TOWER HEIST – COLPO AD ALTO LIVELLO

2011104 min10+  

Josh Kovacs è l’inappuntabile direttore del personale del Tower, un prestigioso grattacielo in cui risiedono i rappresentanti più ricchi della società newyorkese. Nell’attico con piscina vive Arthur Shaw, magnate della finanza, che con Kovacs gioca a scacchi e intrattiene un rapporto di reciproca stima. Ma con la crisi l’impero finanziario di Shaw crolla e il milionario è accusato di frode. Kovacs deve così rivelare ai dipendenti del Tower di aver ingenuamente affidato i fondi pensione di tutti a Shaw che rischia di farla franca, lasciando decine di famiglie sul lastrico. Kovacs decide di farsi giustizia da solo e, insieme a tre colleghi, un broker fallito e un topo d’appartamento prepara l’assalto al Tower per rubare al magnate i soldi che ha illegalmente accumulato e nascosto.

Se la crisi finanziaria rischia di mandare in fumo i soldi per la pensione, bisogna darsi da fare per recuperare il maltolto agli approfittatori. Un semplice divertissement  ben recitato


Valori Educativi



Un divertissement che tocca le corde emozionali della sete di giustizia, conducendo a un finale corale e gratificante

Pubblico

10+

Sporadica presenza di linguaggio allusivo e volgare.

Giudizio Artistico



Il film rimane essenzialmente una commedia, privilegiando ai dettagli action della preparazione della rapina, un accurato set-up dei personaggi e delle dinamiche relazionali.

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Cosa succede quando crolla la fiducia in un sistema economico e nei suoi rappresentanti? Tower Heist raccoglie quest’interrogativo dello spirito dei tempi e, senza alcuna pretesa di indagine sociologica o politica, ne fa un semplice dispositivo narrativo a servizio di un action-comedy che, sulla scia di successi come Ocean’s Eleven, declina in modo originale la formula del colpo grosso.

Rispetto a film dello stesso genere, Tower Heist rimane essenzialmente una commedia, privilegiando ai dettagli action della preparazione della rapina, un accurato set-up dei personaggi e delle dinamiche relazionali.

In particolare è ben costruito il protagonista Kovacs che, anche grazie all’interpretazione magistrale di Ben Stiller, vede un credibile e progressivo ribaltamento dall’iniziale posizione di irreprensibile direttore servilmente cortese a rivoluzionario sfascia-auto e, infine, spericolato Robin Hood.

Il cambiamento di Kovacs è abilmente intrecciato al ribaltamento dei suoi rapporti con Arthur Shaw che depone gradualmente la maschera cordiale del ragazzo di strada arricchito per rivelarsi uno snob senza alcuna umanità.

Kovacs, all’inizio propenso a difendere il milionario dalle accuse, passa dalla stima all’odio percorrendo tutte le possibili sfumature, complice una scrittura accurata che non trascura del resto nemmeno i personaggi secondari. Per quanto il protagonista sia fortemente connotato il film presenta infatti un’ampia dimensione di coralità che dà spazio e vita a personaggi interessanti , dal broker fallito che per nascondere ai suoi bambini la vendita dei mobili finge di giocare al campeggiatore, alla poliziotta che, soffrendo il conflitto interiore tra legge e giustizia, suggerisce a Kovacs l’idea del colpo.

L’azione e la rapina rocambolesca sono solo il coronamento di un film la cui forza sta, oltreché nel sorprendente cast, sicuramente anche nei dialoghi e nella costruzione, asciutta ed efficace, dei personaggi.

Certo Tower Heist sceglie una via semplice, veicolando i classici valori del gioco di squadra e della solidarietà di classe e facendo appello alla volontà di rivalsa.

Il film potrebbe essere in questo senso accusato di faciloneria circa il tema più delicato di questi ultimi anni, poiché giocando su un diffuso istinto di vendetta e mettendo in scena il conflitto schematico tra poveri-buoni e ricchi-cattivi, riduce il malessere economico a mero intrattenimento. Non ci si aspetti quindi alcuno spunto di analisi o riflessione, semplicemente un divertissement che tocca le corde emozionali della sete di giustizia, conducendo a un finale corale e gratificante. Niente di più che una favola hollywoodiana ai tempi della crisi, non diversa da molte altre ma ben scritta e ottimamente interpretata. 

Autore: Eleonora Recalcati

Altre Informazioni

Titolo Originale Tower Heist
Paese USA
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “TOWER HEIST – COLPO AD ALTO LIVELLO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono ancora commenti

towerheistposter