Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 5 novembre 2017

Inviato da Franco Olearo il Gio, 11/02/2017 - 22:33

FamilyOscar 2017 - seconda settimana

Siamo arrivati alla seconda settimana del FamilyOscar: affrettatevi a votare!

Sotto Copertura 2

La seconda stagione di Sotto Copertura,  che viene attualmente trasmessa su RaiUno (l’ultima puntata lunedì 6 novembre) conferma, attraverso il suo 20% di share, l'apprezzamento del pubblico  per racconti dove vengano esaltati l’abnegazione e l’impegno della Polizia nello sconfiggere la camorra e la mafia, a dispetto dei vari film o serial tv come Gomorra e Suburra che puntano invece ad attrarre il pubblico con racconti  di corruzione e cinica violenza. Ispirata a fatti realmente accaduti, questa fiction ci mostra un eroismo non spettacolare ma portato avanti attraverso l’impegno costante e difficile di uomini e donne molto umani, con i loro difetti e i loro limiti.

Una questione privata

E’ stato presentato alla Festa del Cinema di Roma l’ultimo lavoro dei fratelli Taviani, ispirato al romanzo omonimo di Beppe Fenoglio. E’ ben ricostruita l’ambientazione della guerra partigiana nel ’43 fra le valli delle Langhe ma il racconto è esile (un partigiano, spinto dalla gelosia, va in cerca del suo miglior amico e rivale in amore strascurando l’impegno bellico). Fanno parte dello scenario di guerra un sentimento di odio viscerale verso la parte avversa, episodi di rappresaglia su persone innocenti e l’uccisione dei prigionieri.

Gifted – Il dono del talento - FilmVerde

La piccola orfana Mary viene adottata dallo zio che vorrebbe farla crescere in un ambiente sereno e tranquillo ma lei è un genio della matematica e la nonna vuole iscriverla a una scuola per ragazzi super-dotati. Un confronto intelligente fra due diversi modi di intendere l’educazione e il valore della persona

La forma della voce

La vita di Ishida, un bulletto di undici anni, è destinata a cambiare quando nella sua classe arriva Nashimiya, una ragazzina non udente. In questo adattamento cinematografico del manga A Silent Voice, non certo adatto ai più piccoli,  vengono descritti episodi, purtroppo molto realistici, di bullismo in ambiente scolastico ma complessivamente si tratta di una bella storia di crescita dove l’ex bullo e la ragazza non udente impareranno a sostenersi a vicenda.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 29 ottobre 2017

Inviato da Franco Olearo il Sab, 10/28/2017 - 11:31

FamilyOscar 2017

Da questa settimana è possibile votare quali siano stati, secondo voi, i migliori film della scorsa stagione, sia i Filmoro che i FilmVerdi. Esprimete le vostre preferenze, votate! Le votazioni resteranno aperte per quattro settimane

Ritorno in Borgogna

In questo film francese, pieno di dettagli su come si cura la produzione di un buon vino (l’autore Cédric Klapisch vi ha riversato molta della sua esperienza personale), racconta come tre fratelli, alla morte del padre, debbano prendersi cura della vigna di famiglia. Si impegnano a scartare ogni soluzione sbrigativamente commerciale puntando su un prodotto di qualità e al contempo recuperano la profondità dei loro rapporti, che  erano scivolati nell’indifferenza

La ragazza nella nebbia

Questo film, ricavato dal romanzo noir omonimo di Donato Carrisi, diretto e sceneggiato da lui stesso, tradisce la sua origine letteraria perché cerca spesso di costruire con le parole delle atmosfere che andrebbero rese cinematograficamente. Si tratta di un film di genere che cerca quindi di interessare lo spettatore impegnandolo nella scoperta del vero serial killer e immergendolo in un’atmosfera cupa e violenta. Si può parlare di valori anche in un film di genere? Direi di si, se alla fine il bene trionfa oppure il male viene descritto come male. In questo film, al contrario, viene evidenziata la bellezza perversa del male, che diventa il movente dell’omicida e per di più ciò avviene a danno di ignare ragazze adolescenti

IT

E’ in testa al boxoffice questo film ricavato dall’ormai famoso romando di Stephen King. Si tratta di un buon film di genere, confezionato con innegabile professionalità ma che sfrutta cinicamente le fragilità tipiche degli adolescenti (ben descritte) e certi disagi di cui sono vittime (è presente anche un abuso familiare) per costruire un’atmosfera horror

Vita da giungla alla riscossa – Il film!

