GHOSTBUSTERS LEGACY

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: Ghostbusters After Life
Paese: U.S.A.
Anno: 2021
Regia: Jason Reitman
Sceneggiatura: Gil Kenan, Jason Reitman
Produzione: Columbia Pictures,
Durata: 125
Interpreti: Mckenna Grace, Finn Wolfhard, Carrie Coon, Paul Rudd, Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson:

Una madre single, Callie, e i suoi due figli (Phoebe di dodici anni e Trevor di quindici) ereditano, dal nonno, una fatiscente fattoria a Summerville. Sfrattati dalla precedente casa, sono costretti a trasferirvisi. Strani avvenimenti accadono in quella zona: terremoti, sbalzi di corrente… il tutto apparentemente senza una causa. Fenomeni anomali accadono anche in una vecchia miniera lì vicina. I ragazzi, stando nella casa e facendo i conti con tutti questi episodi di origine misteriosa arrivano a scoprire la storia del nonno, che apparteneva al gruppo dei Ghostbusters originali. Acchiappafantasmi ormai dimenticati da tutti, tranne che dai fans. Ecco che ricompaiono Ecto-1, la mitica automobile dei quattro cacciatori del paranormale, le trappole, i fucili a ectoplasma e tutto il precedente armamentario.

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
La famiglia ne esce sempre bene come luogo di condivisione e sostegno vicendevole
Pubblico 
Pre-adolescenti
Qualche suggestione extranaturale potrebbe impressionare i più piccoli. Linguaggio crudo con riferimenti sessuali
Giudizio Artistico 
 
Efficaci gli effetti speciali, divertimento e sorprese garantite, con il sospetto che ci si preoccupi soprattutto del franchising che ne consegue

Era il 1984 quando Ivan Reitman portava in sala il primo Ghostbusters che, riscontrando un notevole successo, vede un sequel nel 1989: Ghostbusters II. Un cambio di generazione sia alla macchina da presa che sullo schermo, fa arrivare in sala Ghostbusters: Legacy. Troviamo infatti il figlio di Ivan Reitman, il regista Jason Reitman, dedito a raccontare a  figli e  nipoti degli strani eroi newyorkesi.

Non si può evitare di segnalare il maldestro tentativo di reboot al femminile di Ghostbusters del 2016, opera del regista Paul Feig non particolarmente brillante.

In questo caso, però, ci si trova davanti ad un‘operazione decisamente ben riuscita.

Sono diversi gli elementi che trovano spazio nella narrazione filmica e che rendono pregevole il prodotto finale.

Soggetto principale sono le relazioni familiari e amicali: Callie che deve gestire da sola i due figli; Phoebe, molto intelligente e introversa; Trevor, che si innamora di Lucky (una ragazza che lavora in un ristorante frequentato da lui); Podcast, dodicenne appassionato di misteri che fa amicizia con Phoebe. Il regista dimostra maestria nel portare sullo schermo tutte le dimensioni tipiche e quotidiane della vita dei personaggi: gesti di affetto, litigi, discussioni e innamoramenti. Senza diventare un teen movie, la pellicola ci restituisce spaccati di vita e momenti di intimità in modo davvero apprezzabile e delicato. Seppur con le ferite e le difficoltà della vita quotidiana, la famiglia ne esce sempre bene e come luogo di condivisione e sostegno vicendevole.

Com’è facilmente prevedibile, l’adrenalina viene fornita a piene mani e non mancano inseguimenti e battaglie con fucili a ectoplasma contro i cattivi fantasmi. I misteri che si intrecciano lungo lo svolgersi del film sono molti e i colpi di scena  non mancano: tutto contribuisce a dare alla narrazione un ritmo sostenuto ma non frenetico, che lascia il tempo necessario a  dare spessore ai diversi personaggi.

Nella storia si rincontrano mostri già visti in passato e se ne aggiungono di nuovi. Fa molto piacere, inoltre, rivedere sulla scena i primi e veri Acchiappafantasmi (soltanto tre di loro fanno la loro apparizione): vista la difficoltà dei ragazzi nel risolvere una situazione, ecco che i più vecchi ed esperti giungono in loro aiuto.

Un film che può ambire a diventare, vista la maestria del regista, l’anello di congiunzione tra le generazioni degli spettatori. I giovani che vanno al cinema per vederlo, possono capirlo e apprezzarlo senza particolare sforzo o necessità di conoscenze pregresse ma è probabile che escano dalla sala incuriositi di vedere il film capostipite. D’altro canto, i più grandi o i cultori del genere vi troveranno una miniera di citazioni e riferimenti ai due precedenti lungometraggi.

La sensazione, scena dopo scena, è che lo stesso Jason Reitman sia un fan dei film del padre: è palese a la continuità di stile registico e narrativo e son o molti i richiami all’originale.

La versione italiana del titolo, infine, risulta molto più azzeccata dell’originale: Ghostbusters: Legacy (invece di Ghostbusters: Afterlife), ovvero l’eredità degli Acchiappafantasmi. Un’eredità colta in modo pregevole dal regista che, speriamo, sia preludio di altre avventure di grande qualità.

Autore: Francesco Marini


Share |