DUMBO

 
Titolo Originale: Dumbo
Paese: USA
Anno: 2019
Regia: Tim Burton
Sceneggiatura: Ehren Kruger
Produzione: Walt Disney Pictures, Tim Burton production
Durata: 112
Interpreti: Colin Farrell, Michael Keaton, Danny Devito, Eva Green

Splendido rifacimento live action del classico del 1941 che racconta la storia di un elefantino fuori dall’ordinario denigrato socialmente per le suo orecchie troppo grandi. Raccontato con parole d’oggi, una storia di bullismo e riscatto: Dumbo da esempio di emarginazione a grande star. Un film che riporta alle origini per ricordarci quanto è importante tenere sempre a mente da dove veniamo.

Valutazioni
Valori e Disvalori 
 
L’amore a 360 gradi è il tema principale affrontato in questo ultimo remake Disney. L’amore materno, in particolar modo, è raccontato in maniera coinvolgente ma non straziante come ci si sarebbe aspettati.
Pubblico 
Tutti
Giudizio Artistico 
 
Commuovente e toccante l’interpretazione di Colin Farrel, un eccezionale, come sempre Danny DeVito. Meno originali e coinvolgenti i personaggi interpretati da Eva Green e Micheal Keaton. Gli effetti speciali con cui è stato realizzato Il piccolo Dumbo sono talmente perfetti da renderlo quasi reale.

Halt Ferrier, reduce di guerra, ritorna finalmente a casa. Molte cose sono cambiate: ha perso il braccio, la moglie tanto amata e il suo vecchio lavoro. I suoi figli, Milly e Joe, sono rimasti sotto l’affidamento del singolare Maximilian Medici, proprietario di un circo itinerante sull’orlo del fallimento la cui ultima chance di ribalta è la nascita di un cucciolo di elefante da aggiungere come star al suo show decadente.

Ma il baby elefantino riserva una sorpresa che non tutti apprezzeranno perché ingannati dalle apparenze: il piccolo ha delle orecchie fuori dal normale. Se per il resto degli acrobati del circo, e in particolare Maximilian, la situazione può sembrare anormale, Milly e Joe si affezionano subito al piccolo che, dietro un apparente handicap, nasconde un grande segreto. Con l’aiuto di una semplice piuma Dumbo (diminutivo datogli dal pubblico durante la sua prima disastrosa esibizione) starnutisce fuori controllo facendo sì che le sue enormi orecchie lo facciano alzare da terra quasi in volo. Solo i suoi giovani amici capiranno le potenzialità della cosa appena scoperta e gli insegneranno a domare questo dono.

Sulla scia del tema del diverso, Tim Burton si sposa perfettamente con la favola di Dumbo ricordandoci un aspetto fondamentale: ciò che è insolito talvolta spaventa ma, al tempo stesso, ci riserva la possibilità di mettere in discussione i pregiudizi e rivedere il nostro punto di vista poiché le apparenze spesso possono ingannare.

Come in Big Fish (2003) Danny DeVito incanta e fa ridere, con la sua bravura aiuta ad immergerci più facilmente nelle favole che Burton racconta con tanta abilità. Un grande cast d’eccezione come non si vedeva da qualche tempo.

Non a caso la Disney punta su Colin Farrel, nel ruolo del padre già nello straordinario Saving Mr Banks (2013). Ma se George Banks era troppo preso dai suoi problemi per rendersi conto del disagio che arrecava a chi lo amava, Halt Farrier è un padre che fa ammenda e appoggia in pieno i suoi figli, fino a rischiare la sua stessa vita pur di non deluderli.

Se i piccoli Farrier non hanno potuto fare nulla per evitare di perdere la loro madre, ora hanno la possibilità di non far provare lo stesso dolore al piccolo elefantino e di aiutarlo in ogni modo possibile a ricongiungersi con la sua mamma. A prova del fatto che, spinti dall’amore, siamo capaci di fare qualsiasi cosa.

Una menzione speciale va alla straordinaria colonna sonora di Danny Elfman in perfetta simbiosi “burtiana” avendo già collaborato con lo stesso regista per tantissimi film tra i più noti: Batman(1989), Edward mani di forbice (1990),  A Nightmare before Christmas (1993), Big Fish (2003), La fabbrica di cioccolato(2005), Alice in Wonderland (2010).

Temi classici del cinema burtiano: amore, perdita, separazione e crescita che permettono l’identificazione dello spettatore, anche il più piccolo.

Dumbo è da esempio, insegna a non mollare, a rialzarsi se qualcuno ci butta per terra, a far ricredere chi non crede in noi, chi ci abbandona nel momento del bisogno e a trovare la forza di credere in noi stessi.

Ma, come in tutte le più belle favole Disney, è solo con l’aiuto degli amici che l’impossibile diventa possibile.

Autore: Sabrina Guarino


Share |