Monaco, 5 settembre 1972: otto uomini armati del gruppo palestinese Settembre Nero fanno irruzione nel villaggio olimpico di Monaco e prendono in ostaggio 11 atleti israeliani. Il governo tedesco decide di  impiegare le sue "teste di cuoio" ma all'aeroporto avviene un massacro e tutti gli ostaggi restano uccisi. L'allora ministro israeliano Golda Meir decide per rappresaglia di far bombardare i campi profughi palestinesi e costituire un commando che avrà il compito di rintracciare ed uccidere in Europa alcuni esponenti palestinesi legati al terrorismo. Il film narra la storia di Avner (Eric Bana) e del suo gruppo di 5 "tecnici", che riuscì ad eliminare quasi tutti gli obiettivi assegnati

 Il nuovo film di Radu Mihaileanu (Train de vie, vicenda paradossale e amara di un villaggio ebreo in fuga dalle violenze naziste) è ambientato in Israele, ma di questo paese sceglie di raccontare non le più note vicende di terrorismo, ma una pagina di storia inedita e utile a comprenderne la natura complessa e unica.

Bruno (Jeremie Renier) e Sonia (Deborah Francois) sono giovani (lui ha vent'anni, lei diciotto)  e vivono di espedienti, ai margini della società belga. Si sono amati e ora hanno un bambino. Bruno, che passa la giornata nel cercar di guadagnare qualcosa da qualunque tipo di traffico, prende l'iniziativa di vendere il bambino; tanto poi  se ne potrà rifare sempre un altro....Sonia non resiste al colpo e deve venir ricoverata in  ospedale...

Tod Jackson (Ralph Fiennes) è un diplomatico inglese che durante un attentato a Shangai ha perso la moglie, la figlia piccola e la vista. Cerca di ritrovare l'entusiasmo in una impresa che ritiene importante: creare un Night Club che sia un punto di incontro pacifico per le forze politiche che si scontrano nella città. Sofia è una contessa russa (Natasha Richardson) fuggita dal suo paese assieme a una  numerosa parentela (anch'essa è vedova) e riesce a sostenere tutti grazie al suo lavoro di Call Girl nei locali notturni. Fra i due nasce prima un sodalizio professionale (lui la ingaggia per il suo Club) ma qualcosa fra di loro sta nascendo...

Il piccolo Mario, vittima di maltrattamenti familiari, viene affidato dal tribunale a una coppia non sposata della borghesia intellettuale napoletana. L’inserimento nella nuova famiglia non va come previsto: Giulia ricopre Mario di un amore generoso, ma privo di regole; Sandro non riesce a entrare in rapporto con lui, e finisce per allontanarsi anche da Giulia; Mario si chiude in un mondo inaccessibile, fatto di ricordi, immaginazione e durezze. 

Monaco, 1943. Nel cuore della Germania di Hitler, un gruppo di giovani universitari osa ribellarsi al nazismo, propagandando idee di libertà e tolleranza: è il movimento di resistenza noto come la "Rosa Bianca". Il 18 febbraio 1943, Sophie ed il fratello Hans vengono scoperti mentre distribuiscono volantini all’università: seguono, immediati, l’arresto e l’accusa di tradimento, che coinvolge anche l’amico CristophProbst. Dopo un estenuante interrogatorio con l’ufficiale nazista Mohr, Sophie affronta la condanna a testa alta. Il calvario dei tre studenti dura sei giorni: il tempo sufficiente al regime per processarli, condannarli e giustiziarli.

Il cadavere di Melquiades Estrada, immigrato clandestinamente dal Messico, viene ritrovato nel deserto texano. La polizia locale non intende indagare  e gli riserva una sepoltura frettolosa. Il ranchero Pete, legato a Melquiades da una profonda amicizia, inizia una personale indagine e scopre l’identità dell’assassino, che ha ucciso per errore. Pete aveva promesso all’amico, in caso fosse morto, di seppellirlo nel suo paese natio: così costringe l’assassino a un lungo ed estenuante viaggio, che diventa lentamente una presa di coscienza e un’occasione di cambiamento.

