dei loro personaggi da parte di George Clooney e Brad Pitt ma la sceneggiatura è molto semplice

In questa storia di quarantenni-cinquantenni (ovviamente senza figli), Linda (Frances McDormand)decide di farsi un trattamento completo di chirurgia estetica ed è disposta a tutto (vuole diventare una "donna nuova") pur di reperire i soldi necessari. Harry (George Clooney)  non si limita ad avere una relazione extraconiugale ma,  affetto da consumismo sessuale acuto, utilizza un sito Internet per cuori solitari per procurarsi  incontri sessuali di una notte; quando poi deve  fare un regalo alla sua mogliettina non trova idea migliore che costruirgli una sedia con incorporato un meccanismo per l'autoeccitazione. Ovviamente anche la moglie, scrittrice di candidi libri per ragazzi, spesso lontana da casa per motivi di lavoro si è organizzata la sua adeguata relazione extraconiugale. Fitness è tutto: Harry (George Clooney) si sente male se non si fa la sua corsetta quotidiana mentre Chad (Brad Pitt), massaggiatore da palestra, invece di camminare corre e non usa mai la macchina ma la bicicletta. Ovviamente i funzionari della CIA sono tutti molto stupidi mentre ogni volta che si cerca di contattare per telefono un'azienda di servizi, il sistema di risposta automatica non ti consente mai di farti parlare con chi vuoi. Completa il quadro un pastore ortodosso che è non stato capace di seguire con coerenza la propria vocazione ed ora è diventato un manager di una palestra di fitness.

Son questi solo alcuni dei risvolti della storia  e delle gag messi in piedi dai fratelli Coen per deridere sia le istituzioni che il comportamento privato degli americani d'oggi.

Si ride spesso ma la storia vira di più sul demenziale surreale che non sulla  satira, che avrebbe almeno  l'intento di sferzare per correggere. Qui invece sembra che il divertimento sia strettamente connesso al nonsense della nostra esistenza;  nessun personaggio riesce ad uscire dalla schiavitù dei mille vizi che ci consente la modernità; tutti sono fragili, paranoici,   irascibili per qualsiasi sciocchezza, rifuggono le persone tristi perché sono incapaci di  consolare gli altri ma desiderano solo venir consolati; tutti sono alla ricerca spasmodica  di "quello che è meglio per me stesso".

L'intreccio è molto semplice, una spy story che sembra quasi buttata giù da liceali impegnati a organizzare una allegra performance scolastica; il film si regge tutto sulla bravura dei protagonisti, che sembrano esser loro i primi a divertirsi.  Clooney è nevrotico e insicuro, carica le sue smorfie di stupore, terrore e perenne sospetto; Brad Pritt, autoironico nel suo improbabile ciuffo con meche bionda, nelle parti di un allenatore sportivo col il cervello lento a girare; Tild Swinton ormai specializzata nelle parti di donna algida e perfettina. L'idea dei protagonisti che si autoeliminano uccidendosi a vicenda non è certo nuova: risale al magnifico La signora omicidi del '55 con Alex Guinness e Katie Johnson, soggetto poi ripreso non a caso dagli stessi fratelli Coen nel 2004 con The ladykiller.

Quando il direttore della CIA viene a sapere che il caso si è finalmente concluso (per l'eliminazione di tutti i protagonisti) commenta: "almeno da questa storia abbiamo imparato qualcosa; ma che cosa?" e chiude il fascicolo del caso. Conclusione degna del vuoto di senso che  caratterizza anche quest'ultima opera dei Coen.

Autore: Franco Olearo


Share |