I PASSI DELL'AMORE

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: A Walk to Remember
Paese: USA
Anno: 2002
Regia: Adam Shankman
Sceneggiatura: Karen Janszen
Produzione: Warner Bros., Pandora Cinema, DiNovi Pictures
Durata: 101
Interpreti: Shane West, Mandy Moore, Peter Coyote,

Carter ha diciotto anni e vive in una città della Carolina del Nord assieme a sua madre (il padre se ne è andato e Carter conserva del rancore nei suoi confronti). Con alcuni compagni e compagne (in particolare Belinda, la sua ragazza) hanno costituito una banda che pensa solo a divertirsi e a fare i bulli ma una sera osano troppo: sfidano un giovane ragazzo a buttarsi dall’alto in una piscina artificiale e questi si fa male. Il preside della scuola dà a Carter un’ultima chance: dovrà sostenere nel doposcuola i ragazzi più difficili e partecipare all’annuale recita scolastica. In questi ambienti conosce Jamie, la figlia del reverendo della chiesa locale, sempre derisa da tutti per i suoi abiti monacali. Anche Carte è sempre pronto a prenderla in giro ma questa volta ha bisogno di lei: le chiede di poterla raggiungere in casa ogni pomeriggio per ripetere assieme le battute della recita scolastica…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Ben descritta è la genesi dell’amore fra un ragazzo e una ragazza: il loro progressivo conoscersi e beneficiare della vicinanza dell’altro
Pubblico 
Pre-adolescenti
Qualche espressione sessualmente esplicita
Giudizio Artistico 
 
L’autore spinge un po’ toppo sul lacrimoso ma è ben sviluppata la storia d’amore fra i due ragazzi

Carter è un ragazzo cattivo? No, è un ragazzo sfiduciato. Nei colloqui con la madre mostra un forte rancore nei confronti di suo padre che li ha abbandonati tanto tempo fa. Interrogato da Jamie, lui dice di non credere in Dio perché c’è troppo male nel mondo. Si concentra allora nell’essere importante all’interno del gruppo, a primeggiare nel raccogliere ragazze e nel fare le cose più audaci. C’è però un fondo di serietà in lui, perché quando il ragazzo che ha sfidato cade malamente in acqua da un trampolino, è lui a cercare di rianimarlo, mentre tutti gli altri scappano. E lei, Jamie, è proprio così santarellina e diversa dalle altre? Sicuramente è una cristiana piena di fede, si occupa di aiutare gli altri, legge molti libri  ed è appassionata di astronomia ma si veste in modo da non stimolare assolutamente l’interesse dei ragazzi e  il suo essere serena nella diversità nasconde un mistero che si scoprirà presto. Quando i due ragazzi iniziano a conoscersi, è interessante notare come, fra vari battibecchi, ognuno finisca per scavare nell’intimità dell’altro. Quando Carter rifiuta inizialmente di partecipare alla recita, è lei che gli fa notare che partecipare alla recita sarebbe, al contrario, un metodo importante per farsi notare: lui “senza pubblico non è nessuno” E quando lei scopre che lui non vuol far sapere che sta cooperando con la santarellina della classe, lei gli rivela quello che credeva di aver colto con il suo intuito femminile: “credevo vi aver visto qualcosa di buono in te”. Ma anche lui riesce a costringerla a mettersi a nudo: “forse hai solo paura che qualcuno voglia stare veramente con te non potresti più nasconderti dietro i libri o i telescopi o la tua fede” Superata la prima fase dell’innamoramento, quella che spinge i due togliersi la maschera, inizia l’arricchimento reciproco che scaturisce dall’amore. “Jamie ha fiducia in me mi fa venir la voglia di essere diverso migliore”: confida Carter alla madre. Ma anche lei, che ormai gli ha rivelato la sua grave malattia, gli manifesta la bellezza del dono che sta ricevendo: “Stare con te mi fa vivere più a lungo; ho soltanto paura di perdere te”

La tematica della fede in un Dio creatore non è secondario in questa storia. All’inizio lui dice di non credere perché vede troppo male nel mondo. Lei risponde che senza dolore non ci sarebbe la compassione ma la risposta appare poco convincente. Solo dopo, quando entrambi saranno pienamente immersi nel dolore, troveranno da soli la risposta giusta: è proprio il loro amore che li porterà a donare l’uno all’altra la propria vicinanza fin quando sarà possibile.

Su un film come questo sparare a zero è fin troppo facile. L’espediente di far tirare fuori il fazzoletto dagli spettatori con il pretesto della malattia di uno dei due innamorati è stato usato e abusato. Non mancano scivolate di pura letteratura (Jamie regala a Carter un libro dove sua madre aveva annotato toccanti aforismi di vari scrittori) e l’inno della carità di san Paolo, sia pur con parole modificate, è citato due volte.

Nonostante questi ineliminabili difetti, lo sviluppo della storia d’amore fra i due ragazzi, grazie anche alla bravura dei due protagonisti, appare assolutamente credibile: dobbiamo solo scrollarci di dosso un po’ di cinismo che si potrebbe essere stratificato nei nostri cuori.

Autore: Franco Olearo


Share |