Grace, la protagonista del precedente Dogville, arriva con il padre nei pressi della piantagione di Manderlay e scopre che vi regna ancora la schiavitù che nel resto dell’America è stata abolita da tempo. Decide di restare e, morta l’anziana padrona della tenuta, ne prende il posto tentando di condurre gli schiavi verso una nuova vita di libertà e democrazia. Ma il suo sogno è destinato a scontrarsi con le meschinità di tutti, fino a costringerla ad impiegare la forza per imporre il suo nuovo sistema. Una terribile scoperta, però, farà crollare definitivamente le sue illusioni inducendola ad abbandonare Manderlay e i suoi abitanti al loro destino.

Chris (Brian Cox), un giovane irlandese di semplici origini, è ben accetto nell'alta società londinese:  è un campione di tennis e  con la sua bellezza può frequentare le ragazze che contano. Si è fatto benvolere in particolare nella famiglia  Hewitt, nobili e ricchi e si fidanza con Chloe, la loro figlia (Emily Mortimer). Tutto sta andando per il meglio (ha ottenuto un buon posto nell'azienda del futuro suocero) quando  subisce un'attrazione fatale per Nola (Scarlett Johansson), fidanzata  del fratello di Chloe. Ne nasce una relazione clandestina a seguito della quale Nola resta incinta. Chris si trova a un bivio: dire tutto a Chloe (ormai sua moglie) o trovare un'altra soluzione che metta tutto a tacere....

La piccola Chiyo viene venduta dai genitori, poveri pescatori, ad una Okiya, una casa di geishe. Qui viene a contatto con il mondo misterioso e raffinato di queste donne che fanno di se stesse un’opera d’arte al servizio di uomini d’affari e di potere. Nella sua strada per diventare una di loro Chiyo, ribattezzata Sayuri, incontra l’ostilità della rivale Hatsumomo e l’aiuto dell’esperta Mameha. Ma nel suo cuore c’è posto per un solo uomo, un uomo che non potrà mai essere suo…

La piccola Eliza Naumann ha un talento particolare per le parole. La sua straordinaria abilità nello spelling la porta a competere in gare di sempre più alto livello, guadagnandole l’attenzione del padre, studioso e professore universitario in materie religiose. Ma mentre padre e figlia affrontano con successo competizioni sempre più importanti, il resto della famiglia sta crollando…

In un paese del Golfo Persico Nasir, il figlio maggiore dell’Emiro, concede ai cinesi i diritti di sfruttamento del petrolio fino a quel momento appartenuti agli americani della Connex. La compagnia decide allora di acquisire la più piccola rivale Killin, che ha ottenuto, probabilmente grazie alla corruzione, i diritti di sfruttamento dei giacimenti del Kazakistan. Questa decisione e gli intrighi che ne seguiranno coinvolgono da una parte all’altra del mondo il non più giovane agente CIA Robert Barnes, esperto di Medio Oriente preoccupato della sparizione di un missile forse finito nelle mani di terroristi islamici, l’analista finanziario Bryan Woodman, che vede in Nasir una speranza di riformismo in un intero Paese, ma anche l’avvocato Bennett Holyday, incaricato di mettere sotto il microscopio la fusione Connex/Killin. Ognuno di loro si troverà faccia a faccia con gli intrecci tra politica e affari, mentre i grandi movimenti nutrono le frustrazioni di due giovani pakistani affascinati dalla predicazione di un egiziano che parla di martirio per la fede.

