MOTHER’S DAY

2016118 min10+  

Quattro storie che descrivono le vite di un gruppo di donne, madri amorevoli, forti e imperfette, alla vigilia della festa della mamma. Racconti ironici, sdrammatizzanti e commuoventi che parlano di un rapporto unico al mondo: quello madre-figlio

Storie di mamme nel giorno della loro festa. La mamma è sempre la mamma anche quando è abbandonata dal marito, dà in adozione la propria figlia oppure si unisce a un'altra donna.  Si può fare tutto purché risulti politically correct


Valori Educativi



Mother’s day è una commedia divertente fondata sul semplice concetto che la mamma comunque vada resta un valore insostituibile nella vita di ogni essere umano. Tuttavia, dietro la veste di correttezza e buona educazione che le storie assumono, si nasconde l’errore concettuale secondo cui nella vita privata di ognuno tutto è concesso purché si mantenga un dignitoso decoro nei rapporti e rispetto alla società. Le mamme debbono accettare tutti i nuovi modi di far famiglia, pronte a rinunciare ai propri diritti naturali.

Pubblico

10+

Qualche complessa situazione famiiare

Giudizio Artistico



Cast & Crew

La Nostra Recensione

Quattro storie, del tutto diverse, per provare a descrivere il rapporto madre-figlio. Gary Marshall, già regista di successi come Pretty woman, Appuntamento con l’amore e Capodanno a New York, realizza una nuova commedia in cui brillano grandi star di Hollywood: Jennifer Aniston, Kate Hudson, Julia Roberts e Jason Sudeikis.

In Mother’s day c’è quella giusta dose di classiche emozioni a buon mercato mista ad una saporita e delicata comicità. Tre mamme e un papà vedovo vivono la maternità/paternità , in situazioni spassose e toccanti, alla vigilia della festa della mamma.

Jennifer Aniston è Sandy, madre di due bambini divorziata il cui marito si è da poco risposato con una donna molto giovane. Ironica, imperfetta e appassionata come sa essere la Aniston, Sandy fatica ad accettare la situazione ma soprattutto fatica a dividere i figli con la nuova compagna dell’ex marito e finisce col trovarsi di continuo in situazioni imbarazzanti. Per questo film invece Julia Roberts diventa Miranda, una donna di successo che da ragazza era stata costretta a dare la sua bambina in adozione; Kristin (Britt Robertson), è sua figlia ormai diventata donna e  mamma a sua volta ma ha paura di sposare il suo compagno a causa del trauma di essere stata abbandonata alla nascita. Jason Sudeikis è il padre di due ragazze che dopo la morte della moglie si trova da solo a crescerle e a cercare di superare il lutto, accettando di farsi aiutare da un gruppo di simpatiche mamme che frequentano la sua palestra. Infine Jesse (Kate Hudson), sposata con un medico indiano con cui ha una figlio ma che non ha mai avuto il coraggio di dirlo ai suoi genitori, che non vede da anni, a causa dei loro tanti pregiudizi.

Mother’s day è una commedia brillante, fatta di buoni sentimenti in pieno stile hollywoodiano, divertente e costruita nel modo più corretto possibile. Perché in essa ogni problema è affrontato con garbo, buona educazione, leggero e gentile anche nelle situazioni più spinose. Eppure, se da un lato, nel caso dei genitori di Jesse con preconcetti razziali l’ironia si addice e smonta simpaticamente ogni risvolto drammatico, dall’altro la storia di Sandy, dietro il divertimento, ci lascia perplessi per un errore di fondo: è davvero giusto e possibile accettare che la nuova giovane compagna del proprio ex marito diventi la seconda mamma dei figli nati dal primo matrimonio? Marshall offre una risposta ovviamente commuovente: la mamma è insostituibile e nessuno al mondo potrà mai prendersi cura dei suoi figli come lei; ma resta il fatto che la dolorosa instabilità della situazione familiare dei figli di Sandy è ugualmente presentata come normale, sostenibile, sicuramente politicamente corretta e quasi auspicabile, come se il vero ostacolo alla serenità fosse l’incapacità di Sandy di accettare il nuovo assetto della famiglia.

Marshall cede nuovamente alla dittatura del politicamente corretto quando i genitori di Jesse irrompono a sorpresa a casa sua e non solo scoprono l’inaspettato matrimonio della figlia con un indiano ma anche l’unione omosessuale dell’altra figlia con una donna madre di un bambino. Lo sconcerto degli anziani genitori serve al registra per equiparare il loro sentimento razzista nei confronti del genero indiano alla disapprovazione da loro percepita per la coppia omosessuale che alleva un bambino. 

Autore: Vania Amitrano

Altre Informazioni

Titolo Originale Mother's day
Paese USA
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “MOTHER’S DAY”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ci sono ancora commenti

mothersdayposter