Si tratta di un prodotto di livello medio-basso e sono poche le gag e le battute che vanno a segno. Occorre inoltre dire che si parla tanto di “famiglia” ma in questo film la catena di “adozioni” si protrae in modo stucchevole e un po’ straniante: da una parte, il tema dell’adozione non viene mai tematizzato; dall’altra, la paternità e maternità di cui parla il film comportano sempre un solo genitore

 

TV2000 e il lavoro

Con venerdì 27 ottobre alle 21,05, su TV2000,  è iniziato un ciclo di film che raccontano storie di lavoro. E’ iniziato con la trasmissione del film dei fratelli Dardenne: Due giorni, una notte, da noi già recensito.  Benedetta economia  è il nuovo programma di Tv2000 che propone una lettura inedita dell’economia dei nostri giorni a partire da  Domenica 29 ottobre alle 19. Il lavoro che vogliamo  è il docu-film realizzato dal regista Andrea Salvatore, in onda sabato 28 ottobre alle ore 21.20, che attraverso una serie di interviste racconta casi positivi di aziende dove il lavoro umano trova la sua giusta valorizzazione. Lo recensiremo prossimamente

 

Se state apprezzando il nostro lavoro, contiamo su un vostro generoso contributo, per dare una giusta retribuzione ai giovani che stanno contribuendo con tanta passione alla realizzazione del nostro settimanale.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 22 ottobre 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/20/2017 - 20:54

L’Età dell’innocenza – FimOro

Abbiamo recensito questo film del 1993 diretto da Martin Scorsese, ricavato dal Romanzo omonimo di Edith Wharton, premio Pulitzer nel 1921, per affrontare il problema del rapporto fra l’etica della comunità e l’etica del singolo. In questo caso, il conflitto sorge fra il vincolo di esser sposati e il desiderio di stare con la donna che si crede di amare di più. Emerge bene nel film il vincolo di non costruire la propria felicità sull’infelicità altrui, che andrebbe anche a discapito della propria coerenza interiore e di come il sostegno delle persone che ci amano e ci conoscono siano detrerminanti nell’affrontare questo conflitto interiore.

Monster Family

Il padre di famiglia è affetto da contina flautolenza, il bambino trasformato in lupo si gusta il muco che gli esce dal naso, la strega ha un alito orribile,..è questo il tipo di comicità scurrile su cui cerca di reggersi questo film dalle pretese familiari ma in realtà carico di stereotipi e privo di profondità 

Nove lune e mezza – Sconsigliato

Questa commedia divertente vuole indottrrinare lo spettatore su una precisa ideologia: cercare la propria felicità indipendentemente dai vincoli della società (il matrimonio) e dai diritti dei più deboli. In particolare dei bambini, che hanno diritto a nascere come frutto dell’amore fra proprio padre e la propria madre, a crescere nel grembo della propria madre (nel film si fa promozione dell’utero in affitto) e ad essere allevati dai propri genitori (si promuovono come ideali coppie omosessuali con bambini).

L’uomo di neve (Laura Cotta Ramosino)

La recensione di Laura Cotta Ramosino conferma il sostanziale fallimento di questo tentativo di portare sullo schermo un famoso giallo dello scrittore norvegese Jo Nesbø. Un super cast pieno di star (Fassbender e la  Ferguson), l'ambientazione un po' turistica, non riescono a evitare che il regista si lasci scappare dalle mani questo thriller e preferisca puntare sull’effetto granguignolesco di terribili omicidi e su una caratterizzazione un po’ schematica dei personaggi

Buona lettura dalla Redazione di:

www.familycinematv.it

 

Settimana del 15 ottobre 2017

Inviato da Franco Olearo il Gio, 10/12/2017 - 17:59

Il Grande Miracolo  FilmOro

Incredibile ma vero: è stato realizzato un film interamente dedicato a spiegare (sopratutto ai ragazzi, tramite animazione in 3D) il significato dell’Eucarestia e i suoi vari momenti. Il film trasmette, attraverso la presenza degli angeli custodi che svolgono il compito di mediatori fra i fedeli e il cielo, un ottimo spirito di devozione nei confronti di questo grande miracolo.  Per ora esiste una sola versione per Italia: in lingua spagnola con sottotitoli in italiano su Youtube.

Il palazzo del vicerè

Sappiamo tutti che la transizione all’indipendenza dell’India nel 1947 risultò particolarmente dolorosa, con la divisione in due stati, India e Pakistan, con conseguenze che si sono trascinate fino ad oggi. La ricostruzione di quegli eventi era quindi  potenzialmente interessante ma l’abito scelto (sviluppare un polpettone romantico) è risultato poco adatto

L’uomo di neve

Una stupenda Norvegia invernale, bravi attori, costituiscono un’ottima premessa per trasportare sullo schermo un thriller del prolifico romanziere norvegese Jo Nesbø. Peccato che non funzioni quasi nulla: l’investigazione risulta troppo meccanica e facilmente prevedibile; i personaggi sono ben poco tratteggiati, a iniziare dal protagonista; l’atmosfera noir è realizzata tramite di teste, dita, membra mozzate in grande quantità.

