PIRATI DEI CARAIBI - LA MALEDIZIONE DEL FORZIERE FANTASMA ''

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: Pirates of the Caribbean . Dead Man’s Chest
Paese: USA
Anno: 2006
Regia: Gore Verbinski
Sceneggiatura: Ted Elliott e Terry Rossio
Produzione: Jerry Buckheimer per Walt Disney Pictures/Jerry Bruckheimer Films
Durata: 150'
Interpreti: Johnny Deep, Orlando Bloom, Keira Knightley

Il matrimonio tra l’ex fabbro Will Turner e la bella figlia del governatore di Port Royal Elizabeth Swann è interrotto dall’arrivo degli uomini della potente Compagnia delle Indie. I due vengono incarcerati e condannati a morte. Will otterrà la libertà per sé e per la sua bella solo trovando il pirata Jack Sparrow e la sua magica bussola. La ricerca non sarà facile, anche perché pure Jack ha i suoi problemi da risolvere: sono scaduti i tredici anni del patto mortale da lui stabilito con il mostruoso Davy Jones, signore dei mari e delle anime dei marinai trapassati, il cui cuore riposa nel forziere del titolo…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
La censura del desiderio (con tutte le sofferenze che esso comporta) non può che trasformarci in mostri, proprio come accade al pirata Davy Jones
Pubblico 
Pre-adolescenti
Diverse scene di genere horror che potrebbero spaventare i più piccoli.
Giudizio Artistico 
 
Pur non rinunciando al tono picaresco e comico del film precedente, ,viene spinto l’acceleratore sull’elemento horror, moltiplicano gli effetti speciali

È una maledizione inevitabile, ancor più di quella lanciata dal terribile capitano dell’Olandese Volante. A criticare un film che ha ormai raggiunto il terzo posto nella classifica dei guadagni cinematografici mondiali di tutti i tempi e ha superato il miliardo di dollari di incassi si rischia di sembrare snob. La verità è, però, che questo secondo episodio della saga piratesca genialmente inventata da Jerry Bruckheimer è sostanzialmente un gigantesco baraccone dei divertimenti in cui si passa da un inseguimento ad un duello, ad una battaglia navale, ad una scazzottata nella taverna malfamata di turno senza però aggiungere molto alla già non amletica profondità filosofica del primo film.

Se ne La maledizione della prima luna  la rivelazione più profonda per il protagonista Will Turner era che l’amore che gli faceva inseguire la bella Elizabeth per i sette mari altro non era che la sua personale versione dell’ossessione che ogni uomo, feroce pirata o semplice fabbro, prova prima o poi nella vita, questo secondo film non fa che ripeterci che il desiderio (visualizzato dalla magica bussola di Jack, che punta verso quello che ciascuno più profondamente desidera) è quello che fa muovere il mondo, sopra e sotto gli oceani.

La censura del desiderio (con tutte le sofferenze che esso comporta) non può che trasformarci in mostri, proprio come accade al pirata Davy Jones, che, tradito da una donna, si strappa il cuore e lo nasconde in un forziere, pronto a diventare l’oggetto ambito da tutti i personaggi.

Se il giovane fabbro Will Turner, pur dando prova di nuova intraprendenza e doti di comando, rimane sostanzialmente l’eroe idealista e puro che era, la sua bella, la volitiva Elizabeth Swann, finisce per cedere al “lato oscuro” condannando l’infingardo Jack con un bacio traditore.

Capitan Jack Sparrow, da parte sua, è, se possibile, ancora più gigionescamente istrione che nel film precedente e l’andatura sculettante e incerta di Johnny Deep, se anche comprensibile in un uomo abituato stare sempre sulla tolda di una nave, lo avvicina pericolosamente alle moderne icone ambigue e metrosexual. Un beau geste nel finale e il compianto generale fanno giustamente ritenere la sua morte gloriosa una solo temporanea uscita di scena. Del resto in un mondo fantastico in cui i morti fanno tutto tranne che stare tranquilli non ci si può aspettare nulla di meno.

Memori del successo della prima pellicola, gli autori (tra i quali figura il produttore miliardario Jerry Bruckheimer), pur non rinunciando al tono picaresco e comico, spingono l’acceleratore sull’elemento horror, moltiplicano gli effetti speciali e congegnano una trama a finale apertissimo che ipoteca nel pubblico entusiasta la vendita del biglietto per il terzo episodio. Intrattenimento da manuale, ma l’avventura vera sta altrove.

Autore: Laura Cotta Ramosino


Share |