Il film è liberamente ispirato ad una storia vera. Nella Londra del 1937 Lady Henderson (Judi Dench) è una ricca vedova a cui è morto il suo unico  figlio durante la prima guerra mondiale. Invece di rassegnarsi a passare le giornate a ricamare e prendere il tè con le amiche, Lady Henderson si lancia nell'avventura di aprire un teatro a Soho e trova in Vivian Van Damm (Bob Hoskins) un valido direttore. I due, pur tra continui litigi e un certo interesse sentimentale da parte di lei, introduce alcune idee innovative per il teatro dell'epoca : organizzare spettacoli non stop e realizzare sullo sfondo, durante le sequenze di ballo,  tableaux vivant di ragazze nude, assolutamente immobili, per simulare un'opera d'arte (il massimo che poteva venir concesso dalla censura di allora). Nel '39  scoppia la guerra e Lady Henderson non ha nessuna intenzione di chiudere, anzi....
Frankie Dunn, prima pugile e poi allenatore di boxe, gestisce una palestra di pugilato a Los Angeles con Scrap, anche lui ex pugile. Nella sua vita ad un certo punto compare Maggie, una ragazza decisa a salire sul ring. Frankie prima la respinge, poi accetta di allenarla e tra i due nasce un rapporto destinato a rompere la solitudine del vecchio allenatore.

Germania, 1989. Il muro di Berlino sta per crollare ma le truppe americane di stanza a Stoccarda non lo sanno. Non lo sa Ray Elwood che ammazza la noia del servizio militare con piccoli furti dai magazzini militari e raffinando droga da rivendere. Fino al giorno in cui si trova di fronte ad un affare più grosso di  lui: la vendita di armi nel mercato dell'est. Ma c'è un sergente che lo sorveglia...

Le storie di vari personaggi si incrociano in una Los Angeles multirazziale minata da reciproci odi e diffidenze. Un detective di colore indaga su un omicidio tra poliziotti, ma dovrà scendere a compromessi con un procuratore ambizioso che non vuole inimicarsi la popolazione di colore. Un poliziotto razzista, che si prende cura del padre malato, prima molesta una donna di colore scandalizzando il suo collega, poi le salva la vita. Due ragazzi di colore rubano macchine alle persone sbagliate, mentre un immigrato iraniano compra una pistola per difendersi e un povero fabbro ispanico deve sopportare i pregiudizi dei suoi clienti.

C'era grande attesa per il nuovo film di Wong Kar-Wai dopo il successo di In the mood for love (1999), da noi classificato come FilmOro. Il personalissimo stile figurativo del regista è stato pienamente confermato ed anzi si è come dilatato nelle immagini computerizzate di un mondo futuro (il protagonista è uno scrittore che scrive romanzi di fantascienza ed immagina di dover raggiungere con un treno che viaggia nel tempo verso l'anno 2046, quando tutto sarà  immutabile e definitivo).

“Non è dato sapere se il mondo in cui viviamo sia sogno o realtà”. Con queste parole Kim Ki-duk, regista coreano molto amato in Europa, sottolinea l’ultima inquadratura di Ferro 3, premiato a Venezia con il Leone d’argento per la Migliore regia. Dagli studi di pittura, Kim Ki-Duk è passato al cinema, ha girato otto film in undici anni, sorprendendo il pubblico ogni volta con un film diverso e, in particolare con gli ultimi, per raffinatezza e originalità di visione.

Dalla notte di angoscia e preghiera fino a sudare sangue, alla crocifissione sul monte Calvario, il film narra le ultime ore di sofferenza di Gesù di Nazareth che condannato a morte dal sinedrio di Gerusalemme viene giustiziato per mano dei soldati romani che governavano la giudea.

Londra 1950: Vera Drake è una donna semplice, che lavora come domestica di alcune famiglie dell’alta borghesia cittadina. Ha una famiglia normale: un marito, di nome Stan, che lavora come meccanico e due figli ormai grandi, Sid, sarto di professione, ed Ethel, operaia in una fabbrica di lampadine. La vita di Vera è apparentemente molto normale: di nascosto, senza scopo di lucro, aiuta donne giovani e meno giovani nell’interrompere clandestinamente le gravidanze indesiderate. Tra lavoro, famiglia e amici, la vita di Vera scorre normalmente fino a quando la polizia scopre la sua seconda vita in seguito al ricovero di una ragazza, in fin di vita dopo aver abortito di nascosto.

