IRON MAN

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: IRON MAN
Paese: Usa
Anno: 2008
Regia: Jon Favreau
Sceneggiatura: Arthur Marcum, Matthew Hollaway, Mark Fergus, Hawk Ostby
Durata: 126'
Interpreti: Robert Downey Jr,, Gwyneth Paltrow, Terrence Howard, Jeff Bridges

Tony Stark ha ereditato da suo padre una fiorente azienda di armi e personalmente è un progettista di grande talento. In trasferta in Afghanistan per presentare ai rappresentanti dell'esercito americano un nuovo, micidiale missile, cade prigioniero dei talebani. Durante i tre mesi di prigionia, con la falsa promessa di lavorare per loro, riesce a costruirsi una corazza inattaccabile che gli consente di fuggire dal rifugio dove era stato rinchiuso.

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Il nostro eroe affronta i cattivi di tutto il mondo ma non gli è estraneo un certo fanatismo guerrafondaio
Pubblico 
Pre-adolescenti
Alcune scene di violenta battaglia
Giudizio Artistico 
 
Grande prova di professionalità nella realizzazione di spettacolari scene d'azione. Robert Downey riesce a costruire un protagonista autoironico e spaccone

Questi eroi ricavati dai fumetti della Marvel sembrano tutti uguali. Tony Stark, alias Iron Man non ha poteri straordinari ma dispone di attrezzature high tech (siamo quindi dalle parti di Batman); anche lui è un miliardario, combatte contro tutti i malvagi della terra  ma inevitabilmente ha un punto debole (tipo cryptonite di Superman): può vivere solo grazie a un pacemaker supertecnologico. Come variante rispetto a Batman, le figure del maggiordomo e della fidanzata perenne sono unificate: Tony è coadiuvato da  una assistente segretamente innamorata di lui.

Sono quindi particolarmente da ammirare le doti del regista e degli sceneggiatori che sono  riusciti a costruire una storia avvincente e con risvolti originali. 

Tanto per iniziare Tony Stark non dispone  delle virtù di Peter Parker o di Clark Kent: gioca d'azzardo, beve, è un inguaribile donnaiolo e fa un "mestiere sporco": produce armi.  Non gli mancano però capacità di autocritica e nello sviluppo della storia, dopo un periodo passato in prigionia dei talebani in Afghanistan  e aver scoperto che le sue armi vengono usate con effetti micidiali da entrambi i fronti, subirà una radicale presa di coscienza, abbandonando la fabbricazione delle armi  e decidendo di applicare le sue doti di tecnico geniale per debellare i cattivi della terra.

Potendo contare in  questo modo su di una simpatica faccia da schiaffi, il racconto si sviluppa con molta autoironia e la sempre un po' noiosa fase di progettazione della superarmatura è puntellata da  goffe e spiritose prove fallite. Non mancano scene di azione ad alto effetto spettacolare, grazie all'ausilio ormai insostituibile della computer grafica, come l'agguato iniziale al convoglio statunitense in Afghanistan e l'inseguimento  nei cieli di Iron Man da parte di due caccia militari. Bisogna riconoscere che Hollywood sa realizzare molto bene questo tipo di film.

Il film mostra chiaramente di volersi accattivare un pubblico sensibile a riferimenti patriottici, favorevoli all'interventismo americano nelle parti calde del pianeta. Se l'eroe dei fumetti, nato nel '63, si prodigava a fianco dei marines nel Vietnam,  Iron Man versione 2008,  espressione  della superiorità tecnologica americana,  interviene giusto in tempo per salvare da solo gli inermi abitanti di un villaggio afgano dalla spietatezza di un'intero drappello di talebani.

Lo stesso Tony Stark, quando indossa gli abiti civili dell'imprenditore, non esita a rilasciare dichiarazioni alquanto guerrafondaie: "dicono che la migliore arma sia quella che non si deve usare mai, io preferisco quella che si deve usare una sola volta. E' così che fa l'America e finora ha funzionato bene".

Tornato in patria, dopo tre mesi di prigionia con i talebani, deve subito andare a fare qualcosa di molto americano: corre a gustarsi un Burger King.

Autore: Franco Olearo


Share |