Newsletter Principale

  • warning: Creating default object from empty value in /home/fctadmin/public_html/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.
  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 22 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 04/22/2012 - 18:19

 Questa volta, provocatoriamente, abbiamo publicato come foto centrale il richiamo a un film programmato in televisione, invece che un in sala. In effetti questa settimana sono usciti due film alquanto bruttini e uno ben fatto ma realizzato in stile autoriale, poco appetibile al grande pubblico.

Il primo uomo” di Gianni Amelio porta sugli schermi l'ultimo e incompleto romanzo di Albert Camus che rievoca la sua infanzia ad Algeri e il periodo caldo della guerriglia cittadina durante la lotta per l’indipendenza. Un film molto ben fatto ma che tradisce una certa freddezza intellettuale che è propria di Camus.

Con “To Rome with  love” Woody Allen continua la sua peregrinazione per le capitali europee e questa volta si sposta a Roma per realizzare un film inutile e noioso dove si sviluppano più storie in parallelo che risultano prive di credibilità, banali e stiracchiate con bravi attori assolutamente fuori ruolo.

In “Una spia non basta” due agenti federali si innamorano della stessa ragazza e lei non sa chi scegliere. Si ride a tratti ma complessivamente è una sconclusionata romantic-action-comedy che non sa quale strada imboccare

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 15 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 04/15/2012 - 16:59

 Questa settimana vi presentiamo quattro nuovi film.

Abbiamo attribuito il titolo di FilmVerde a “Pirati! Briganti da strapazzo” un divertente film d’animazione per ragazzi realizzato con la tecnica “stop moton” e con un umorismo molto inglese.

Dopo “Romanzo di una strage” è arrivato nelle sale un altro film italiano che scava nel nostro recente passato: “Diaz – Non pulire questo sangue”  sull’incursione della polizia alla scuola Diaz nel 2001 dopo il G8 di Genova dove sono state compiute  violenze gratuite quanto non tollerabili. Deve essere sempre salutato con favore quel cinema che si assegna il compito di denunciare le storture della realtà. Il G8 di Genova fu un disastro da ogni punto di vista ma il film di Vicari fornisce una visione parziale perché si concentra unicamente sui fatti accaduti alla scuola Diaz.

Bel Ami” è la trasposizione non molto riuscita della famosa opera di Maupassant ma che beneficia della presenza di ottime attrici e riesce almeno a ricostruire l'eleganza e la leggerezza della Parigi della Belle Époque.

In “Biancaneve” FilmVerde la giovane protagonista ha cambiato completamente ruolo: adesso è lei, combattiva e intraprendente, a dare il bacio del risveglio a un principe bello ma imbranato: una nuova edizione della classica favola dei fratelli Grimm, elegante ma alquanto fredda.

In riferimento a “Romanzo di una strage” abbiamo aggiunto in settimana la recensione di Armando Fumagalli.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana dell' 8 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Ven, 04/06/2012 - 16:33

 Siamo alla vigilia di Pasqua  ed è giusto soffermarsi sulla miniserie “Maria di Nazareth” che è stata trasmessa su RaiUno in due puntate il 1° e il 2 aprile.

Prodotta dalla Lux Vide, BetaFilm, Tellux, Bayerischer Rundfunk, Telecinco Cinema, la serie ha presentato molte novità sulla figura di Maria, più volte proposta sul grande e sul piccolo schermo.

Non si è trattato né di una rigorosa trasposizione delle (poche) notizia che abbiamo sulla vita di Maria, né tanto meno di una libera di costruzione di fantasia: la verosomiglianza potrebbe essere il modo più prossimo di descrivere il lavoro dei due sceneggiatori Francesco Arlanch e  Giacomo Campiotti che hanno ricostruito dialoghi ed eventi che risultano essere perfettamente aderenti allo spirito del Vangelo.

Ne è risultata un’opera che pur mantenendo lo stile di un racconto popolare, raggiunge alti livelli di profondità sia umana che spirituale.

Buona Pasqua a tutti i lettori dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 1° aprile 2012

Inviato da admin il Lun, 04/02/2012 - 15:10

Questa settimana vi vogliamo presentare un film insolito: "Duns Scoto". E'  la vita del  grande filosofo scozzese proclamato beato  da Giovanni Paolo II nel 1993. Il film, disponibile in DVD, ha il merito di poter venir apprezzato da un ampio pubblico perché vi vengono esaltate le virtù del beato più che le tesi del filosofo  scolastico.