“La leggenda della santa abortista”: questo potrebbe essere il sottotitolo del film vincitore del festival di Venezia 2004, dove però la qualifica di “leggenda” va intesa nel senso deteriore di una storia inventata e poco plausibile. Benché giornali anche autorevoli come un supplemento del Corriere della sera abbiano scambiato la vicenda per una storia vera, si tratta invece di un plot totalmente inventato, dove la messa in scena è però così “realistica” e ben curata nella sua povertà da dare l’impressione di una presa diretta sulla realtà, di una sorta di quasi-documentario. La straordinaria recitazione della pluripremiata Imelda Staunton rende credibile per la gran parte degli spettatori un personaggio che però noi stentiamo fortemente a credere possibile.

Immerse nella luce gialla e sabbiosa di Napoli, le case popolari del quartiere di Secondigliano scorrono in una lunghissima e avvolgente panoramica. Un abbraccio a trecentosessanta gradi che si trasforma lentamente in una stretta mortale. La sequenza è lentissima, inesorabile come un destino già scritto.

Giacomo, attore nel pieno della sua carriera, insoddisfatto perché ambizioso, deve fermare la sua via frenetica per curare una emorragia polmonare. E' l'occasione per rivedere il padre, gli amici della sua terra Pugliese, gli  amori di ieri e di oggi. E' costretto a  subire, inchiodato a letto, i loro affetti e le loro angherie, meditando sugli errori commessi  anche se non ancora su ciò  che dovrà cambiare.

Nell’Inghilterra di inizio Ottocento, sullo sfondo delle guerre napoleoniche, si muove l’ambiziosa Becky Sharp, di umili origini ma decisa a farsi strada nella buona società. Le vicende di Becky si incrociano con quelle del bel giocatore d’azzardo Rawdon Crawley, dell’ingenua Amelia Sedley, innamorata dell’orgoglioso George Osborne, e del misterioso Lord Steyne. Anche con l’aiuto di quest’ultimo, Becky riuscirà nel suo scopo, ma la sua caduta sarà rovinosa quando impetuosa è stata la sua ascesa.

Trasposizione del famoso romanzo di William Makepeace Thackeray del 1848. Si narra di Becky Sharp che orfana di una madre francese cantante d'opra e di un padre pittore , impegna in suo fascino e la sua astuzia per farsi strada nella blasonata  società inglese di inizio ottocento.  Attraversa il suo tempo riuscendo a restare integra, non scendendo mai a compromessi e non appartenendo mai a nessuno se non a sé stessa.

Una meditazione sulla Via Crucis. Ma una meditazione che utilizza splendidamente tutti i mezzi che le più alte professionalità cinematografiche di oggi possono apportare, per attingere un livello di realismo rappresentativo e di intensità emotiva mai raggiunto prima.

Dall'orto degli ulivi alla morte in croce, con un accenno alla Resurrezione. La Passione di Cristo attimo per attimo.

LO SGUARDO DI CRISTO

Dimentichiamo le critiche antisemite, le accuse di violenza e di poca aderenza ai Vangeli.

Non si può infatti guardare La Passione di Gesù Cristo di Mel Gibson e rimanere indifferenti. Non si può guardarla e non viverla.  Lo sguardo di Gesù attraverso ogni minuto del film e finalmente lo spettatore ha di fronte una pellicola capace di trasformare il Vangelo in immagini vere e non edulcorate.

Mona vive con la sua famiglia di tradizione drusa nel paese di Majdal Shams sulle alture del Golan, che sono state sottratte alla Siria dopo la guerra del 1967 per venir annesse allo stato d'Israele. Mona  sta per sposarsi con Tallel, un noto personaggio della televisione siriana. Si avvia con tutta la famiglia, riunita per il grande evento, verso il confine israele-siriano, dove la aspetta il promesso sposo. Sa che quando varcherà il confine non potrà più tornare indietro né rivedere i suoi cari. Ma un imprevisto burocratico rende ancora più complicata una storia già assurda....

