Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

settimana del 15 luglio 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 07/12/2018 - 18:19

The Big Bang Theory (Stagioni 1-2-3)

E’ giusto parlare di questa fiction TV (è previsto l’arrivo della dodicesima stagione) perché è risultata la più gradita, sia in U.S.A. che in Europa, nella fascia degli young adult (tranne chi si considera un vero nerd e si è sentito preso in giro), anche perché ogni puntata è una risata garantita. Quattro giovani cervelloni di fisica e di astronomia passano i pomeriggi liberi a giocare con i videogame quando la giovane e graziosa nuova vicina di casa crea in loro turbamenti e sensazioni inesplorate. Sarà un’educazione sentimentale molto lunga (qualcosa si aggiusta verso la decima stagione) che farà loro commettere molti errori per ingenuità nei confronti di un “sesso debole” molto più deciso e agguerrito.

Unsane

Un film di Steven Soderbergh va sempre guardato con attenzione, in particolare questo, che ha un insolito primato: esser stato interamente girato con un Iphone 7, che conferisce a una generazione abituata ai selfie, un insolito senso del reale, adatto a creare situazioni di forte tensione. Si tratta di un thriller ben realizzato che lascia un senso di amaro di fronte alla presentazione di un’umanità imprigionata in  caratteri che non possono esser modificati e nei propri difetti, che non possono esser combattuti

ANNOTAZIONE: da tempo prendiamo nota non solo dei film che sono programmati in televisione, ma anche di quelli che arrivano nelle piattaforme come Netfix, Infinity, Amazon Prime Video.

Noi li segnaliamo come Film in TV ma  stabiliamo come data convenzionale, la domenica alle ore 21.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana dell' 8 luglio 2018

Inviato da Franco Olearo il Mer, 07/04/2018 - 19:55

Stronger-Io sono più forte /FilmOro

Hollywood e quindi gli  Stati Uniti, hanno continuamente bisogno di eroi da celebrare: per le guerre in cui si trovano coinvolti, per sentirsi uniti quando bisogna reagire agli attacchi terroristici. Il fim racconta la storia vera di Jeff Bauman, che si trovò privo delle gambe dopo l’attentato terroristico di Boston del 2013 e diventò il simbolo della risposta solidale della città. L’originalità del film sta nello spostare l’interesse dalla celebrazione di un eroe (che non si sentì mai tale) al dramma personale di un uomo semplice che deve di riuscire a trovare un nuovo senso da dare alla vita nella sua nuova condizione.

Thelma

Sono state dette tante cose intorno a questa storia dark ambientata in Norvegia: un ragazza cresciuta con tanti divieti e tanti pregiudizi (i suoi genitori praticano la fede cristiana in modo rigoroso) che deve trovare la piena libertà di dare sfogo ai suoi istinti omosessuali. In realtà l’omosessualità entra nella storia solo di striscio; ci sono poteri paranormali,  l’elogio della scienza ma anche un probabile intervento demoniaco. E’ molta la carne messa sul fuoco: il film genera sensazioni ma non spiega nulla  e alla fine vale sopratutto per le belle immagini di Oslo e della Norvegia.

 

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

..e cercate di aiutarci con un contributo, se potete!

Settimana del primo luglio 2018

Inviato da Franco Olearo il Ven, 06/29/2018 - 07:49

Tuo, Simon

Questo film ha avuto un obiettivo ben preciso: inserire nel ricco filone dei teen movies la tematica omosessuale. Il film dà un messaggio positivo di comprensione e accettazione da parte di genitori, insegnanti e amici nei confronti di un adolescente che ha fatto il coming out. Ma la dottrina gender che sottende la storia è evidente e mentre l’US Bishop Movie Review ha etichettato il film come Morally Offensive, alcuni attori simpatizzanti LGBT hanno offerto in U.S.A. il biglietto gratis a molti giovani perché il film potesse esser visto dal maggior numero di persone. Comportamenti così distanti finiscono per porre in evidenza, ancora una volta, l’urgenza di una pastorale consolidata dall’esperienza  e un messaggio cristiano che consenta una giusta e serena conciliazione fra la premura e il rispetto con cui rivolgersi verso le persone che hanno questa inclinazione e il senso corretto da attribuire alla sessualità umana