In "Romanzo di una strage" Marco Tullio Giordana ricostruirsce la strage di Piazza Fontana realizzando un film di grande professionalità con protagonisti molto convincenti ma sviluppa una propria teoria del complotto che presta il fianco a molte critiche .

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 25 marzo 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 03/25/2012 - 17:08

Questa settimana vi presentiamo The Lady – l’amore per la libertà – FilmOro. Un film commovente sull'impegno della leader politica birmana Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace, che da decenni contrasta pacificamente il regime militare al governo. Un film che è anche la storia di un matrimonio straordinario fondato su una comunione di ideali. Peccato che Luc Besson non è all’altezza delle sue prove precedenti e il racconto resta limitato da una drammaturgia priva di grandi sorprese e svolte.

17 ragazze, ispirato a un caso realmente avvenuto negli Stati Uniti, ci parla di 17 adolescenti che decidono di restare incinte contemporaneamente: un film molto triste non tanto per il gesto in sè, ma per l’incapacità manifesta dei genitori e degli insegnanti  di trasmettere il significato e il valore dell’amore alle nuove generazioni, preoccupati solo di proporre contraccezione e aborto.

Un’ultima osservazione: anche questa settimana, sia pur con livelli qualitativi diversi, due film d’oltralpe ci invitano a riflettere e a discutere. Una ulteriore conferma del periodo d’oro che sta attraversando il cinema francese.

 Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 18 marzo 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 03/18/2012 - 08:46

Questa settimana è arrivato in sala, preceduto da  grandi aspettative, “Magnifica presenza” , l’ultimo film di Ferzan Ozpetek che conferma la sua bravura nel costruire storie piene di suggestioni, formalmente ineccepibili (inclusa la sua firma d’autore; il protagonista è sempre un omosessuale). Questa volta però c’è molto compiacimento intellettualistico e il film resta senza un messaggio portante se non la forza consolatoria dell’amicizia e la nostalgia del calore familiare.

La sorgente dell’amore” è dello stesso regista degli indimenticabili “Train de vie (1999), Vai e vivrai(2005)-FilmOro , Concerto (2009)-FilmOro,  ma questa volta sembra aver perso la capacità di porsi in delicato equilibrio fra dramma e commedia: cerca di calarsi all’interno della realtà di una comunità islamica ma il suo tono eccessivamente polemico (anche se giusto) nei confronti delle discriminazioni  subite dalle donne tradisce il suo sguardo occidentale finendo per risultare un film senza patria per un pubblico non ben definito.  

Buona lettura dalla Redazione di:

www.familycinematv.it

 

 

Settimana dell' 11 marzo 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 03/11/2012 - 20:33

 Questa settimana vi presentiamo “A simple life” – FilmOro e coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile alla 68. mostra di Venezia (2011) assegnata alla protagonista Deanie Yip. Una domestica che ha servito per sessant'anni la stessa famiglia si ritira in un ospizio dopo che ha subito un infarto. Roger, l'unico rimasto a Hong Kong della famiglia, se ne prende cura amorevolmente, non solo per una sua naturale riconoscenza ma anche perché ammirato dalle sue virtù di umiltà e di servizio reso agli altri

I"Young Adult," che beneficia della bravura di Charlize Theron e dell’ottima sceneggiatura di Diablo Cody (Juno) ci racconta della caparbia incapacità di una donna di uscire da se stessa e di rapportarsi agli altri, che sono visti solo come strumenti per realizzare le proprie ambizioni.  
Un film vero ma senza speranza.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 4 marzo 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 03/04/2012 - 09:19

 Questa settimana è arrivato nelle sale l’ultimo film dei fratelli Taviani, fresco vincitore dell'Orso d'Oro al Festival di Berlino: “Cesare deve morire” – FilmOro.  Il docufilm racconta la  scommessa vinta  di mettere in scena nel carcere di Rebibbia il Giulio Cesare di Shakespeare, occasione di un confronto sulla modernità del dramma che si rispecchia nel vissuto dei carcerati che lo interpretano.  Un incontro dei registi con una materia umana dolorosa che è stata punto di partenza per trovare delle verità universali ma anche per costruire una relazione affettiva con gli interpreti.

