U-571

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: U-571
Paese: USA/Francia
Anno: 2000
Regia: Jonathan Mostow
Sceneggiatura: W. L. Skinner, G. Weidner Distribuzione: Uip
Durata: 115'
Interpreti: M. McConaughey (Tyler), H. Keitel(Capo), B. Paxton (Dahlgren)

Siamo nel 1942, agli inizi della Seconda Guerra mondiale, quando i sottomarini tedeschi dominavano il Nord Atlantico e facevano strage del naviglio mercantile che dagli Stati Uniti era diretto in Europa per sostenere la resistenza inglese. La marina U.S.A. (nella realtà storica si trattò di quella Inglese) decide di approfittare di una fortunosa circostanza: un U-Boot tedesco rimasto in panne in mezzo all'Atlantico diventa l'occasione per impossessarsi, mediante un sottomarino cammuffato per l'occasione, del preziosissimo decodificatore dei messaggi cifrati tedeschi. Non tutto fila liscio ed il giovane Tyler, comandante in seconda, giudicato dai suoi superiori come "troppo morbido", si trova a guidare i marinai americani superstiti nell'impresa di portare in salvo il prezioso carico, diventando nel frattempo un "duro" e deciso comandante di uomini.

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
La solidarietà di una squadra intorno ad un comandante che impara a comandare
Pubblico 
Adolescenti
Per alcune violenti scene di battaglia
Giudizio Artistico 
 
Il film come un'orchestra che suona al massimo volume, fra molteplici spacconate di eroi destinati a vincere

Il film ricostruisce realisticamente la vita all'interno di un sottomarino della II G.M., sfruttando appieno le potenzialità della computer grafica. Per questo aspetto si inserisce a pieno titolo nel ricco filone di cui "U-boot 96" di Wolfgang Petersen (1980) è stato finora il più autorevole rappresentante. In questo caso però l'ansia di stupire, di fare assolutamente qualche cosa "alla Hollywood" ,fa caricare i toni (ed anche il volume)del racconto: le bombe di profondità che esplodono, l'acqua che filtra, le valvole che saltano, il solito profondimetro che supera la linea del rosso, tutto è fornito in abbondanza: partecipiamo all'azione ma ne rimaniamo freddi. Anche le azioni di guerra (prima contro un sommergibile nemico, poi addirittura contro un cacciatorpediniere) sembrano rendere la guerra quasi un evento sportivo, dove i "nostri" vincono sempre all'ultimo minuto, ovviamente. Diverso l'U-boot 96: il senso del dovere del comandante e di tutto l'equipaggio era impregnato  del sapore amaro della guerra vera, dove la morte è sempre dietro l'angolo.

I risvolti umani della storia, il progressivo maturare del tenente Tyler alle responsabilità di comando, si poggiano sulle non solide spalle di Mattew McConaughey, troppo monocorde per esprimere una complessa maturazione psicologica.

Il film è giustamente vietato in U.S.A. ai minori di 13 anni a causa di alcune scene di violenze di guerra.

Autore: Franco Olearo


Share |