The Escape

Una donna di 38 anni con un marito affettuoso e due bambini, casalinga, si sente insoddisfatta e cerca nuovi sbocchi alla sua vita. Un tema interessante, portato avanti con impegno dalla brava Gemma Aterton, che però aggiunge poco valore ai tanti film incentrati su di una crisi coniugale, perché preferisce raccontare uno stato d’animo, più che proporre soluzioni.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

settimana del 24 giugno 2018

Inviato da Franco Olearo il Sab, 06/23/2018 - 07:37

A Quiet Passion

La vita della poetessa americana Emily Dickinson è priva di eventi di rilievo e scarse sono le informazioni che disponiamo su di lei, se non le sue lettere e le sue stesse poesie. Appare quindi notevole il lavoro compiuto dal regista e sceneggiatore Terence Davies che è riuscito a proporci un personaggio intenso e appassionato, basandosi proprio sulle sue poesie, che vengono periodicamente declamate, con una voce di sottofondo, ogni volta che occorre dare significato agli eventi che si sviluppano sullo schermo.

La stanza delle meraviglie

Martin Scorsese aveva già trasposto in pellicola Hugo Cabret, una graphic novel di Brian  Selznick e ora è la volta di un altro importante regista, Todd Haynes, di portare dalla carta allo schermo quest’altro racconto, che conferma alcune linee di fondo dell’autore.  Ancora una volta si tratta di ragazzi dodicenni soli, in cerca di un loro genitore o di un’amicizia. Il regista è bravo nel ricostruire epoche passate ma la nostalgia del tempo che fu, il gusto per il vintage è tipico di un adulto e le tristi vicende di questi ragazzi inducono un patetismo troppo costruito.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 17 giugno 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 06/14/2018 - 10:10

Ogni giorno

Questo teen drama racconta come una ragazza di sedici anni si intrattenga ogni giorno con un ragazzo o una ragazza diversi ma che in realtà si tratta della stessa persona che si incarna, ogni 24 ore, in uno dei suoi compagni/e di scuola. Una what if comedy che dovrebbe spingere la protagonista a scoprire qual è il ragazzo giusto per lei ma si tratta di un esercizio che pecca di eccesso di astrazione. E’ bello innamorarsi prima di tutto della nobiltà d’animo di un ragazzo, ma anche il corpo ha le sue esigenze

La casa di carta- prima stagione  (serial TV su Netflix)

Una banda riesce ad entrare nella Zecca di Stato spagnola, trattenendo all’interno alcuni ostaggi. L’intento è quello di non far male a nessuno e di fuggire dopo aver stampato banconote per milioni di euro.  Questo serial sta riscuotendo un buon successo grazie alla componente thriller che regala a ogni puntata un nuovo colpo di scena e alla buona caratterizzazione dei tanti personaggi presenti.  Si tratta di una fiction che si aggiunge alle tante ormai che sono interessate a raccontare personaggi “cattivi”. E’  vero che scassinano e sequestrano, ma sono molto sensibili agli affetti familiari e sono pronti ad aiutarsi a vicenda.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 10 giugno 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 06/07/2018 - 11:10

La truffa dei Logan

Steven Sodenberg (Oceans's Eleven), dopo una parentesi dedicata alla televisione, ritorna al cinema con il tono ironico e scanzonato di sempre.  Si parla di una rapina compiuta da tre fratelli (più un vero scassinatore), ladri improvvisati per sbarcare il lunario. La rapina è in realtà un pretesto narrativo per consentire a Sodenberg per lanciare un po’ di strali verso l’America delle diseguaglianze ma anche per esprimere solidi affetti familiari

