THE BATMAN

Matt Reeves, regista di The Batman, propone agli spettatori la visione di una Gotham City oscura e malvagia, in cui l’Uomo Pipistrello si muove a suo agio sgominando i criminali e affrontando una nuova grande impresa: sconfiggere l’Enigmista.

Un killer che si fa chiamare l’Enigmista inizia a uccidere le principali cariche politiche di Gotham City, la città di Batman, quest’ultimo decide di sfruttare tutte le proprie abilità per scoprire chi sia il folle assassino seriale che semina il panico tra la popolazione, tentando in questo modo di porre fine all’ondata di violenza e degrado che affligge la città.


Valori Educativi



In un cotesto cupo e violento, la lotta di Batman contro il male non è un’azione fine a sé stessa anzi, risulta essere lo sforzo necessario per il raggiungimento della pace e ciò dona costante speranza ai protagonisti

Pubblico

14+

Per la violenza grafica e alcune scene disturbanti

Giudizio Artistico



Un forte messaggio di speranza, la tagliente musica di Michael Giacchino, la fluida regia di Matt Reeves, oltre che la ben riuscita interpretazione di Robert Pattinson nei panni di un Batman tormentato e riflessivo, rendono quest’ultimo cinecomic targato DC un prodotto degno di nota, in grado di proporre in modo avvincente una nuova visione dell’universo dell’Uomo Pipistrello.

Cast & Crew

La Nostra Recensione

L’industria hollywoodiana si è spesso occupata di realizzare diverse trasposizioni cinematografiche relative all’Uomo-Pipistrello; tra gli esempi più importanti, sicuramente, possiamo ricordare i due Batman diretti da Tim Burton e la trilogia del Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan.

Nel 2022, una nuova pellicola dedicata a Batman si presenta al pubblico internazionale.

Il film, diretto da Matt Reeves, si discosta nettamente dai predecessori, abbandonando lo stile pop di Tim Burton e scegliendo di allontanarsi anche dalla giustizia incarnata dal protagonista dei film di Nolan.

Il cambiamento più incisivo è certamente costituito dalla raffigurazione del protagonista.

Bruce Wayne non è più quel magnate affascinante rappresentato da Nolan, ma è un giustiziere spietato che preferisce trascorrere le proprie giornate rinchiuso nella propria magione, scegliendo di osservare il mondo esterno soltanto la notte, nei panni di Batman. Vestire i panni del cavaliere oscuro infatti, sembra l’unico modo per il giovane Wayne di combattere la corruzione e la decadenza che affliggono la sua città natale.

Il tormentato eroe, inoltre, possiede una personalità molto complessa; Batman infatti, oltre a combattere fisicamente contro i criminali, “combatte” una guerra contro sé stesso, affrontando i propri demoni interiori e cercando di scoprire la verità sulla scomparsa della propria famiglia, interrogandosi inoltre più volte sul senso della propria missione e sul prezzo da pagare affinché il bene possa trionfare su tutto e tutti.

Il nostro eroe però non è da solo nella sua lotta al crimine. Oltre a contare sul fido maggiordomo Alfred, possiede l’appoggio di Selina Kyle, ovvero, Catwoman. Quest’ultima è una donna molto determinata che vuole aiutare Batman nella sua lotta contro il male. Facendo gioco di squadra, potrebbero salvare insieme la città e sconfiggere del tutto l’Enigmista.

A dei personaggi che si atteggiano a creature della notte, si contrappone un’ambientazione dai toni fortemente oscuri, con lo scopo di immergere lo spettatore in un’atmosfera dark che trasmette tensione e insicurezza; in questo modo il pubblico comprende che è soltanto Batman (con i suoi alleati) che può muoversi nel buio e sconfiggere il nemico. Tuttavia, nonostante l’oscurità aleggi costantemente sulla città di Gotham, il film mette in evidenza che la lotta di Batman contro il male non è un’azione fine a sé stessa anzi, risulta essere lo sforzo necessario per il raggiungimento della pace e ciò dona costante speranza ai protagonisti (e agli spettatori), dimostrando che un giorno una nuova alba giungerà per la città di Gotham e che tutti potranno risorgere dal male che ha così tanto oppresso ciascun individuo.

Un forte messaggio di speranza, la tagliente musica di Michael Giacchino, la fluida regia di Matt Reeves, oltre che la ben riuscita interpretazione di Robert Pattinson nei panni di un Batman tormentato e riflessivo, rendono quest’ultimo cinecomic targato DC un prodotto degno di nota, in grado di proporre in modo avvincente una nuova visione dell’universo dell’Uomo Pipistrello.

Autore: Davide Amenta

Altre Informazioni

Paese  USA
Tipologia
Aggiungi il tuo Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenti degli Utenti

  1. Francesco Terzini

    Leggo molto spesso le tue recensioni Davide e si vede ad occhio la tua bravura e la tua capacità di scrittura, ma devo dire che qui ti sei superato. La recensione risulta fluida al 100%, affronta in maniera accurata le varie sfaccettature del film di Matt Reeves e mostra anche le varie chiavi di lettura circa questo nuovo capitolo a riguardo dell’Uomo-Pipistrello. Passando al film in sé, sarò abbastanza di parte, perché ho apprezzato tantissimo questa pellicola e le sue atmosfere addirittura più dark dell’ultima trasposizione Nolaniana. Pattinson ne esce benissimo, perché, a detta di molti, dall’uscita delle prime immagini e trailer, non era adatto a questo ruolo ed invece devo dire che mi ha sorpreso nel modo di interpretare un personaggio ingombrante come può essere Batman. Risulta, infatti, molto più Batman che Bruce Wayne, molto più un vendicatore, se non nelle scene finali, che un riccone di Gotham. Reeves riprende bene alcuni dei tratti distintivi del Batman fumettistico e lo fa bene; anche il villain è super azzeccato (anzi dovremmo dire i villain). Attendiamo, quindi, il secondo capitolo di questa nuova saga targata Warner Bros su Batman, che, già dai primi spoiler, dovrebbe essere di impatto come il primo e ce lo auguriamo.

    10,0 rating

    Leggo molto spesso le tue recensioni Davide e si vede ad occhio la tua bravura e la tua capacità di scrittura, ma devo dire che qui ti sei superato. La recensione risulta fluida al 100%, affronta in maniera accurata le varie sfaccettature del film di Matt Reeves e mostra anche le varie chiavi di lettura circa questo nuovo capitolo a riguardo dell’Uomo-Pipistrello. Passando al film in sé, sarò abbastanza di parte, perché ho apprezzato tantissimo questa pellicola e le sue atmosfere addirittura più dark dell’ultima trasposizione Nolaniana. Pattinson ne esce benissimo, perché, a detta di molti, dall’uscita delle prime immagini e trailer, non era adatto a questo ruolo ed invece devo dire che mi ha sorpreso nel modo di interpretare un personaggio ingombrante come può essere Batman. Risulta, infatti, molto più Batman che Bruce Wayne, molto più un vendicatore, se non nelle scene finali, che un riccone di Gotham. Reeves riprende bene alcuni dei tratti distintivi del Batman fumettistico e lo fa bene; anche il villain è super azzeccato (anzi dovremmo dire i villain). Attendiamo, quindi, il secondo capitolo di questa nuova saga targata Warner Bros su Batman, che, già dai primi spoiler, dovrebbe essere di impatto come il primo e ce lo auguriamo.