NOTA TECNICA: abbiamo iniziato da questa settimana a pubblicare una versione corta della nostra tradizionale recensione: i tre indici sono sempre presenti ma il testo è più breve. Si tratta di una soluzione che pensiamo di adottare quando il film non risulta particolarmente interessante

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

settimana dell'8 ottobre 2017

Inviato da Franco Olearo il Sab, 10/07/2017 - 16:41

Blade Runner 2049

Era possibile replicare il successo-cult di Blade Runner del 1982? Possiamo dire che Ridley Scott, questa volta nelle vesti di produttore, c’è quasi riuscito. Le scenografie, che tanto avevano contribuito a costruire l’atmosfera del film capostipite, sono state rispettate e migliorate. La nuova storia si raccorda  alla precedente ma viene caricata di messaggi e significati che toccano l’essenza stessa dell’esistenza umana. Il messaggio arriva allo spettatore anche se attraverso un racconto troppo lungo, una certo eccesso verboso e, strano per un blockbuster, qualche scena  di disturbante violenza

Il cardinale Lambertini- FilmOro

Continua la nostra ricerca di film che possano costituire utili elementi di riflessione sulle virtù. In questo film del 1954, magistralmente recitato da Gino Cervi, ambientato in una Bologna della fine del ‘700, non appare facile svolgere la funzione di cardinale. Fra truppe occupanti spagnole, nobili che inseguono le loro ambizioni, giovani impregnati di idee illuministe pronti alla rivoluzione, rifulge la virtù della prudenza di un pastore  che si occupa dei poveri come dei ricchi e si prodiga perché prevalga la giustizia e la pace.

Ammore e Malavita

Una sceneggiata napoletana che strizza l’occhio al musical americano; attori che si divertono e ci fanno divertire; due attrici in stato di grazia come Serena Rossi e Claudia Gerini ma anche il “boss” Carlo Buccirosso; sono questi gli ingredienti più saporiti di questo film che mostra, pur con qualche eccesso di lunghezza, la vitalità di un certo cinema italiano  emergente.

Settimana del primo ottobre 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 09/29/2017 - 19:17

ISIS- Le reclute del male

Diciamoci la verità: quando restiamo inorriditi dall’ennesimo attacco suicida di un seguace dell’ISIS in una delle città dell’Occidente, finiamo sempre per domandarci: perché tanto odio? A chi giovano questi attacchi? Perché chi compie il gesto è un ragazzo nato e cresciuto in Occidente, spesso con una buona cultura? Il regista Peter Kosminsky , dopo un anno di approfondite ricerche, ha realizzato  questo serial in quattro puntate trasmesso in Italia dalla rete National Geographic per dare una risposta alle nostre domande. Ovviamente il suo è solo il primo, serio tentativo in questa direzione ma la realtà che ci trasmette resta spaventosa: una miscela esplosiva di fanatismo religioso e nichilismo che cerca di fare terra bruciata intorno a se con il principio del “tanto peggio tanto meglio”.

L’incredibile vita di Norman

Norman è un faccendiere, ovvero uno di quei personaggi un po’ equivoci di cui nessuno sa esattamente di cosa si occupino ma che è in contatto con chiunque e presta favori a chiunque possa rappresentare un aggancio per chiunque altro. Richard Gere è bravissimo nel rappresentare questo personaggio sostanzialmente buono e leale ma irritante nelle sue insistenze; purtroppo resta anche una figura non definita nelle sue vere intenzioni

L’inganno

Sofia Coppola si è cimentata questa volta (vincendo il premio alla miglior regia al Festival di Cannes 2017) con il remake di La notte brava del soldato Jonathan (1971) senza modificarne la trama ma con uno spirito diverso. La regista è riuscita a ricostruire, con la cura che caratterizzano sempre i suoi lavori, un mondo di sole donne, isolato dal resto della società in guerra, nel quale fa irruzione la componente maschile, sconvolgendo la tranquillità di quel luogo. Un film molto curato nella fotografia e nella musica ma discontinuo nella sceneggiatura.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 24 settebre 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 09/22/2017 - 15:46

