POMPEI 3D

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: Pompeii
Paese: USA
Anno: 2014
Regia: Paul W.S. Anderson
Sceneggiatura: Janet Scott Batchler, Lee Batchler e Michael Robert Johnson
Produzione: Paul W.S. Anderson, Jeremy Bolt, Robert Kulzer, Don Carmody per Constantin Film/ Impact Pictures
Durata: 105
Interpreti: Kit Harington, Emily Browning, Kiefer Sutherland, Kate Moss

79 d.C. Milo, ultimo rappresentante di una tribù celta sterminata dai Romani, fatto schiavo da bambino e costretto a combattere come gladiatore nelle province, viene poi condotto da un astuto mercante fino a Pompei. La corrotta città romana è alla vigilia dell’eruzione che la distruggerà ma nessuno se ne rende conto. Poi un giorno la strada di Milo si incrocia con quella della bella Cassia, figlia di un ricco mercante su cui ha messo gli occhi il crudele senatore Corvo, che altri non è se non il responsabile dello sterminio della tribù di Milo. Ma il vulcano si risveglia e per Milo inizia la corsa contro il tempo per salvare la sua amata…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
I buoni sono valorosi e i cattivi sono molto cattivi
Pubblico 
Pre-adolescenti
Scene di tensione e violenza nei limiti del genere
Giudizio Artistico 
 
La ragion d’essere di questo film è l’uso del 3D per la più scenografica catastrofe di tutti i tempi ma i personaggi non hanno alcun spessore

W.S. Anderson (quello dei vari Resident Evil,  di recente già responsabile dello stravolgimento in salsa videogame de I tre moschettieri)  non ha proprio saputo resistere alla tentazione di mostrare con l’ausilio del 3D la più famosa e grandiosa eruzione dei tutti i tempi, buttando giù edifici, facendo saltare montagne e seppellendo migliaia di persone (spettatori compresi)  sotto proiettili di fuoco, lava, lapilli e  cenere. La possibilità di sbizzarrirsi in questo senso dev’essere stato il movente del regista, dal momento che di immaginare una vicenda vera e propria e dei personaggi di un minimo spessore da coinvolgere nel suo disaster/peplum movie lui e i suoi sceneggiatori non si sono preoccupati quasi per niente…

Radunato un cast che ammicca più alla tv che al cinema (il giovane e taciturno protagonista Kit Harington viene da Game of Thrones e rispetto alla serie HBO “sveste” i panni del Guerriero della notte per mostrare una notevole forma fisica e un’espressione corrucciata, l’antagonista è Kiefer 24 Sutherland), il regista si accontenta di un minimo sindacale in termini di plot. Il protagonista Milo è un po’ il gladiatore di ridley-scottiana memoria, un po’ Spartaco e un po’ Ben Hur, mentre la sua bella Cassia potrebbe essere uscita da una qualche serie per teenager americana per quanto poco è approfondito il suo personaggio. Per non parlare del cattivissimo antagonista, il senatore Corvo, un villain talmente privo di profondità da sfiorare la macchietta. Tutto quello che gira attorno a loro riprende meccanicamente i vari tipi del genere catastrofico senza grandi sforzi di fantasia.

Penalizzata da una eccessiva compressione temporale (in pratica le 48 ore prima dell’eruzione, preannunciate da vari fenomeni di cui nessuno, per altro, sembra preoccuparsi), la vicenda riserva davvero poche sorprese ed è intervallata da combattimenti acrobatici che sarebbero più interessanti se avessimo fatto un qualche minimo investimento emotivo nei personaggi coinvolti… cosa che il loro scarso approfondimento rende in realtà impossibile.

Del resto il contesto di questa Pompei, città romana dove i Romani sembrano stranamente una forza di occupazione, resta sempre piuttosto indefinito e alla pellicola manca la capacità di far vivere la tensione crescente tra i personaggi – principali e secondari – in parallelo con il pericolo montante di cui nessuno è consapevole.

Di fatto, esaurito il fascino dei combattimenti, non resta che aspettare l’inizio dei “fuochi d’artificio”, con il 3D (fino a quel momento francamente inessenziale) che finalmente può dare il meglio di sé tra cenere e lapilli, proiettili di lava e nuvole di fumo che travolgono la città senza però aggiungere molto al dramma dei protagonisti.

Il risultato è uno spettacolone senz’anima, in cui non si spasima né si spera per nessuno, in cui la patina di ventilata “esattezza storica” riesce solo a suscitare un ulteriore disappunto per tante risorse mal impiegate.

Autore: Laura Cotta Ramosino


Share |