Emerso dalle acque tempestose del Mediterraneo, impegnato in un faticoso e drammatico recupero della propria memoria, Jason Bourne, ex agente della Cia ed ex assassino distrutto dai rimorsi e da una memoria frammentata, vive ora con la dolce Marie, la donna incontrata nella prima pellicola tratta dai romanzi di Robert Ludlum, nascosto in una lontana isola in estremo oriente.
Ma il passato non perdona e se Jason continua a lottare con frammenti sconosciuti e angoscianti che emergono senza permetterne una reale comprensione, altrove c’è chi per interesse decide di servirsi della sua identità per compiere una strage.

Nella gloriosa tradizione dei racconti di sport e delle commedie romantiche in salsa british (la regia è di quel Loncraine già autore di una spumeggiante versione di Riccardo III anni ’30) tra un palleggio sull’erba di Wimbledon e una fuga d’amore inseguiti dagli immancabili paparazzi, si consuma la storia di due sportivi agli opposti estremi della carriera.

Circa 3000 anni fa Agamennone , un re greco pieno di mire imperialiste, decide di conquistare Troia con il pretesto di vendicare l'onore di suo fratello fratto becco dal bel Paride. E' costretto a portarsi con se l'altero Achille, terribile guerriero che  si preoccupa solo che qualcuno parli di lui per i prossimi mille anni.  A Troia intanto  Ettore, tutto casa e famiglia, é costretto a scendere in campo per colpa di quello sciupafemmine di suo fratello.

Paul, professore di matematica in attesa di un trapianto di cuore, Christina, ex tossica con una bella famiglia e Jack, ex delinquente convertito alla religione, non si conoscono. Ma quando Jack investe e uccide la famiglia di Christina, e il cuore del marito va a Paul salvandogli la vita, i loro destini devono fare i conti con il peso della colpa, della vendetta e forse del perdono.

Jay Austin è titolare di un salone di vendite usate. E’ molto persuasivo nei confronti dei clienti e riesce a vendere le sue macchine a un prezzo superiore al dovuto. Tutto preso nel suo lavoro e nei suoi conti (ha un grosso prestito bancario che non riesce a restituire) trascura la famiglia e in particolare suo figlio. Ma un giorno…
2003Adolescenti

THIRTEEN

Tracy (Eva Rachel Wood), ha 13anni, brava e sensibile (scrive delle poesie) si accorge di esser fuori del "giro", perché viene  considerata ancora una ragazzina  dai suoi compagni di scuola. Tornata a casa, butta via i calzini corti e raggiunge  Eve (Nikki Reed), la più ammirata dai ragazzi, in uno shopping center per comperare assieme a lei  qualcosa di più "in".

Nella Parigi del ’67, mentre per strada crescono le rivolte giovanili, tre ragazzi si rinchiudono in un appartamento; attraverso il sesso e la cinefilia compiono la loro personale e discutibile rivoluzione.

Julien, taciturno e scontroso orologiaio, ricatta una ricca trafficante di stoffe antiche. La sua esistenza cinica e solitaria, scandita dai lenti battiti degli orologi, è improvvisamente illuminata dall’incontro con Marie, una splendida donna che ha conosciuto un anno addietro. La passione divampata tra Marie e Julien può forse rianimare la casa fatiscente e fredda dell’orologiaio. Però Marie nasconde un inquietante segreto...

2003Adolescenti

IO NON HO PAURA

Nella bellezza assolata della Sicilia il dodicenne Michele scopre il coetaneo Filippo imprigionato in una buca; superando la paura della verità che quella scoperta nasconde troverà il coraggio di aiutare il ragazzo offrendo anche una possibilità di riscatto al padre coinvolto nel rapimento.