L’equilibrio

Arrivato fresco dal festival di Venezia, questo film del regista e sceneggiatore Vincenzo Marra racconta, con uno stile asciutto, l’impegno di un parroco del napoletano che cerca di risolvere situazioni di sopruso, anche gravi, in un contesto di generale connivenza con la malavita locale. Il film sollecita temi etici particolarmente importanti e richiama tante situazioni simili, che richiedono un faticoso discernimento nei confronti di scelte che sono coraggiose e giuste ma che possono causare pericolose contromisure

Gatta Cenerentola

Dopo i successi del precedente L’arte della felicità, l’animatore napoletano Alessandro Rak e il suo studio tornano a sorprendere con questo film d’animazione già nella lista dei possibili candidati italiani all’Oscar 2018. Con un tratto molto più maturo del precedente, l’opera sorprende per la sua originalità visiva e la bellezza della musica. Si tratta comunque di un film violento e con un linguaggio volgare, non adatto ai più piccoli

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 17 settembre 2017

Inviato da Franco Olearo il Sab, 09/16/2017 - 19:09

CARS 3 – FilmVerde

Il film, il terzo della serie, riesce a schivare ognì rischio di stanchezza: vengono introdotti nuovi interessanti personaggi (come quello di Cruz Ramirez, la giovane esperta allenatrice di auto da corsa) e vengono affrontati temi seri come quello del confronto generazionale, trasmettendo una visione positiva del mondo e delle relazioni umane

The Teacher – Una lezione da non dimenticare

Che cosa è più importante? Preoccuparsi che i propri figli abbiano dei buoni voti a scuola anche se questo comporta assecondare una professoressa disonesta oppure  agire in base a criteri di giustizia, rischiando gravosi svantaggi per tutta la famiglia? Questo interessante tema etico è stato affrontato in questo film slovacco, ambientato ai tempi del regime comunista. Un film ben realizzato, com ironia, che affronta un tema di risonanza universale

Il colore nascosto delle cose

Leo, un pubblicitario di successo che ha l’abitudine di concedersi molte avventure galanti ed  Emma, una non vedente che è riuscita, con coraggio, a gestire la propria infermità, si incontrano e iniziano a sentire qualcosa l’uno per l’altra. Soldini mostra grande sensibilità e buona competenza nel descrivere il mondo dei non vedenti ma qualcosa non torna nello sviluppo del racconto e la storia d’amore risulta poco credibile.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 17 settembre 2017

Inviato da Franco Olearo il Lun, 09/11/2017 - 21:46

Il colore nascosto delle cose

Appena arrivato dal Festival di Venezia, questo film di Silvio Soldini vuole raccontarci come sia possibile l’amore fra un uomo di successo pieno di sé e una donna non vedente. Il regista aveva già esplorato il mondo dei non vedenti con il documentario Per altri occhi  e il valore di questo film sta proprio nel riuscire a proporci in modo efficace questa realtà.. Anche i due protagonisti sono bravi ma il modo con cui è stato costruito il personaggio maschile rende poco credibile la conclusione che il film.

The Teacher – Una lezione da non dimenticare

Questo film slovacco ci riporta ai tempi del regime comunista con la storia (vera) di una insegnante che approfitta della propria posizione per ottenere favori dai genitori degli alunni. Una piccola storia raccontata molto bene che ha un valore universale nella misura in cui interpella ognuno di noi, quando evitiamo di lottare per la giustizia, accettando certi comportamenti consolidati per convenienza personale o per semplice quieto vivere.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 10 settembre 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 09/08/2017 - 18:55

Casablanca (Franco Olearo)-FilmOro

Abbiamo deciso di riproporvi questo notissimo film del 1941 perché si presta molto bene ad arricchire il nostro catalogo di film che trattano le virtù. Narra di una vera e propria conversione, quella di Nick, che dismette la maschera di cinico e indifferente, appena riscopre l’amore, per una visone in grado di trascendere i suoi stessi sentimenti riuscendo a essere giusto e temperante. Determinante è anche l’esempio di Laslo, che gli mostra come non si può vivere senza nobili ideali, pena la perdita della nostra dignità di persone. 

 

Miss Sloane – Giochi di potere

Miss Sloane è un film dalle notevoli qualità tecniche. La recitazione di Jessica Chastain è eccezionale. La sceneggiatura costruisce dialoghi tesi e appassionati mentre la regia mantiene il racconto in costante tensione. Il film entra nella realtà delle Lobby americane, dove delle agenzie, per mestiere, hanno l’incarico di “influenzare” certe decisioni politiche. La Chastain sviluppa un profilo di donna interamente dedita al lavoro e a vincere a ogni costo, con mezzi anche illeciti. Il film configura una situazione dove il fine giustifica i mezzi: per perseguire una causa giusta miss Sloane compie azioni illegali.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it