COME UN URAGANO

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Nights in Rodanthe
Paese: USA
Anno: 2008
Regia: George C. Wolfe
Sceneggiatura: John Romano e Ann Peacock
Produzione: Warner Bros. Pictures
Durata: 97''
Interpreti: Diane Lane, Richard Gere, Christopher Meloni, Viola Davis

Dopo essere stata tradita e lasciata da sola a crescere due figli, Adrienne si ritrova sulla porta il marito, che la implora di riprenderlo a casa. Ancora ferita e indecisa sul da farsi, la donna accetta di sostituire per qualche giorno un'amica nella gestione di una pensiocina sul mare. Lì deve occuparsi di un unico cliente, un affascinate medico dal passato misterioso.

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
perché tutte le storie di questo tipo sembrano suggerire che il vero Amore è quello impossibile, strutturalmente incompatibile con il matrimonio?
Pubblico 
Adolescenti
qualche scena lievemente sensuale
Giudizio Artistico 
 
gli stereotipi del melò patinato ci sono tutti, infilati senza ritegno uno dopo l'altro

Se non fosse per la presenza di due star hollywoodiane un po' stagionate (Richard Gere e Diane Lane, al terzo film insieme), Come un uragano non sfigurerebbe nel palinsesto pomeridiano di qualche tv commerciale. Un bel tv movie per casalinghe, due ore di evasione da fornelli e aspirapolvere per sognare l'Amore con la A maiuscola, che come sempre ha poco a che fare con il quotidiano e le sue fatiche. Questo racconta la storia di Adrienne, madre amorosa e moglie tradita, sotto sotto delusa dalla vita, a cui la giostra del destino riserva una  “seconda occasione” da manuale: una pittoresca palafitta sulla spiaggia, uno straniero fascinoso e incupito, una lezione di vita da impartire e una da ricevere, il tutto condito dalla minaccia di un uragano, per dare un po' di respiro a una storia potenzialmente claustrofobica. Il ritmo da crociera e la desolante mancanza di azione a favore di chiacchiere e spiegazioni tradiscono l'origine “letteraria” della sceneggiatura: un romanzo di Nicholas Sparks, scrittore americano di successo planetario, specializzato in polpettoni sentimentali molto apprezzati dal pubblico femminile.

A partire dalla location fuori dal mondo e fuori dal tempo (una romantica palafitta di 100 anni che resiste  alla tempesta senza riportare un graffio!), gli stereotipi del melò patinato ci sono tutti, infilati senza ritegno uno dopo l'altro. La storia è così prevedibile che se ne intuisce ogni singola svolta, e la si attende sbadigliando. Non appena il personaggio di Diane Lane entra in scena sappiamo subito che, nonostante la prospettiva di un riavvicinamento con il marito, non vede l'ora di buttarsi alle spalle vent'anni di deludente vita coniugale per sperimentare  il vero Amore. Sai che novità. Non appena il capello brizzolato e l'occhio porcino di Richard Gere si posano sulla finta dimessa Lane sappiamo che i due finiranno insieme. E infatti. Non è difficile nemmeno immaginare che l'amore scoppierà nella notte di tregenda, sotto il segno dell'ennesimo evento annunciato, e cioè l'uragano del titolo, metafora poco sottile dello sconvolgimento che l'Amore può portare nelle vite di due persone già mature. L'uragano, a dir la verità, si rivela poco più di un acquazzone, perché toglie il disturbo nel giro di poche scene, dopo aver  assolto la sua funzione primaria, e cioè far scattare la passione tra i due protagonisti. La storia scorre lineare verso il finale più ovvio, movimentata soltanto da uno scherzo conclusivo del Fato che - più che emotivamente coinvolgente - risulta vagamente iettatorio.

Insomma, una parata di situazioni e stilemi già letti in mille romanzi rosa, un campionario di luoghi comuni già visti in mille film d'amore “senili”, che inneggiano alla possibilità di una seconda occasione. Su tutti, la celebrazione dell'Amore che “ti dà il coraggio di essere migliore di quella che sei e di non sminuirti, quello che ti fa sentire che qualunque cosa è possibile”.

Tutto legittimo, per carità: l'amore non può essere meno di questo. Ma allora sorgono due domande: come mai questo genere di sentimento sembra sempre strutturalmente incompatibile con il matrimonio? E perché tutte le storie di questo tipo, tra le righe, sembrano suggerire che il vero Amore è quello impossibile, o per natura o per fato?

Autore: Chiara Toffoletto


Share |