MISSION IMPOSSIBLE: ROGUE NATION

2015130 min10+  

Dopo essere riuscito a sventare il furto di un pericoloso materiale tossico, Ethan Hunt ha la conferma dell'esistenza di una pericolosa organizzazione spionistica criminale chiamata Sindacato che intende destabilizzare l'ordine mondiale con attacchi terroristici. Nel frattempo, però, l'MIF viene smantellato e Hunt e i suoi devono decidere se continuare a lavorare in proprio contro un nemico potentissimo... a complicare le cose la presenza di Ilsa Faust, un'agente britannica infiltrata nel Sindacato che stringe con Hunt un rapporto dai risvolti imprevedibili…

Mission Impossible arriva alla sua quinta edizione e ancora una volta un ancora atletico Tom Cruise riesce a garantirne il successo, coadiuvato da ottimi comprimari


Valori Educativi



Film di puro intrattenimento con qualche accenno alla tema della giustificazione della violenza per giusti fini

Pubblico

10+

Scene di tensione e violenza nei limiti del genere.

Giudizio Artistico



Un dinamico Tom Cruise, con ottimi comprimari, garantisce ancora una volta il successo di questa particolarmente atletica versione del genere spionistico

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Sono quasi vent'anni che il cinema si è appropriato del MIF, la squadra delle missioni impossibili ed estreme che la televisione aveva lanciato qualche decade prima e che un motivetto irresistibile e la tag line memorabile "questo messaggio si autodistruggerà…" hanno reso familiare anche a noi affezionati al genere. Dopo cinque lungometraggi bisogna ammettere che la persistente fortuna di questa particolare e atletica versione del genere spionistico si deve soprattutto al carisma e all'energia che il suo protagonista Tom Cruise profonde in tutte le pellicole. Suoi sono gli stunt della scena di apertura dove decolla aggrappato al portellone di un aereo e sue anche le corse in moto e le mille scene d'azione che costellano come al solito la pellicola, da una pericolosa missione in apnea, alle più comuni scazzottate e sparatorie.

La trama è brillante senza essere particolarmente originale: sono più le volte che abbiamo visto l'MIF rischiare più o meno seriamente lo smantellamento che quelle in cui i nostri hanno agito da "normale" protocollo e forse in un mondo che sospetta l'istituzione in quanto tale questo è il destino di ogni eroe che si rispetti (è capitato pure a Captain America…). Questo comunque non impedisce di godersi una storia che fa delle situazioni più improbabili una perenne fonte di autoironia, anche grazie all'ottima alchimia tra il protagonista  e i comprimari, in questo caso soprattutto Simon Pegg, nei panni del fedele Benji Dunn, che mette l'amicizia per Ethan anche al di sopra della fedeltà alla nazione.

A dare una marcia in più al film è però soprattutto la nuova entrata femminile, Rebecca Ferguson, nei panni della britannica Ilsa Faust, un concentrato di azione, intelligenza e citazioni assortite (non bastasse il nome e l'ambientazione marocchina della sequenza centrale, ci pensano le inquadrature iniziali a giocare sulla sua somiglianza con la Bergman di Casablanca, mentre la mossa con cui stende spesso gli avversari è debitrice a quella della Bond girl Xenia Onatopp di Goldeneye) capace di tenere testa e affascinare l'adrenalinico Hunt.

Per funzionare, non si richiede a un film d'azione di indagare chissà quali dilemmi morali, ma è comunque inevitabile che anche questi blockbuster  vivano dello spirito della loro epoca, e allora qui, a parte i soliti Mcguffin (qui una chiavetta che dovrebbe contenere i dati necessari a smascherare il Sindacato ma che ovviamente nasconde tutt'altro), la sceneggiatura di MacQuarrie ricama abilmente sul contemporaneo clima di sfiducia verso le agenzie segrete e la loro onnipresenza occhiuta, sulla mancanza di scrupoli tra alleati di facciata e sull'amoralità della realpolitik senza mai, diciamolo, rischiar di andare tanto in profondità da perdere la sua essenziale leggerezza.

Se la Mission Impossible Force riuscirà mantenere ancora questo delicato equilibrio e Tom Cruise i  suoi muscoli, le previsioni di rinascita della squadra (con o senza la bella misteriosa di turno, che ad ogni buon conto ha detto solo un arrivederci) sono di sicuro positive.

Autore: Laura Cotta Ramosino

Altre Informazioni

Titolo Originale Mission Impossible: Rogue Nation
Paese USA
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “MISSION IMPOSSIBLE: ROGUE NATION”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti

missionimpossiblerogueposter