PONYO SULLA SCOGLIERA

2008101'Tutti  

Ponyo è una pesciolina molto speciale, nata dagli esperimenti, di un mago che vive nel profondo dell’oceano. Quando un giorno finisce imprigionata in una boccia di vetro sulla spiaggia, è il piccolo Sosuke a liberarla e a prendersi cura di lei. Poi, però, Ponyo è costretta a tornare nell’oceano, ma desidera a tal punto tornare dal suo amico che fugge e, grazie ai suoi poteri, si trasforma in bambina.
La sua fuga scatena la furia dell’oceano e solo l’intervento della mamma di Ponyo, una divinità marina, riuscirà a placare la violenza degli elementi. Ma a questo punto Ponyo dovrà decidere in che mondo intende vivere.

Valori Educativi



L’autore ci dice chiaramente che l’amicizia è anche e soprattutto un “prendersi cura dell’altro” impegnativo ed esigente

Pubblico

Tutti

Giudizio Artistico



Hayao Miyazaki è autore di pellicole capaci di unire originali spunti fantastici ad un notevole approfondimento psicologico dei personaggi e dei loro dilemmi.

Cast & Crew

Produzione

GNDHDDT

Produzione

Sceneggiatura

Hayao Miyazaki

Sceneggiatura

La Nostra Recensione

Conosciuto dal pubblico italiano grazie alle serie televisive Heidi e Conan, il ragazzo del futuro, ma da tempo passato al rango d’autore grazie alla partecipazione a numerosi Festival internazionali, Hayao Miyazaki è autore di pellicole capaci di unire originali spunti fantastici (a cui dà corpo attraverso i suoi disegni) ad un notevole approfondimento psicologico dei personaggi e dei loro dilemmi.

È quanto accadeva per esempio con la parabola de La città incantata ed è quanto accade, con miracolosa semplicità, in quest’ultimo lavoro che è stato una vera boccata d’ossigeno nel panorama troppo spesso desolante dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

Pur rappresentando senza dubbio una rilettura della fiaba de la sirenetta, Ponyo trova la sua ragion d’essere più profonda nella scelta del punto di vista adottato e rispettato fedelmente; si tratta di quello, spontaneo, ma sincero ed esigente, di due bambini di 4/5 anni, per i quali l’amicizia acquista un valore fondamentale.

Le dinamiche che Miyazaki mette in scena sono estremamente credibili e realistiche (sia per quanto riguarda le amicizie infantili che i legami familiari non sempre idilliaci, ma comunque profondi) e allo stesso tempo messe in scena con uno sguardo poetico che riesce a intrecciare la concretezza del mondo reale (come il difficile lavoro sulle navi in mare aperto del padre di Sosuke) e la dimensione fantastica del regno marino da cui proviene Ponyo.

Allo stesso tempo l’avventura dei due giovanissimi protagonisti non è raccontata con serietà, senza accontentarsi di osservare da lontano e con una certa indulgenza la nascita dell’amicizia  tra Sosuke e Ponyo.

Miyazaki, invece, pur non perdendo mai il senso della meraviglia (bellissima l’invenzione per cui Ponyo e Sosuke viaggiano su un giocattolo ingrandito dall’energia della ex-pesciolina), dice chiaramente che l’amicizia è anche e soprattutto un “prendersi cura” impegnativo ed esigente; un atteggiamento di responsabilità che Sosuke ha appreso da sua madre e “insegna” a Ponyo facendole desiderare di diventare umana.

E così la favola riesce a superare i limiti della pellicola per l’infanzia commuovendo e affascinando anche gli adulti richiamati allo sguardo semplice e vero dei bambini.

Autore: Luisa Cotta Ramosino

Altre Informazioni

Titolo Originale Gake no ue no Ponyo
Paese Giappone
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “PONYO SULLA SCOGLIERA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono ancora commenti

ponyoscoglieraposter