ADORAZIONE

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Adoration
Paese: Belgio, Francia
Anno: 2019
Regia: Fabrice Du Welz
Sceneggiatura: Fabrice Du Welz, Vincent Tavier, Romain Protat
Produzione: Savage Film, One Eyed, Scope
Durata: 1,36
Interpreti: Thomas Gioria, Fantine Harduin, Benoît Poelvoorde

Paul è un ragazzo di 12 che vive in una casa immersa in un bosco delle Ardenne, nei pressi di una clinica psichiatrica dove lavora sua madre. Ama la natura, conosce tutti i tipi di uccelli che incontra nelle sue passeggiate solitarie ma un giorno si imbatte una ragazza che corre urlando: è Gloria, una paziente della clinica, inseguita da due infermieri. Dopo quel primo incontro ne seguono altri. Paul si prende una cotta per lei e quando Gloria gli propone di fuggire insieme, lui accetta. Si incamminano nel bosco, vivendo di frutti selvatici, sapendo di essere inseguiti…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Paul è un bravo ragazzo che ha l'unico difetto di essersi innamorato. Un amore che si è trasformato in adorazione, per la quale ha perso ogni capacità di discernimento
Pubblico 
Adolescenti
Qualche situazione carica di tensione. Una breve scena di nudo
Giudizio Artistico 
 
Il regista ha trovato la giusta forma espressiva per comunicarci il lirismo che promana da una natura incontaminata e la forza travolgente di un amore adolescente. Ha raccolto molti premi: miglior film per l'Associazione belga dei critici cinematografici, miglior regia per il Festival Internazionale del Cinema di Odessa. premio Wanted Cinema al Tertio Millennio Film fest 2021

E’ indubbio che abbiamo visto tanti road-movie con una coppia in fuga, dal più classico Gangster Story  al più recente Queen & Slim ma anche Green Book può rientrare in questa categoria. Sono film carichi di tensione per la presenza di una minaccia incombente ma con una dinamica molto particolare; le varie tappe del viaggio costituiscono altrettanti momenti in cui i due protagonisti riescono ad approfondire la loro conoscenza così come quella di un mondo a loro sconosciuto e spesso ostile. Per Paul e Gloria possiamo parlare di perfetta complementarietà che viene progressivamente a svelarsi: lei è decisa, aggressiva, impulsiva quanto lui è riflessivo e incerto. Se Gloria ha per lui una simpatia istintiva e sensuale, per Paul si tratta di un amore che finisce per diventare l’essenza del suo vivere, al di là di ogni ragionevolezza (lei è indubbimente malata), diventa adorazione.  Se il pericolo di venir ritrovati dal personale della clinica risulta prevalente nella prima parte, in seguito la minaccia dell’ignoto viene più genericamente dal mondo degli adulti, non perché siano realmente pericolosi (la coppia olandesi in barca, il contadino solitario, anche se Gloria, nella sua paranoia, li crede tali), ma perché si contrappongono a quel mondo che i due adolescenti si sono costruiti, dove ci sono solo loro due e  una superba natura selvaggia. Così il loro amore diventa sempre più esclusivo e malato, mentre il racconto di tinge progressivamente di tinte horror (specialità nella quale il regista Fabrice du Welz aveva già manifestato le sue particolari doti con Calvaire , 2004), a causa soprattutto della natura oscura di Gloria.

E’ facile dare un giudizio artistico a questo lavoro: i due giovani protagonisti sono praticamente perfetti nella loro complementarietà, il regista ha lavorato molto sulla fotografia della luce, dell’acqua, dei tramonti, degli stormi di uccelli aquatici che solcano il cielo, una sinfonia  lirica intorno a una natura incontaminata.  Non mancano riferimenti espliciti a un desiderio panteista di immersione nella natura, espresso dal personaggio interpretato dal sempre bravo  Benoît Poelvoorde.

Da un punto di vista valoriale/educativo  non c’è molto da dire. Non si tratta propriamente di un racconto ma di una pittura. Una pittura che ci vuole comunicare i colori della natura, sensazioni, pulsioni emotive, non ci sono messaggi da recepire. Dispiace che quell’amore così puro che Paul sente per Gloria, che non riesce mai a negarle l’aiuto che gli chiede, invece di diffondersi all’esterno per effetto della felicità che porta con se, imploda e si rinchiuda fra le pareti oscure della mente di Gloria, partecipando incondizionatamente alla sua follia

Autore: Franco Olearo


Share |