IL COSTO DELLA VITA

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Le Cout de la vie
Paese: Francia
Anno: 2003
Regia: Philippe le Guay
Sceneggiatura: J-F Goyet, Philippe Le Guay
Durata: 105''
Interpreti: Fabrice Luchini (Brett), Vincent Lindon (Coway),Claude Rich (Nicolas deBlamond)

Storie incrociate su i vari modi, nessuno perfetto, di avere rapporti con il denaro.

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Il film filosofeggia bene sui rapporti con il denaro ma male su questioni di sesso
Pubblico 
Maggiorenni
Linguaggio a volte spregiudicato su tematiche sessuali. Una scena di nudo parziale.
Giudizio Artistico 
 
Ben curata la sceneggiatura e tutti bravi gli interpreti

In una scena del film si vede un negoziante di Lyon, dove è ambientata la vicenda, mostrare con orgoglio una esclusiva collezione di piatti con disegni di  animali tratti dalle favole di Jean de la Fontaine. Il richiamo al grande   letterato francese non è causale: non è la prima volta che i francesi sviluppano un film a tesi, in questo  caso su i vari modi di avere rapporti con il denaro,salvo accorgesi che spesso c'è dietro  un problema d'amore.
Nel film si incrociano a grande velocità storie  di vita vissuta assieme a questo metallico compagno. Vi è l'avaro  Brett (anzi pidocchio,secondo i suoi colleghi) che non dà mai mance e che fugge dalla fidanzata per evitare di farle un  regalo. C'è il direttore del ristorante, sempre pronto ad aprire il portafoglio e a fare investimenti per il futuro, fiducioso  che domani i problemi si risolveranno. Ma anche la madre operaia in cassa integrazione che deve inventarsi qualcosa per riuscire a pagare le cure per il figlio malato e  la ragazza ricchissima che vorrebbe essere amata solo per sé stessa e non per i suoi soldi.
Per ognuna di queste favole moderne   la morale è dietro l'angolo: "Dare non basta: bisogna saper anche ricevere"; "Il denaro va rispettato": viene detto allo spendaccione   (Coway); anche per il tirchio Brett (lo è anche fisicamente, visto che è afflitto da patologica stitichezza) arriva la cura giusta:  una ragazza squillo gli insegnerà come si fa a spendere molto (per lei, naturalmente).

Il film, campione di incassi in Francia, rientra nel glorioso filone della commedia intelligente alla francese. Punto forte sono, come sempre, è la sceneggiatura brillante e la bravura dei protagonisti, nessuno dei quali scivola nella caricatura ma restano molto umani con i loro difetti. Personalmente ritengo superiori i film di  Francis Veber (la Cena dei cretini, l'apparenza inganna, Sta zitto non rompere) per un'inventiva più brillante ed un miglior ritmo nella regia.

Purtroppo il film moraleggia su come va gestito il denaro ma è troppo disinvolto in termini di comportamenti sessuali: alcuni personaggi vanno con prostitute , una signora a corto di denaro offre disinvoltamente le sue grazie e una coppia che si ama continua a convivere pur aspettando un figlio.  "Mi vuoi sposare?" chiede lui. "Ma io ti amo-dice lei- non ti basta?" "No" E' la risposta.

Autore: Franco Olearo


Share |