TRANSFORMERS

Nel profondo della galassia c’era, milioni di anni fa, il pianeta Cybertron abitato da “ENB” - extraterrestri non biologici - ovvero robot in grado di trasformarsi in qualsiasi macchina meccanica-elettronica. Una terribile lotta per il comando del pianeta ha portato alla distruzione dello stesso e alla dispersione del prezioso Cubo di Energon, fonte prima dell’energia e quindi del potere stesso. La sfortuna vuole che il cubo, dopo aver lungamente vagato per lo spazio, abbia impattato con i ghiacci del nostro Circolo Polare Artico. Sia gli Autobots, robot buoni che si incarnano in macchine di uso civile (auto sportive, tir), che i Decepticons, robot cattivi che prendono le sembianze di macchine da guerra (elicotteri, carri armati, aerei), hanno ora scoperto dove si trova il cubo e non esitano a raggiungere la terra trasformando così il nostro pianeta nel campo di battaglia della loro eterna lotta.

Valori Educativi



Film d’evasione senza cotroindicazioni

Pubblico

10+

Le scene di battaglia sono estremamente realistiche e potenzialmente impressionanti per un pubblico giovane.

Giudizio Artistico



Buon film di intrattenimento con molta ironia

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Seguendo una moda sempre più in voga negli ultimi anni, Steven Spielberg, qui in veste di produttore esecutivo, recupera un fumetto-cartone famoso negli anni ’80 e lo “trasforma” in un blockbuster di sicuro successo per i bambini di oggi (già pronti ad assaltare i negozi pieni di gadget trasformabili) e quelli di ieri (che hanno ancora, in qualche cassetto della memoria, una macchinina capace di tramutarsi in invincibile robot).

A dirigere il tutto Michael Bay, regista di sicuro affidamento quando si tratta di action movie (The Rock, Armageddon e Pearl Harbor).

Protagonisti della vicenda infine, un sapiente mix di giovani promesse, Shia LaBeouf e Megan Fox su tutti (il nuovo Tom Hanks e la nuova Angelina Jolie), e pezzi da novanta come Jon Voight (nell’ovvio ruolo di Segretario di Stato) e John Turturro (inedito agente segreto).

Il risultato finale è un buon film di genere, soprattutto nella prima parte, capace di miscelare effetti davvero speciali (la Industrial Light & Magic ha il merito di rendere credibili sia le trasformazioni che le battaglie) e tanta, tanta, ironia.

È questo infatti il merito maggiore di Transformers, un film che non cade nel rischio di prendersi troppo sul serio, come invece accadeva a La guerra dei Mondi, film firmato sempre da Steven Spielberg e per certi versi con una storia molto simile.

Il punto di vista con cui è raccontata l’intera è quello di Sam Witwicky (Shia LeBoeuf) giovane e anonimo ragazzo del liceo, che, superato un esame, può finalmente realizzare il sogno della vita: comprare la prima macchina e, grazie ad essa, cercare di conquistare la bellissima Megan Fox, che fino a quel momento ne ignora l’esistenza e si accompagna invece ad un giocatore di football dal fisico ineccepibile. Quello che Sam non sa è che la macchina che sceglie (o meglio da cui è scelto) è appunto un Transformer: il ragazzo, infatti, è nipote di un esploratore che sul finire del 1800 ha scoperto per primo dove si nasconde il cubo, lasciando agli ignari eredi una mappa per raggiungere il luogo. L’anonimo e brufoloso adolescente è insomma chiamato, suo malgrado, a vivere una straordinaria avventura che lo porterà a “trasformarsi” (anche lui) in uomo fatto e finito, l’eroe capace di salvare il mondo e conquistare l’amore della più bella del reame: il “sogno americano” in tutto il suo splendore.

Se un difetto va trovato è da individuare nella seconda parte del film, quella più fracassona e action, quella dello scontro finale. In essa gli umani restano per lunghi tratti spettatori di una battaglia tra robot troppo forti e potenti e, nelle scene più complesse, anche difficilmente distinguibili. Di sicuro una sforbiciata non avrebbe nuociuto, anche perché il film è piuttosto lungo.

Ad ogni modo il giudizio complessivo è positivo. Transformers è infatti un buon film di intrattenimento, con l’unico rischio di appassionare più un pubblico maschile che femminile. Un film che ha il merito di far rivivere l’immaginario spensierato, romantico e d’avventura che ha fatto grande il cinema a stelle e strisce.

Autore: Andrea Valagussa

Altre Informazioni

Titolo Originale TRANSFORMERS
Paese USA
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “TRANSFORMERS”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti

transformers