Non poteva mancare la recensione del prossimo atteso campione d’incassi italiano: “Posti in piedi in Paradiso” di Carlo Verdone.  Nell'attuale, fragilissimo panorama della commedia italiana, il lavoro di Verdone appare meno peggio degli altri ma se non fosse per l'allegria contagiosa che sprigiona dal personaggio di Micaela Ramazzotti, il film risulterebbe molto triste per la povertà anche morale dei protagonisti.

Abbiamo recensito questa settimana anche il film iraniano “La separazione”, già in homevideo, in omaggio all’Oscar ricevuto come miglior film in lingua straniera.

Il film risulta particolarmente interessante perché ci regala una finestra di intimità in un mondo sciita a noi pressoché sconosciuto. I protagonisti sono uomini e donne di fede (giurare il falso sul Corano è il massimo dell’abominio), hanno un buon senso della verità e della giustizia (pur con debolezze umane) ma traspare anche in modo evidente che vi è un concetto legalista della legge sacra: manca la sovrabbondanza della carità che è tipicamente cristiana.

Settimana del 26 febbraio 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 02/26/2012 - 19:55

 Questa settimana abbiamo il piacere di proporvi “Quasi amici – Intochables” : campione di incassi in Francia. In forma allegra e divertente racconta una storia molto umana: l’intesa fra un ricco parigino paraplegico e Driss, un ragazzo disoccupato della banlieu, ingaggiato come badante. I due, molto diversi, impareranno ad apprezzarsi reciprocamente e ognuno saprà arricchire l’altro. Nonostante qualche passaggio discutibile, lo abbiamo qualificato FilmOro per i valori che esprime.

In “War horse” – FilmVerde, Steven Spielberg impegna tutta la sua abilità di narratore in un film per ragazzi (ma non per bambini) per onorare il servizio reso dai cavalli durante la prima guerra mondiale.  Appassionante, fatto molto bene, ma agli adulti apparirà un po’ lacrimoso.

Un giorno questo dolore ti sarà utile” è un film tutto americano del nostro Roberto Faenza, tratto da un romanzo di Peter Cameron. Racconta di un ragazzo adolescente,  la cui famiglia è costituita da una  madre  collezionista di mariti, un padre separato che esce solo con ragazze giovanissime, una  sorella che ha una relazione con un professore sposato che ha il doppio dei suoi anni. In questa situazione non c’è da stupirsi che il ragazzo faccia fatica a trovare la sua "normalità"…

Knockout – Resa dei conti” è basato interamente sulle abilità pugilistiche di Gina Carano ed il magnifico cast di attori maschili è lì apposta per esser picchiato da lei. E’  strano che un regista come Steven Sodenbergh, si avventuri nel genere thriller in un modo così convenzionale.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 19 febbraio 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 02/19/2012 - 18:11

Questa settimana presentiamo quattro film.

"In Time" - FilmVerde è di Andrew Niccol, lo stesso sceneggiatore (qui anche regista) di film importanti come  "Gattaca- la porta dell'universo" e "The Truman show" : viene immaginato  un mondo futuro e ingiusto, dove i disederedati vivono fino a 25 anni mentre i privilegiati vivono secoli senza invecchiare. Lo spunto è interessante, perché mostra come solo la riscoperta del valore della generosità riusce a ripristinare la giustizia. Peccato che la storia non riesca a convincere pienamente.  

"The Help" - FilmOro.è ambientato negli anni sessanta a Jackson, Mississippi, quando vigeva una ferrea segregazione razziale. Non vengono mostrate violenze ma le piccole crudeltà quotidiane di una società razzista  sono un invito per le nostre coscienze a vigilare perché nei nostri comportamenti quotidiani non si insinuino strane giustificazioni di atteggiamenti discriminatori.

In "Paradiso amaro" George Clooney  si conferma grande attore. Interpreta  un marito e un padre che di fronte a sua moglie in coma, riconosce, troppo tardi, quali sono i suoi doveri.  Si tratta di un film particolare, espresione di una società decadente, dove ognuno è molto rispettoso del comportamento altrui ma si è persa la capacità di giudicare ciò che è bene e ciò che è male.

Per dovere di cronaca abbiamo recensito anche "Com'è bello far l'amore" visto che è in testa al box office ma lo abbiamo sconsigliato perché anche se si vuole andare al cinema solo per distrarsi e farsi due risate, bisogna riconoscere che c'è un limite oltre il quale lo spettatore perde la propria dignità.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it