THE AMAZING SPIDER-MAN 2 - IL POTERE DI ELECTRO 3D

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: The Amazing Spider-Man 2
Paese: USA
Anno: 2014
Regia: Marc Webb
Sceneggiatura: Alex Kurtzman, Roberto Orci, Jeff Pinkner
Produzione: MARVEL STUDIOS
Durata: 140
Interpreti: Andrew Garfield, Emma Stone, Jamie Foxx, Dane DeHaan

Peter/Spider-Man si è ormai diplomato assieme a Gwen ma non riesce a conciliare l’amore che prova verso la ragazza con l’impegno fatto a suo padre prima di morire. Continua a indagare sulla misteriosa morte di suo padre: scopre che lavorava alla OsCorp per progetti avanzati di ingegneria genetica e teme che alcuni esperimenti possano esser ripresi, proprio ora che la società è passata nelle mani del suo amico Harry Osborn…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Peter/Spider-Man cerca sempre di essere coerente con le promesse fatte e onesto e sincero con tutti anche se ciò può provocargli sofferenza
Pubblico 
Pre-adolescenti
Un eccesso di cinematismo può disturbare i più piccoli, incluse alcune scene impressioinanti
Giudizio Artistico 
 
Il film vive di rendita della rivitalizzazione dell’antico eroe diventato ora molto umano già introdotta nella trilogia di Sam Raimi ma svolge il compito con diligenza, senza guizzi di originalità

Non è difficile immaginarsi lo spettatore-tipo per il quale il film è stato realizzato: adolescenti con in mano un bicchierone di pop corn e gli occhialini 3D in una sala a schermo gigante immersi nella potenza del Sensurround. Da questo punto di vista il film offre esattamente quanto ci si poteva attendere: salti acrobatici di Spider-Man fra i grattacieli di New York, cattivi tecnologicamente super attrezzati che immancabilmente vengono sgominati (questa volta ce ne sono ben tre) e la romantica ma contrastata storia d’amore fra Spider-Man/Peter Parker e Gwen Stacy. Questo è quanto il pubblico si aspettava ma il problema di questo film sta proprio qu, nella sua inerte adesione a uno schema ormai impostato.

I cattivi sono veramente temibili, ma si tratta di avversari tecnologici, che Spider-Man riesce a sopraffare con contro-misure tecniche: manca la forte caratterizzazione e il fascino di un genio del male. In questa puntata Super-Man deve piuttosto stare molto attento quando parla, perché rischia continuamente di venir male interpretato da antagonisti suscettibili: se Electro è uno psicopatico arrabbiato con lui per il solo fatto che non si  è ricordato del suo nome, Harry Osborn, un suo vecchio amico di scuola, si trasforma in un temibile avversario perché gli sembra che Spider-Man non voglia aiutarlo.

Molto tenera la relazione fra Peter e Gwen con momenti di struggente romanticismo caratterizzati da: “ora ti lascio/ora ti riprendo”, dove il regista  Marc  Webb, già autore di 500  giorni insieme – 2009 cerca di dare del suo meglio ma la difficoltà del loro riuscire a stare insieme (la promessa fatta da Parker al padre di Gwen prima che lui morisse) era stata già impostata nel film precedente e la loro relazione non subisce evoluzioni. Si assiste a un un andamento pendolare, una situazione di stallo  eccessivamente diluita e sarà solo il fato, nel finale, a decidere per loro.

Peter Parker cerca continuamente di conciliare la sua grigia vita borghese (è riuscito anche a diplomarsi, come apprendiamo dalle scene iniziali) con i suoi impegni da super-eroe ma questa tematica era già stata sviluppata molto bene  in Spider-man 2  nell’ambito della  trilogia firmata da  Sam Raimi e ben poco di nuovo ci viene detto, ne’ gli sceneggiatori ce lo propongono come un dato ormai acquisito.,

L’ironia, cosi vitale  in questo genere di film pere evitare di appesantire il racconto di eccessivo trionfalismo,  si manifesta solo a tratti e non riesce a intaccare la prosaicità dello sviluppo; discutibile e ben poco originale l’inserimento dello scienziato che fa esperimenti su esseri umani, caratterizzato da un pesante accento tedesco.

 Il film troverà sicuramente il gradimento di chi è entrato nella sala solo per ricevere delle conferme ma chi non si rinnova è perduto: questa puntata ha già consumato il premio fedeltà che ci si poteva attendere ed è arrivata nuda alla meta.

Autore: Franco Olearo


Share |