IL LIBRO DELLA VITA

201495 minTutti  

I ragazzi Mamolo e Joaquìn, vivono nel paese di San Angel e si contendono le attenzioni di Maria, senza che nessuno riesca a prevalere sull’altro ma il simpatico terzetto si spezza presto perché Maria deve andare a studiare in Spagna. I tre ragazzi sono stati notati da La Muerte, che governa il mondo dei defunti ricordati e da Xibalba che governa il mondo dei morti dimenticati. I due decidono di fare una scommessa: se Maria sposerà Manolo, avrà vinto La Muerte; diversamente vincerà Xibalba, che potrà così governare nel più divertente mondo dei morti ricordati. Quando Maria torna a San Angel, i tre ragazzi sono ormai cresciuti e Xibalba, che non vuole per nulla perdere, decide di fornire un atout al suo campione, dando a Joaquin una medaglia che gli consente di essere imbattibile..

Il giorno dei morti è festeggiato in Messico con balli, musica e maschere coloratissime. Due giovani ripercorrono il mito di Orfeo ed Euridice in un film per tutti, divertente ma alquanto complesso


Valori Educativi



Due giovani, incerti sul loro destino, trovano il coraggio di essere pienamente se stessi, senza “aiuti straordinari” e senza sentirsi imbrigliati nelle tradizioni familiari

Pubblico

Tutti

Giudizio Artistico



Un film coloratissimo e divertente, ma poco efficace come musical e complesso nella trama

Cast & Crew

La Nostra Recensione

Possiamo dire, a consuntivo, che la serie Rio ha inaugurato  la serie di film d'animazione etnografici.  Grazie alla libertà rappresentativa che questa tecnica offre, Rio à riuscito a esaltare l’incanto della Baia di Rio, l’energia  delle musiche brasiliane e la passione per il calcio di quel popolo. Ora Il libro della vita è riuscito a riprodurre i mille colori del Messico e ad attingere ai suoi miti più antichi, di origine Azteca, senza trascurare quelli europei, come Orfeo e Euridice.

I ragazzi hanno già mostrato in passato di non spaventarsi molto per le storie sul mondo dei morti: la Walt Disney aveva proposto con Hercules il mito di Ade, il dio dell’oltretomba e delle Parche, che tessono i fili della nostra esistenza; i film d’animazione in stop motion di Tim Burton si muovono  spesso sul confine fra la vita e la morte:  significativo è stato  lo squisito La sposa cadavere, dove il mondo dell’aldilà finiva per essere più colorato, divertente e libero di quello dei vivi: spunto che viene ora ripreso.

In questo Il libro della vita il mondo dei non viventi finisce per essere alquanto articolato, con vari regni sovrapposti: il defunto che viene ricordato dai propri cari, vive in un regno coloratissimo, dove si organizzano feste ogni giorno; chi invece è stato dimenticato dimora in un mondo scolorito e triste.

Ma esiste anche la grotta delle anime, dove ogni anima è gemellata con una candela accesa. Manolo è costretto a spostarsi da uno all’altro, aiutato dai suoi familiari defunti, per ritrovare la sua amata Maria che crede morta.

Il film si può dire completo nel suo genere: esuberante nella forma, si rifà alla tradizione messicana di festeggiare il giorno dei morti con costumi coloratissimi; è anche un musical con una prevalenza di motivi romantici; non mancano infine le spalle comiche, utili a  generare  divertenti diversivi al racconto. Il messaggio portante arriva molto chiaro. Ogni giovane deve diventare l’artefice del proprio destino ed essere pienamente se stesso, anche se questo comporta non rispettare le tradizioni della propria famiglia e ..contrastare le divinità protettrici.

Resta la perplessità per una costruzione così complessa, che rischia di far perdere l’attenzione al filone narrativo portante . Come se non bastasse,  la storia di Manolo, Maria e Joaquin è vista nella prospettiva di un racconto narrato dalla guida del museo di Sant Angel , il 2 novembre, il giorno dei morti, a una scolaresca indisciplinata. Variante che probabilmente è stata introdotta per alleggerire un racconto che si svolge più nel mondo dei morti che in quello dei vivi.

Autore: Franco Olearo

Altre Informazioni

Titolo Originale The Book of Life
Paese USA
Etichetta
Scrivi per primo un commento a “IL LIBRO DELLA VITA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non ci sono ancora commenti

librovita