LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD

2019120 minTutti   Amore e FamigliaStorie di ragazzi

David Copperfield, ormai scrittore famoso, legge il suo romanzo autobiografico davanti alla platea di un teatro. Inizia dalla sua infanzia, vissuta serenamente con la madre (il padre è morto) finchè si scontra duramente con il nuovo marito della madre, che lo manda a lavorare a Londra in una fabbrica di imbottigliamento del vino. David alloggia presso la famiglia di Mr. Micawber, un uomo buono ma perennemente coperto di debiti. Sconvolto dalla notizia della morte della madre, sfugge a Dover per rifugiarsi dalla zia Betsey, l’unica parente che gli è rimasta e che vive con uno strambo personaggio, Mr. Dick. La zia riesce a pagargli gli studi e finalmente David riesce a trovare un po’ di benessere lavorando presso lo studio legale Spenlow & Jorkins. In quel periodo fa conoscenza anche con la figlia dell’avvocato, Dora, e se ne innamora ma le avventure non sono finite...

La classica storia di David Copperfield rivisitata con molta ironia ma anche dramma, nel tentativo diruire il vero spirito dell’autore. In SALA


Valori Educativi



Amici e parenti, colpiti da rovesci di fortuna, sapranno superare ogni ostacolo aiutandosi a vicenda, conservando l’onestà e mostrandosi coraggiosi

Pubblico

Tutti

Giudizio Artistico



Cast & Crew

La Nostra Recensione

Charles Dickens solcò realmente il palcoscenico di molti teatri, portando a termine un ciclo di letture dei suoi romanzi più famosi sia in  Gran Bretagna e che negli Stati Uniti. D’altronde diventare un attore rientrava nella lista delle sue numerose aspirazioni e calarsi nei panni dei suoi personaggi deve averlo molto divertito. Inizia proprio così il film di Armando Iannucci (Morto Stalin se ne fa un altro)  non tanto teso a seguire con rigore filologio il famoso racconto (come avev fatto invece Roman Polansky per Oliver Twist) ma a ricostruire la personalità dell’autore, che non ha mai fatto mistero di aver inserito in questo romanzo molte delle sue esperienze personali. L’identità del personaggio-autore è ancor più rimarcata dalla mania di David di scrivere, su tanti pezzetti di carta, le frasi dette che lo hanno colpito, certe sue osservazioni, tutte custodite in un cofanetto che porta sempre con sè: tanti piccoli semi che serviranno a far sbocciare uno scrittore ancora in erba. Se Iannucci aveva caricato Morto Stalin se ne fa un altro di satira amarissima, qui c’è molta ironia gioiosa, colorata  e un po’ pazzerella. I personaggi-caricature sono scolpiti benissimo e si avvalgono di attori di primo piano (Tilda Swinton, Hugh Laurie, Ben Whishaw); paradossalmente, proprio il protagonista (il pur bravo Dev Patel) mostra il difetto che è tipico di Topolino nei confronti di Paperino: ha una definizione più fragile perché essendo l’unico che si mostra ragionevole in un mondo di  simpatici svitati, svolge  sopratutto la funzione di perno di continuità per tutta la storia.
Le due ore di spettacolo possono, in certi momenti, apparire anche lunghe ma il regista sa rendere, con linguaggio cinematografico, l’energia della pagina originale con l’uso di vignette, slapstick, accelerazioni da cinema muto.

La satira non è però l’unico registro toccato dall’autore, che è molto bravo nell’alternare momenti divertenti ad altri altamente drammatici, per costruire quella tragicommedia umana che è la lettura tipica del romanziere della nostra esistenza. Alla fine tutti questi personaggi, afflitti da varie vicissitudini, sapranno costruire un  fronte comune contro i cattivi di turno e quando il David ormai affermato, seduto alla scrivania intento a scrivere le pagine del suo romanzo, si immagina di parlare con lui stesso ragazzo, lo apostrofa con un “ce la farai” che diventa  la chiave di lettura  della storia: grandi rovesci, grande difficoltà ma alla fine la vita saprà essere generosa con i buoni e i coraggiosi.

Autore: Franco Olearo

Altre Informazioni

Titolo Originale The Personal History of David Copperfield
Paese U.S.A. U.K.
Etichetta
Tematiche (generale)
Tematiche-dettaglio
Scrivi per primo un commento a “LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti