LA REGOLA DEL GIOCO

2014111 min14+  

Gary Webb è un giornalista che lavora per il San José Mercury News, un giornale californiano di media tiratura. Nell’ambito di una sua inchiesta conosce la donna di un boss della droga che gli fornisce alcuni indizi che appaiono interessanti. Gary prosegue la sua indagine e viene a scoprire che durante gli anni ’80 la CIA finanziava i guerriglieri Contras in Nicaragua con i proventi della vendita della droga nella California del Sud. La notizia viene pubblicata e Gary si gode il suo momento di gloria. La sua felicità dura poco: le altre grandi tirature, il Washington Post, Il New York Times, il Los Angeles Times, pubblicano degli articoli dove viene messa in dubbio l’attendibilità della sua indagine…

La storia vera di un giornalista che riuscì, negli anni ’90, a scoprire il coinvolgimento della CIA nel traffico della droga per sostenere la controrivoluzione in Nicaragua ma la reazione gelosa delle altre testate giornalistiche e l’influenza della CIA decretarono il fallimento della sua carriera


Valori Educativi



Un giornalista ritiene giusto continuare tenacemente a inseguire verità scottanti, nonostante le ostilità di tutti

Pubblico

14+

Linguaggio crudo e tematiche collegate con lo spaccio di droga

Giudizio Artistico



Il regista riesce a raccontare una storia avvincente grazie anche all’ottima interpretazione di Jeremy Renner, ma lo sviluppo appare debole soprattutto nei risvolti familiari della storia

Cast & Crew

Our Review

I film statunitensi ambientati nel mondo del giornalismo sono ormai tanti.

Quasi tutti esaltano la funzione indispensabile che la stampa svolge per garantire il diritto alla libertà di espressione ..

Alcuni si sono concentrati sugli aspetti investigativi di questa professione: il più famoso di tutti è stato Tutti gli uomini del presidente -1976,sullo scandalo Watergate,  così come  Insiderdietro la verità contro il monopolio del tabacco. Altri hanno approfondito i meccanismi di questo mestiere e i suoi valori etici, come Good night, and good luck -2005 o il serial televisivo Newsroom. In altri ancora gli affari privati si mescolano con il lavoro, come La signora del Venerdì-1940, Prima pagina-1974 o Piombo rovente-1957. Alcuni hanno denunciato comportamenti scorretti dei giornalisti, come L’asso nella manica-1951 o L’inventore di favole-2003.

Questo Le regole del gioco si pone a cavallo fra un’indagine investigativa e l’analisi dei meccanismi comportamentali di una redazione. La prima parte del film prende le forme di un thriller, man mano che Gary riesce ad alzare il coperchio di una pentola che ancora scotta. Si sposta fino in Nicaragua per raccogliere testimonianze dirette e viene intimidito dalla CIA ma lui decide di andare dritto per la sua strada. Il suo giornale pubblica l’inchiesta in un modo che all’epoca, nel 1997, era ancora pioneristico: il suo “Dark Alliance” viene pubblicato su Internet e quindi messo a disposizione di tutti.

Nella seconda parte assistiamo alle reazioni innescate da una tale notizia-bomba. La Cia nega, le grandi testate giornalistiche americane, invidiose per lo scoop che è fuggito loro di mano, iniziano a ricontrollare gli indizi presentati da Web mettendo in dubbio la loro attendibilità. Anche la sua vita privata viene messa a setaccio.

La storia raccontata nel film è realmente accaduta e desta tuttora perplessità e spunti di discussione. Ancora oggi, nel commentare l’uscita del film, le grandi testate giornalistiche U.S.A. hanno continuato a ripetere che l’indagine di Gary mancava di prove attendibili. Si tratta ormai di polemiche superate perché la CIA alcuni anni dopo i fatti, fu costretta ad ammettere le sue responsabilità, confermando quindi la tesi di Gary.

La seconda parte del film è meno lucida della prima: all’interesse per il disvelamento progressivo dall’indagine investigativa non fa seguito una ripresentazione adeguata della tensione che si venne a creare intorno a Gary Web: il progressivo isolamento di Gary viene diligentemente raccontato, in modo cronachistico. I quadretti di intimità familiare, che si alternano alle vicende professionali, risultano semplicistiche, da serial televisivo (italiano)..

Il film si sostiene complessivamente bene grazie all’interpretazione di Jeremy Renner, che impersona un giornalista tranquillo, senza particolari ambizioni ma con la determinazione  di andare fino in fondo nella ricerca della verità, anche quando tutti gli hanno volato le spalle, incluso il suo stesso giornale.

Autore: Franco Olearo

Details of Movie

Titolo Originale Kill the Messenger
Paese USA
Etichetta
Be the first to review “LA REGOLA DEL GIOCO”

Your email address will not be published. Required fields are marked *

There are no reviews yet.

regolagiocoposter