L'ultimo samurai

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: The last samurai
Paese: USA
Anno: 2003
Regia: Edward Zwick
Sceneggiatura: John Logan,Marshall Herskovitz, Edward Zwick
Durata: 144'
Interpreti: Tom Cruise (Nathan Algren), Ken Watanabe (Katsumoto), Timoty Spall (Simon Graham), Connolly (sergente Grant)

Il capitano Nathan Algren è un veterano della guerra contro i pellerossa che viene arruolato dal governo giapponese per addestrare i battaglioni dotati delle nuove armi americane a ripetizione.  Il governo giapponese infatti sta cercando di reprimere la rivolta dei samurai guidati da Katsumoto che si oppone all’occidentalizzazione del paese. Il capitano Algren prepara le truppe e le guida in combattimento contro i samurai ma durante gli scontri viene fatto prigioniero  da Katsumoto e portato nel loro rifugio tra le montagne…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Esaltazione dei valori insiti nella cultura dei guerrieri samurai: fedeltà, disciplina, onore, coraggio, meditazione, poesia, ospitalità, ma anche suicidio in caso di sconfitta
Pubblico 
Adulti
Per le cruente scene di battaglia
Giudizio Artistico 
 
Ottime le ambientazioni e le scene di battaglia, realizzate dallo stesso esperto d'armi di Braveheart. Ottima la passione interpretativa di Tom Cruise e dei suoi colleghi giapponesi. Tendenze enfatiche nella sceneggiatura e nella regia.

“L’Ultimo Samurai” è un ottimo film costruito sui nobili valori dei guerrieri samurai e sulla figura del capitano Algren/Tom Cruise che, in cerca del significato della propria esistenza, trova se stesso in questo stile di vita. Gli stessi pensieri e osservazioni del Capitano, nonché  le “conversazioni” di questo con Katsumoto, ci introducono nella comprensione e nel significato della cultura samurai. Dicevamo i Valori: innanzitutto l’Onore, che consiste nella fedeltà al compimento del proprio dovere fino all’eroismo, fino alla perfezione, in tutte le attività, in ogni gesto. Nella arte della spada e nel combattimento come nella scrittura, nella meditazione o nel riempimento di un mestolo d’acqua, i samurai tendono verso la perfezione, la cura del particolare, dell’ordine, della precisione, di un lavoro fatto bene. Poi l’Obbedienza, al proprio Signore, l’Imperatore, fino a dare la propria vita per servirlo  (la stessa parola samurai significa “servire”). Ma è anche l’obbedienza della donna all’uomo, del figlio al padre, del samurai al suo comandante. Poi la discrezione, la delicatezza, che porta i samurai a non fare domande, a trattare l’ospite come il padrone di casa, il Capitano (prigioniero) come un familiare.

Per contrasto c’è la vita di Algren,  perso nell’alcolismo, tormentato dalle ingiustizie e dagli orrori commessi nella guerra contro i pellerossa, ormai mercenario,  cerca la morte per pagare a tanto male. Ma nel villaggio dei samurai  scopre la bellezza di quei valori,  sperimenta la delicatezza e il rispetto, e decide di unirsi alla lotta dei samurai per difendere “ciò che ha imparato ad amare”. 

L’epilogo porta i samurai al massacro ma alla rinascita di Algren che rimarrà  nel villaggio per vivere secondo quei valori.

Costruito su una buona  regia di Edward Zick (“Attacco al potere” 1998), che ritma bene lo svolgersi della vicenda alternando momenti d’azione con  momenti più riflessivi, il film presenta belle scene di battaglia, ottime ricostruzioni dei luoghi, dei costumi, e scenari mozzafiato. Molto buona la recitazione di Tom Cruise e anche migliore la recitazione di Ken  Watanabe e Koyuki poco noti al pubblico occidentale.  Molto buono quindi il giudizio tecnico della pellicola e solo alcune scene un po’ troppo violente e  lunghe e un finale  un po’ troppo epico e “americano” non ne fanno un capolavoro.

Autore: Stefano Mastrobuoni


Share |