Tredici  (prima stagione)– Fiction TV su Netflix

Non potevamo non recensire questo serial che sta avendo un buon successo soprattutto presso i giovani e che viene utilizzato da Netflix come bandiera della sua programmazione: i luoghi pubblici delle principali città italiane sono tappezzati da cartelloni con i volti dei protagonisti. In effetti i temi più caldi dell’adolescenza ci sono: il bullismo nelle scuole, la depressione di chi si sente trascurata, come la protagonista e pensa al suicidio come una forma di rivalsa. I temi sono importanti ma sono trattati come realtà senza speranza, soprattutto se si considera che si tratta di un lavoro orientato ai giovani (dietro la schermatura del VM14). I giovani accettano passivamente i soprusi o non intervengono per aiutare gli altri; gli adulti (i genitori o gli insegnanti) non riescono a mettersi in contatto con i giovani oppure cercano di sottrarsi alle realtà più spinose.

Lazzaro Felice

Questo film di Alice Rohrwacher (sorella di Alba)  ha vinto a Cannes il premio per la Miglior Sceneggiatura e ne siamo lieti come italiani ma il film è per pochi.  Ci mostra un mondo  sospeso tra realismo e la dimensione della fiaba, le forzature non mancano e certi meccanismi di racconto un po’ troppo prevedibili fanno sentire ancora di più la fatica di oltre due ore di film.

 

Buona lettura dalla Redazione di:

www.familycinematv.it

Settimana del 3 giugno 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 05/31/2018 - 07:52

Solo: A Star War Story - Filmverde

La faccia da schiaffi di Alden Ehrenreich che  riveste i panni di Han Solo, il personaggio interpetatato a suo tempo da Harrison Ford, l’insipida Emilia Clarke, molto presente sugli schermi dopo il successo di Il trono di spade, la regia di Ron Howard, esperto di action movie, non riescono ad evitare una battuta d’arresto nella rivitalizzazione della saga di Star Wars, dopo il migliore Rogue One. Un film comunque adatto a tutti,  orientato ai ragazzi della prima adolescenza

Il Miracolo

In questo serial originale Sky Atlantic  il regista Niccolò Ammanniti cerca di spiazzare lo spettatore ponendolo davanti a un fenomeno inspiegabile, considerato da alcuni un miracolo (una statua della Madonna che piange lacrime di sangue): in questo modo costruisce un atto di accusa verso qualsiasi forma di fede, vista come espressione di superstizione e fanatismo settario

End of Justice – Nessuno è innocente

E’ uscito ora nelle sale questo film che avevamo già recensito che si fa notare per un Interessante confronto etico fra due uomini, uno dotato di buoni principi ma con una volontà senza virtù e l’altro di pochi principi ma con buone (apparentemente) virtù. Il racconto, che ha fatto guadagnare a Denzel Washington una canditatura all’Oscar, risente di un andamento farraginoso e finisce per disperdere l’interessante spunto iniziale.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 27 aprile 2018

Inviato da Franco Olearo il Mer, 05/23/2018 - 21:09

Dogman

Matteo Garrone è stato giustamente premiato per questo film all’ultimo festival di Cannes (premio a Marcello Fonte come miglior attore protagonista) e forse avrebbe meritato anche di più. Ha realizzato un’opera compatta e di grande valore artistico (regia, attori, fotografia) ma il tema trattato è particolarmente cupo ed esprime istinti e forze primordiali che appaiono al limite dell’umano

Deadpool 2

Deadpool è una cellula impazzita della famiglia X-men. Molta action, com’è doveroso in questo genere di film ma anche violenza, volgarità varie e derisione del credo cristiano

Giù le mani dalle nostre figlie

In questa commedia sguaiata si dovrebbe ridere perché tre ragazze hanno deciso di perdere la loro verginità al ballo di fine anno scolastico e (alcuni) genitori cercano di fermarle. Un tema sensibile trattato con senza sensibilità al solo scopo di strappare qualche risata al pubblico.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 20 maggio 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 05/17/2018 - 12:31

