ASTERIX e OBELIX CONTRO CESARE

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: Astérix et Obelix contre César
Paese: Francia
Anno: 1999
Regia: Claude Zidi
Sceneggiatura: Claude Zidi
Durata: 109'
Interpreti: Christian Clavier, Gérard Depardieu, Roberto Benigni, Laetitia Casta

50 A.C. Giulio Cesare ha ormai completato la conquista della Gallia ed anzi si sta apprestando ad attraversare la Manica per intraprendere nuove conquiste in Inghilterra. La situazione non è però del tutto sotto controllo; vi è un villaggio che non solo non paga i tributi a Cesare ma riesce sempre a sgominare tutte le truppe romane che cercano di attaccarlo. Il motivo è ben noto; il venerabile druido Panoramix è in grado di preparare pozioni magiche che conferiscono una terribile forza ad i suoi abitanti ed in particolar modo all’eroe Asterix nonchè al suo amico Obelix che nella pozione magica c’è addirittura caduto dentro quando era piccolo. Dopo una serie di tentativi per aver ragione del piccolo villaggio, tutti falliti, Giulio Cesare concede loro, quasi antesignano della real politik, (anche perché questi galli sono molto simpatici e lo hanno aiutato a smascherare il traditore Detritus) ampia autonomia secondo moderni criteri di "federalismo europeo"

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
La vita semplice ed ingenua di un villaggio contrapposta all'ambizione e brama di potere dei romani
Pubblico 
Tutti
Giudizio Artistico 
 
Buona,f edele ricostruzione delle ambientazioni e dello spirito degli omonimi cartoni animati

Per i figli ed anche per i genitori che da giovani hanno coltivato la lettura dei fumetti di Goscinny ed Uderzo può essere un vero piacere vedere questo film, fedele allo spirito dei loro autori. Lo è nell’ambientazione in un villaggio ricostruito con cura negli studi della Bavaria Film, nella somiglianza dei personaggi e perfino nelle scene ad effetto (del tipo i romani che volano in aria dopo una "carezza" di Obelix), grazie all’immancabile repertorio di effetti speciali. Vi è fedeltà nel contrapporre il microcosmo degli abitanti del villaggio, felici della loro rustica vita ed i romani irrequieti e corrosi dall’ambizione (si vedano le figure di Detritus e di Giulio Cesare).

I personaggi del villaggio sono semplici fino all’ingenuità: Obelix è irrimediabilmente ingenuo ed innamorato sfortunato; lo stesso sprovveduto capo del villaggio si lascia abbindolare dal primo truffatore di passaggio. Solo Asterix ha sempre piena coscienza delle situazioni e dei pericoli imminenti ma viene immancabilmente zittito come fastidioso seccatore . Anche la bellezza, quella di Falbala (Letitia Casta), è una bellezza luminosa, senza malizia.

Mentre il divertimento per i ragazzi è garantito, cosa ci voleva comunicare Goscinny con queste storie? Contrapporre la semplice e buona vita del villaggio, di chi si accontenta di vivere della solidarietà dei compaesani e delle piccole cose di ogni giorno, ai tormenti ed alle ambizioni di chi cerca la gloria? La libertà dell’individuo che vive nelle piccole comunità contro il potere delle strutture statali? La vecchia Europa contro la prepotenza dell’impero americano? Forse tutte queste cose messe insieme; ognuno può ritrovare in queste semplici storie la morale che percepisce come più vera.

Nel finale vi è però qualcosa di stonato, poco coerente con lo spirito dei fumetti: si tratta della pace finale fra galli e romani, forse per evocare un più attuale atteggiamento europeista. In questo modo però si distrugge il baricentro della storia che resta pur sempre, per il divertimento dei ragazzi, l’eterna lotta fra galli e romani, eterna e ripetitiva come lo sono i giochi. Non si tratta infatti di dover cancellare un odio fra razze diverse che in realtà non c’è: i loro scontri rispondono più ad una esigenza naturale, quasi fisiologica, così come in cane sente di dover rincorrere eternamente il gatto. Questa pace fatta, inevitabilmente, non va proprio giù ad Obelix che perfino nella festa di rappacificazione non può non tornare ad invitare il centurione Caius Bonus ad un botta e risposta a base di cazzotti cosi come succedeva "ai bei tempi".

Autore: Franco Olearo


Share |