1665-Delft-Olanda. La giovanissima Griet,chiamata a servizio presso la casa e la numerosa famiglia del grande pittore olandese Johannes Vermeer,diventa la musa ispiratrice del quadro “La ragazza con l’orecchino di perla”:Un rapporto platonico ed impossibile tra la ragazza di umili origini ma dotata di sensibilità ed il geniale artista

Pare che l'idea di comperare i diritti del bel romanzo omonimo di Dennis Lehane (nella versione italiana il titolo è diventato la morte che non dimentica) fosse venuta a molti altri registi, ma alla fine nessuno aveva osato affrontare sullo schermo un tema così scabroso come quello della violenza  pedofila. Clint Eastwood ha invece raggiunto rapidamente un accordo per i dritti di trasposizione; da sempre Clint è attratto da temi che ripropongono, in un contesto tipicamente americano ( le praterie del far West come ne "Gli spietati" del '92 o l'asfalto metropolitano come in questo caso) i connotati della tragedia greca: la vendetta come unica giustizia riparatrice, l' impossibilità di sfuggire al proprio destino, stabilito da un Fato crudele ed indifferente.

Giovanna e Filippo sono sposati da 9 anni. Sono sereni quando giocano con i due figli piccoli ma tra di loro è venuto meno quel colloquio liberatorio che le coppie ritrovano nell'intimità e che dà loro la forza per trascendere le difficoltà quotidiane (lui svolge lavori saltuari di notte, lei si è adattata fare la contabile presso una fabbrica alimentare).

Prima regola: non organizzare frettolosamente le vacanze: si rischia di affidarsi ad agenzie sconosciute; seconda: non fare una spedizione subacquea con un battello con troppe persone: si può generare confusione e perdere il conto dei passeggeri; terzo: se rischiate di restare abbandonati in mezzo all'oceano, premunitevi di acqua, pistola di segnalazione, magari un cellulare con custodia impermeabile; quarto: molta preghiera

 Il film è basato sulla storia di Aileen Wuornos, una prostituta accusata degli omicidi di sei uomini, condannata a morte e uccisa nel 2002 dopo aver trascorso 12 anni nel braccio della morte. Considerata la prima serial killer donna degli Stati Uniti, Aileen è una donna ferita dalla vita, che pensa di trovare una possibilità di riscatto nell’amore per la giovane Selby, ma finisce per precipitare in un baratro di violenza senza ritorno

2003Lavoro e Societa'

L’EREDITA

Christoffer ha rinunciato ad occuparsi dell'acciaieria di famiglia in Danimarca per andare a vivere in Svezia  con la sua bella moglie Maria, attrice di teatro ed occuparsi di cose più amene come la ristorazione. Il padre muore e la volitiva madre lo convince a tornare per prendere le redini della fabbrica, sull'orlo del fallimento. La moglie è assolutamente contraria ma lo ama e potrebbe accettare qualche accomodamento....

Noi siamo in guerra con i terroristi e in tempo di guerra bisogna fare dei sacrifici”. Così rispondeva il primo ministro inglese Brian Faulkner a quanti esprimevano perplessità sulle leggi d’emergenza varate nell’agosto del 1971 per perseguire i militanti dell’esercito repubblicano irlandese (IRA), leggi che prevedevano la possibilità di incarcerazioni senza processo.

dentrolamerica2
2002Amore e FamigliaFede e Famiglia

IN AMERICA

Johnnye Sarah riescono ad emigrare clandestinamente dall'Irlanda  ed a raggiungere New York  con le due piccole figlie. Sono costretti a vivere in uno squallido quartiere del South Manhattan  e ad accettare lavori di fortuna.  Non è solo la povertà che angustia questa  famiglia molto unita: il ricordo del loro piccolo Frankie, morto accidentalmente , li riempie di angoscia. Ma ora Sarah sta aspettando un altro figlio....

Mohammed, scrittore e docente di inglese palestinese, vive con la moglie e i cinque figli in una casa situata tra un villaggio palestinese e un insediamento israeliano.  A causa della sua posizione strategica, l’abitazione finisce per essere occupata da soldati israeliani, che si insediano al secondo piano. Persuaso della possibilità di una convivenza non violenta, Mohammed rifiuta di abbandonare la sua casa ed esorta la famiglia a unirsi a lui nella pacifica resistenza. Non tutti, però, sono convinti che quella sia la  via giusta...

Showing 865–912 of 1029 results