LA TERZA STELLA

98'Tutti  

In un paesino della provincia italiana Ale, proprietario e gestore di un albergo e Franz, il cognato, sono impegnati nelle prove della partita a scacchi viventi, che è l’avvenimento clou della vita del borgo. Ale è impegnato a far conquistare all’albergo la “terza stella” e Franz, che di mestiere fa le pulizie nel carcere del Paese, con una scusa si installa nell’albergo per dare una mano. In albergo compaiono alcuni loschi figuri e la situazione si complica assai… fino al felice scioglimento finale.

Valori Educativi



Comicità non volgare. tenero rapporto marito-moglie di Ale e delicata storia d’amore per Franz

Pubblico

Tutti

Giudizio Artistico



Storia non originale con comicità di "testa" ma bravi gli attori e ben riuscita l'ambientazione Storia non originale con comicità di "testa" ma bravi gli attori e ben riuscita l'ambientazione

Cast & Crew

La Nostra Recensione

I due noti comici milanesi, giunti al successo, dopo anni di cabaret, grazie alle loro apparizioni nella trasmissione televisiva Zelig, si cimentano qui con il loro primo film, una garbata commedia che ha avuto un discreto riscontro al botteghino, rispetto a tanti altri film di comici televisivi (con la sola, notevole eccezione, di Aldo, Giovanni e Giacomo) che cadono facilmente nell’indifferenza. Per consolidare la sceneggiatura, gli autori hanno chiesto la collaborazione di Stefano Sudrié, un noto sceneggiatore televisivo. Il film non ha convinto la critica: certo, la vicenda non brilla per originalità, alcune svolte sono prevedibili, e come al solito, il fermarsi nei duetti comici rischia di rallentare molto l’azione, togliendo mordente a tutta la storia. Una cosa è intrattenere (ma di una comicità tendenzialmente “di testa” e in certo modo “fredda”) in televisione, e un’altra appassionare a vicende di personaggi che devono apparire reali…

            Eppure il film ha dalla sua alcuni aspetti positivi. L’ambientazione nel borgo di provincia è piacevole e curata, l’insieme dei caratteristi è simpatico, quattro belle canzoni cantate da Mina arricchiscono la colonna sonora. In più è da apprezzare, con l’aria che tira, il fatto che la comicità di Ale e Franz –e quindi tutto il film- non sia mai neanche lontanamente volgare. Non ci sono neppure gli ormai “inevitabili” tradimenti coniugali o cose analoghe: anzi, il rapporto fra Ale e la moglie in dolce attesa è molto tenero, e anche Franz si apre a una storia d’amore dai toni delicati. Forse questi sono motivi che –nonostante una certa fragilità del tutto- hanno fatto una “differenza” positiva per il film.

Insomma, si tratta di un film leggero e semplice, che potrà divertire se non ci si attende un capolavoro o una storia travolgente, ma può aiutare a passare in modo distensivo una serata.

Armando Fumagalli

Autore: Armando Fumagalli

Altre Informazioni

Titolo Originale LA TERZA STELLA
Paese Italia
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “LA TERZA STELLA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti

terzastellaposter