UNIVERSI PARALLELI

Quattro teenagers , durante una festa, per motivi misteriosi, si trovano proiettati in epoche diverse e universi paralleli. Una sci-fiction adatta per  adolescenti con molti richiami a opere precedenti. Su Disney+

Quattro adolescenti Bilal, Romane e i fratelli Samuel e Victor sono amici e  frequentano la stessa scuola. Una sera organizzano, in un vecchio bunker abbandonato, una festa a sorpresa per il compleanno di Bilal: durante i balli avviene un blackout. Quando la luce torna scoprono che è successo qualcosa di strano: Victor e Romane sono scomparsi e si ritrovano su una linea temporale diversa, Samuel invece  incontra Bilal di diversi anni più grande. Dopo il disorientamento iniziale cercano un modo per rimettere ordine nelle loro vite ….


Valori Educativi



Sereni amori fra adolescenti ma rapporti problematici con i genitori

Pubblico

10+

Turpiloquio, alcune scene violente

Giudizio Artistico



Un serial ben confezionato ma con una narrazione che apre molte sottrotrame lasciandone alcune in sospeso o con finali frettolosi

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Dopo il celebre sci-fi statunitense Stranger Things, il complesso e articolato serial tedesco Dark, ecco che arriva su piattaforma Disney+ una produzione francese dalla tematica abbastanza simile: Universi Paralleli (Parallels nel titolo orginale).

Un serial che si fa guardare volentieri, senza annoiare… però la similitudine con i due predecessori più blasonati non gli permette di brillare per originalità e diversi sono i punti che vengono ripresi e rielaborati.

Protagonisti degli adolescenti. Il cast non è composto di attori particolarmente famosi, però la performance è di alto livello. Come in ogni storia di adolescenti che si rispetti, le grandi tematiche che danno spessore ai personaggi e vanno ad arricchire l’intreccio sono il rapporto con la famiglia di origine, i primi amori e la gestione delle emozioni.

Le figure genitoriali, pur mostrando un certo interesse e affetto per i figli, ne escono abbastanza malconce. In particolare i padri: uno  assente, un’altro dipendente da gioco d’azzardo e alcool e un terzo dedito esclusivamente al lavoro. Figure non proprio edificanti con le quali è difficile stabilire un rapporto equilibrato e sereno, che non riescono a cogliere quei momenti (già pochi di per sè) nei quali i figli hanno realmente bisogno di loro. Le prime cotte e i primi baci trovano spazio nella storia ( Ramone innamorata di Samuel) ma anche gli amori più consolidati  (il Bilal del futuro che, sposato con una donna che resta misteriosa fino alle ultime puntate, ha anche due figlie). Si tratta di tematiche trattate con la delicatezza e la leggerezza tipici della giovane età dei protagonisti, con quel pizzico di pudore e, a volte, di gelosia caratteristici dei primi amori.

Anche l’aspetto emotivo, che con la sua forza travolge i teenagers, trova posto nella narrazione: sentimenti che possono diventare letteralmente distruttivi se non vissuti in modo maturo.

Per quel che riguarda la componente sci-fi,  ritornano argomenti che hanno trovato particolare fortuna di recente nelle produzioni per il grande e il piccolo schermo: i viaggi nel tempo e il multiverso. Dagli storici film Ritorno al futuro fino a Avengers: Endgame: il sogno di potersi muovere lungo la linea temporale e spostaesi fra presente e futuro. E, similmente al già citato Dark, i protagonisti vengono catapultati in diversi momenti storici in modo casuale, a motivo della vicinanza del bunker ad un acceleratore di particelle (chiamato ERN… chiara allusione al famosissimo centro di ricerca svizzero) presso il quale si stanno svolgendo degli esperimenti.

Alla fine è proprio la componente misterica e fantascientifica a non esser sfruttata a pieno e l’intreccio risulta abbastanza scontato. Anche i colpi di scena che qua e là vengono seminati invogliano sicuramente a guardare tutta la stagione, ma senza aspettarsi particolari sconvolgimenti narrativi.

La qualità, comunque, del prodotto finale risulta complessivamente buona. Diversi escamotage permettono di non ricorrere a particolari effetti speciali o elaborazioni in digitale di scenari o eventi complessi. Serial sicuramente godibile e leggero, non presenta scene sconvenienti per nudità o violenza, quindi sicuramente adatto (come consigliato dalla piattaforma stessa) a preadolescenti e adolescenti.

Autore: Francesco Marini

Altre Informazioni

Paese FRANCIA
Tipologia
Titolo Originale Parallèles
Scrivi per primo un commento a “UNIVERSI PARALLELI”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti