Seabiscuit Un mito senza tempo

2003141'10+

“Non prendi una vita in blocco e la butti solo perché ha un difettuccio” è il leitmotiv di Seabiscuit, Un mito senza tempo, il film tratto da una storia vera raccontata dall’omonimo romanzo di Laura Hillenbrand.  Tre vite diverse, tre uomini diversi si incontrano e si scelgono.

Valori Educativi



Pubblico

10+

Giudizio Artistico



Alcune carenze nella sceneggiatura per un film forse troppo lungo

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Charles Howard, ricco proprietario di una catena di automobili, Tom Smith, un vecchio cowboy con la passione di cavalli e Johnny Red Pollard, un fantino provato dalla vita. Charles Howard, divorziato dalla moglie dopo la morte prematura del figlio, si è appena sposato con Marcela; Tom Smith vive da solo e non ha amicizie; Johnny Red, affidato da bambino ad una famiglia benestante, è un uomo che non riesce a impegnarsi in un lavoro fisso.  La passione per i cavalli e per le scommesse sta spopolando in America e Charles punta tutto su questo. Punta su un cavallo indomito e imperfetto (Seabiscuit), ma potente. Punta su un fantino con un occhio cieco e con nessuna vittoria alle spalle. E li trasforma in vincitori. La bellezza di questa pellicola non è solo nella forza che trasmette, ma è soprattutto nella positività che deriva dalla veridicità della storia. Charles, il magnate delle automobili, non è un uomo avido in cerca di potere: si fida degli uomini che ha scelto e non cerca di imporre il proprio criterio. È un temerario che si spinge a sfidare uno dei più forti cavalli presenti sul mercato. Il divorzio dalla moglie è frutto di un dolore, ma è anche causa della sua incapacità di parlare e dell’incapacità della moglie di perdonare. Tom, a sua volta, sembra essere un personaggio non troppo ancorato alla realtà (ad esempio non ha una casa fissa e si fa carico di un cavallo malato e cerca di guarirlo con erbe); Seabiscuit diventa l’opportunità per uscire dal suo mondo e aprirsi a nuove amicizie; Red invece vive confezionando sconfitte e non riesce ad ottenere stima dai datori di lavoro. Il suo cambiamento avviene quando Charles e Tom gli danno fiducia e gli consegnano Seabiscuit.

Seabiscuit, Un mito senza tempo è la storia di un cavallo e di tre uomini che non si bloccano davanti alle difficoltà vere e agli errori. I difetti fisici non solo sempre un limite insuperabile: quando Red subisce un danno irreparabile al ginocchio non si dà per vinto e cerca di guarire. Seabiscuit non è un vero cavallo da corsa: è basso e ha le gambe non perfette. Quando anche Seabiscuit si ammala, Charles non lo cambia con un altro cavallo. La forza, l’ambizione dei tre protagonisti dimostrano che il talento non dipende solo dalla ricchezza o dalla copertura politica. Anche in un mondo come quello delle gare ippiche Seabiscuit riesce a capovolgere l’idea che solo i soldi creano potere e danno speranza e futuro. Non a caso il regista Gary Ross ha sviluppato la storia di Seabiscuit indugiando non solo nel raccontare l’America post-Grande depressione, ma anche nel mostrare come la paura della povertà e del fallimento economico sia lo sfondo della passione americana per le gare ippiche. Forse il limite di questo film è negli sprazzi di retorica di alcuni dialoghi e nel montaggio degli eventi: la pellicola, raccontando troppi particolari del passato dei protagonisti, rischia di far disperdere l’attenzione del pubblico.

Autore: Emanuela Genovese

Altre Informazioni

Titolo Originale Seabiscuit Un mito senza tempo
Paese USA
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “Seabiscuit Un mito senza tempo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti

SEABISCUITPOSTER