La mafia uccide solo d’estate – Capitolo 2

La seconda stagione di questa serie è iniziata su RaiUno con buoni ascolti, anche se con livelli inferiori alla precedente e conferma la validità della formula ideata da Pif: raccontarci, con tono leggero, la vita di una semplice famiglia palermitana che subisce, anche nelle banalità quotidiane, i condizionamenti della mafia ma al contempo presentarci il profilo dei principali eroi e martiri di quella terribile stagione: Piersanti Mattarella, Rocco Chinnici, Cesare Terranova. Peccato che nel raccontare le vicissitudini dei vari componenti della famiglia, in particolare della diciassettenne Angela, gli autori manifestino il loro giudizio sull’aborto che viene visto come un male a volte necessario.  

Loro 1 e 2

E’ arrivata nelle sale anche la seconda parte del film di Paolo Sorrentino. La divisione in due parti è stata un’operazione puramente commerciale, per incrementare gli incassi. Visto nella sua globalità, i film si conferma come altamente discontinuo (personaggi che sembrano importanti scompaiono improvvisamente). Il Berlusconi di Sorrentino non adombra una figura reale ma è una maschera, una perenne messainscena e la cifra farsesca adottata dall’autore, solo in pochi casi risulta ben costruita. Per fortuna nella seconda parte è stato evitato quell’eccesso di nudità e voyerismo che aveva caratterizzato la prima.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 13 maggio 2018

Inviato da Franco Olearo il Gio, 05/10/2018 - 09:36

L’isola dei cani – FilmOro

Questo simpatico film realizzato in stop motion, ambientato in Giappone (ma realizzato in Inghilterra), si è aggiudicato l’Orso d’Argento all’ultimo Festival di Berlino. Attraverso il racconto di cani segregati nell’isola-spazzatura per prevenire i rischi di un’infezione e l’intraprendenza del piccolo Atari che si muove alla ricerca del suo amico a quattro zampe, viene espresso il valore insostituibile dell’incontro con l’altro, con il diverso. Il film, carico di metafore, è adatto sia per i piccoli che  per i grandi.

Misure Straordinarie – FilmOro

Questo film, che verrà trasmesso sabato 19 maggio su RaiUno (ma a notte fonda) è la migliore risposta che si possa dare (assieme a un altro film famoso: l’Olio di Lorenzo) ai recenti casi Alfie e Charlie che sono avvenuti in Inghilterra. Quando dei bambini vengono colpiti da malattie rarissime, non c’è convenienza, per le grandi case farmaceutiche, a investire per trovare il farmaco adatto. In entrambi i film (ricavati da storie vere) è stata l’intraprendenza dei genitori a fare in modo che venissero completate le ricerche per la rara malattia dei loro figli. Nel caso di Alfie e Charlie, non si tratta di misurare con bilancino se ci si è trovati di fronte a un caso di accanimento terapeutico oppure no; di fatto è stata tarpata la speranza non solo ai rispettivi genitori (è stata loro tolta la patria potestà) ma anche ai futuri possibili casi simili, perché non è stato possibile proseguire le ricerche per individuare il giusto rimedio a queste malattie.

Rimetti a noi i nostri debiti

Netflix ha fatto molta pubblicità a questo suo primo film interamente realizzato in Italia. Il regista Antonio Morabito continua il suo impegno nel cinema civile, denunciando certi comportamenti violenti, sia psicologicamente che fisicamente, da parte dalle aziende di recupero crediti. E’ giusto attirare la nostra attenzione su questo problema ma il regista lo fa con troppa rabbia e semplifica il problema, disegnando il cattivo di turno come un ipocrita, che vessa i debitori che vivono in povertà ma poi va a messa e si confessa denunciando peccati banali.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it