ASSASSINIO SUL NILO

2022127 min10+  

Dopo il successo internazionale di Assassinio sull’Orient Express, il regista Kenneth Branagh realizza una nuova pellicola ispirata agli scritti di Agatha Chritstie, Assassinio sul Nilo, ambizioso sequel che oltre ad approfondire la figura di Hercule Poirot, trasporta lo spettatore in un luogo lontano ed esotico: l’Antico Egitto. Su Disney+

Mentre si trova in vacanza in Egitto, Hercule Poirot viene ingaggiato da una ricca ereditiera, Linnet, e da suo marito Simon, entrambi in luna di miele, con lo scopo di proteggerli dalla loro amica Jacqueline, gelosa a tal punto nei confronti della coppia, da ostacolarli in ogni occasione. Quando la felicità degli sposi viene turbata da una serie di delitti, toccherà all’ispettore Poirot risolvere la situazione e smascherare l’omicida.

 


Valori Educativi



L’amore intenso di Poirot verso sua moglie, pienamente ricambiato: “hai idea di cosa significa amare? Quando ami qualcuno ami anche i suoi modi e i suoi cambiamenti nel corso degli anni. Le sue peggiori qualità diventano solo un fastidio. I suoi difetti diventano insignificanti. Tutto questo per dirti che io ti amo”.

Pubblico

10+

Per alcune scene violente e allusioni sessuali

Giudizio Artistico



Branagh riesce ad adattare efficacemente l’opera letteraria di Agatha Christie grazie alla esperienza di artista poliedrico e di gran talento

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Assassinio sul Nilo (Death on the Nile), opera letteraria tra le più importanti di Agatha Christie, è stata accolta, sin dal principio, in modo entusiasta dal pubblico e dalla critica, rendendolo uno degli scritti maggiormente apprezzati dell’autrice britannica.

Come di consueto, quando un’opera letteraria ha successo, le grandi case di produzione scelgono di proporne una trasposizione cinematografica al pubblico internazionale.

La prima importante trasposizione cinematografica dell’opera della Christie è del 1978, pellicola che vanta un cast in cui spiccano Peter Ustinov, Maggie Smith e Bette Davis. Un secondo adattamento viene realizzato per la televisione nel 2004 col titolo Poirot sul Nilo. Entrambe le opere riscuotono un buon successo.

A distanza di ben diciotto anni dall’ultimo adattamento e reduce del successo internazionale di Assassinio sull’Orient Express, che gli è valso diversi elogi da parte della critica, Kenneth Branagh decide di realizzare una nuova trasposizione cinematografica di Assassinio sul Nilo, sviluppando un progetto ambizioso che è in grado di far scoprire allo spettatore chi sia veramente Hercule Poirot.

Rispetto alle  precedenti versioni infatti, Branagh è in grado di mettere ancor più in risalto la figura dell’astuto ispettore, raccontando al pubblico (con una serie di flashback in bianco e nero che ricordano molto la maestria del regista mostrata nel film Belfast) come l’uomo sia diventato colui che è oggi e mettendo in luce determinati eventi che hanno segnato la sua vita ed in particolare la perdita della propria moglie Katherine che Poirot amava con dedizione.

A causa di questo amore perduto, nel corso del film, si potrà assistere a dei meravigliosi monologhi di Poirot, in cui il protagonista mette a nudo il proprio animo svelando così di essere una persona molto sensibile che è rimasta profondamente turbata da quanto accaduto, nonostante siano passati diversi anni da quando la moglie è morta. Non a caso, nel momento in cui Poirot deve proteggere i coniugi Linnet e Simon e comprende che dietro i delitti avvenuti durante la sua permanenza in Egitto ci sia un problema di amore, l’ispettore vuole ad ogni costo risolvere il mistero, cercando così di fare anche pace con i propri fantasmi interiori.

 In queste scene inoltre, si può avvertire certamente l’esperienza teatrale di Kenneth Branagh (interprete di Poirot) in quanto si ha la sensazione di trovarsi di fronte ad una tragedia shakespeariana piuttosto che ad un film di Hollywood.

A Kenneth Branagh va in sostanza riconosciuto di aver realizzato un degno adattamento del romanzo della Christie, che riesce in parte a superare il precedente Assassinio sull’Orient Express, grazie ad una maggiore presenza scenica dei personaggi, a dei dialoghi accurati e alla figura di Hercule Poirot, che Branagh riesce a trasformare in un personaggio intrigante e misterioso, che spinge lo spettatore a guardare il film fino alla fine pur di scoprire di più sul protagonista che sull’indagine che sta eseguendo naturalmente.

In conclusione, Assassinio sul Nilo è un film che riesce ad adattare efficacemente l’opera letteraria di Agatha Christie, e grazie alla presenza di Kenneth Branagh, artista poliedrico e di gran talento, la pellicola assume delle sfumature autoriali degne di nota, pur essendo concepito come un prodotto hollywoodiano.

Autore: Davide Amenta

Altre Informazioni

Etichetta
Paese  USA
Tipologia
Titolo Originale Death on the Nile
Scrivi per primo un commento a “ASSASSINIO SUL NILO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono ancora commenti