LE CAMPANE DI SANTA MARIA

1946126 minTutti   , Ispirazione CristianaUomini e Donne di Chiesa

Padre O’Malley (Bing Crosby) va a dirigere una scuola cattolica gestita da un gruppo di suore guidate da suor Benedetta (Ingrid Bergman). I problemi sono tanti, sia per la scuola in sé che per quel che riguarda una alunna difficile ma tutto viene superato con la preghiera e un impegno operoso verso il bene. Su Youtube

Padre O’Malley (Bing Crosby) ha un nuovo incarico: deve occuparsi, come parroco, della St Mary’s School, una scuola cattolica gestita da un gruppo di suore guidate da suor Benedetta (Ingrid Bergman). I problemi di questa gloriosa istituzione sono molti: l’edificio è vetusto, mancano i soldi per una seria ristrutturazione e un imprenditore di nome Horace (Henry Travers) sta completando un palazzo per uffici contiguo e ha avviato le pratiche per impossessarsi anche di quello della scuola, con il pretesto che può venir classificato come inabitabile. Le suore stanno pregando intensamente perché tutto ciò non si verifichi e suor Benedetta prega ancor di più: che il nuovo edificio in costruzione possa venir donato alla scuola. Intanto una madre si confida con padre O’Malley chiedendogli di ammettere alla scuola sua figlia, Patrizia, una tredicenne difficile perché non ha mai conosciuto il padre che l’ha abbandonata quando Patrizia non era ancora nata. O’Malley accetta ma questa ragazza difficile sarà l’occasione di accese divergenze con suor Benedetta, che per motivi di giustizia non vuole promuovere chi non raggiunge la sufficienza…..


Valori Educativi



Tutto concorre al bene in una scuola cattolica, grazie alle tante preghiere delle suore che la gestiscono e all’animo buono di chi pensava solo agli affari e scopre quanto faccia bene al cuore compiere un’opera di bene

Pubblico

Tutti

Giudizio Artistico



Il regista Leo McCarey sfodera anche in questo film il suo stile gradevole, sempre affabile, riuscendo sempre a far decantare i momenti di tensione con sprazzi di ironia e comicità. I personaggi sono tutti ben caratterizzati: in particolare da Ingrid Bergman che riesce a darci proprio quel senso di fede profonda che ci vuole trasmettere il film. In film è tuttora nelle lista dei migliori 50 incassi del cinema americano. Oscar al sonoro nel 1946 e Golden Globe 1946 a Ingrid Bergman

Cast & Crew

Bing Crosby

padre O’Malley

Ingrid Bergman

suor Benedetta

Regia

Sceneggiatura

Dudley Nichols

Sceneggiatura

Our Review

Questo film del 1945 del regista Leo McCarey è  stato realizzato con l’evidente intento di replicare il successo di La mia via (Going my way) dell’anno precedente dove Crosby aveva già interpretato la figura di un sacerdote, vincendo l’Oscar. Questo film del 1945 è genericamente considerato inferiore a quello dell’anno precedente ma è incontestabile che raccolse i maggiori incassi nel 1945 e fu il film di maggiore successo in termini di botteghino per la RKO. Al di là quindi del giudizio artistico considerato, per la maggior parte dei critici non eccezionale, è interessante domandarsi: perché questo film ha avuto tanto successo (e può averlo ancora oggi se filtrato da alcune componenti non più attuali)?

Il film è un continuo susseguirsi di dilemmi etici, risolti alla luce della fede.

Tutte le suore pregano intensamente perché la loro scuola non venga chiusa.  L’imprenditore che ha costruito un nuovo edificio accanto alla scuola, si domanda se non sia più bello compiere il gesto generoso di donarlo alla Santa Maria. Padre O’Malley vorrebbe evitare che Patrizia debba ripetere l’anno perché non resti scoraggiata mentre suor Benedetta ritiene che si tratterebbe di un atto di ingiustizia nei confronti degli altri alunni. Suor Benedetta crede che i suoi superiori l’abbiano trattata ingiustamente e si ferma a lungo a pregare in cappella (una delle scene più intense del film) chiedendo di essere aiutata in quel difficile momento. Come sono stati affrontati e sciolti tutti questi nodi?

Il film è pervaso da un senso provvidenziale, da una speranza che non viene mai meno.   Chi ha fede lo vediamo pregare prega e chi invece ne ha poca, come il sig Horace, è comunque convinto della   gioia piena che scaturisce dal compiere  un gesto generoso. Quando infine ragione e cuore sembrano divergere, come nelle discussioni intorno all’alunna Patrizia,  fra i due protagonisti, è proprio nel loro approfondire il tema, per cercare il bene della ragazza, che riescono a cogliere una verità più profonda che era rimasta finora celata.

Sono due le situazioni che appaiono datate.  Nell’intervallo fra le lezioni, un ragazzo deride e prende a pugni un altro. La reazione di O’Malley è insolita per la sensibilità moderna: commenta che è proprio di un ragazzo che cresce imparare a saper dare dei pugni. Il risultato è che la stessa suor Benedetta dà lezioni di pugilato al ragazzo più debole.

In un diverso contesto, dopo una visita medica, una delle suore risulta malata di TCB: va quindi allontanata dalla scuola e ospitata in un sanatorio.

Il dottore discute con O’Malley sul da farsi, decidono che è meglio non dirle niente per non allarmarla e di mandarla via comunque dal convento con una diversa motivazione.  Un comportamento di questo genere  al giorno d’oggi violerebbe l’impegno  di dire  sempre la verità al paziente e solo ai parenti più stretti per problemi di privacy.

Il regista Leo McCarey sfodera anche in questo film il suo stile gradevole, sempre affabile, riuscendo a far decantare  i momenti più seri con sprazzi di ironia e comicità. Deliziosa la scena dove dei bambini di dieci anni diventano protagonisti in una divertente commemorazione del Natale.  Molto interessante  anche la scena dove una alunna esprime a suor Benedetta il desiderio di prendere il velo. La risposata è al contempo pronta e serena: “non si diventa suore per sfuggire alla vita. Non perché si è perduto qualche cosa ma perché si è trovato qualche cosa”.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati: in particolare Ingrid Bergman  riesce a darci proprio quel senso di fede profonda che ci vuole trasmettere il film. Bing Crosby appare meno appariscente, più orientato a trasmettere il buon senso e la calda umanità di un bravo parroco.

Autore: Franco Olearo

Details of Movie

Etichetta
Paese  USA
Tematiche-dettaglio
Tematiche (generale)
Tipologia
Titolo Originale The Bells of St. Mary's
Be the first to review “LE CAMPANE DI SANTA MARIA”

Your email address will not be published. Required fields are marked *

There are no reviews yet.