LA PARTE DEGLI ANGELI

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
Titolo Originale: The Angels’ share
Paese: Gran Bretagna, Francia, Belgio, Italia
Anno: 2012
Regia: Ken Loach
Sceneggiatura: Paul Laverty
Produzione: Sixteen Films/Why Not Productions/ Wild Bunch/ BFI/ Les Films du Fleuve/ Urania Pictures/France 2 Cinema/ Canal +/ Cinecinema/ Soficinema 8/ Le Pacte/ Cineart/ France Télévisions/ Canto Bros
Durata: 101
Interpreti: Paul Brannigan, Siobhan Reilly, John Henshaw, Gary Maitland, Roger Allam

Robbie, cresciuto da genitori delinquenti, ha passato l’adolescenza dentro e fuori dal riformatorio e l’ultima condanna l’ha scontata per aver picchiato un ragazzo fino a fargli perdere la vista da un occhio,. Ma ora la sua ragazza Leonie sta per partorire un bambino e lui ha deciso di rigare dritto. Per l’ultima intemperanza si becca 300 ore di servizi sociali, ore durante le quali incontra Rhino, Albert e Mo, sbandati come lui su cui nessuno punterebbe nulla. Nessuno tranne Henry, l’uomo che si occupa di loro e che fa conoscere a Robbie e agli altri il mondo del whiskey e delle distillerie… Robbie si scopre anche un certo palato per la bevanda ma l’occasione della vita potrebbe venire dall’asta di una botte pregiatissima. Peccato che l’idea di Robbie non sia propriamente legale…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Il film sottolinea che anche i ragazzi più sbandati hanno bisogno di uno sguardo diverso su di loro, qualcuno disposto a dare una seconda (e magari anche terza e quarta) possibilità che li spinga a muoversi
Pubblico 
Adolescenti
Turpiloquio, una scena di violenza, uso di alcol e droga. Censura UK: VM15
Giudizio Artistico 
 
Ken Loach conferma la sua grande capacità di narrare e di delineare caratteri, questa volta con toni esilaranti e inattesi

Un padre e una madre spesso in galera e incapaci di crescerlo, un’adolescenza da senzatetto, drogato e piccolo delinquente, una certa tendenza a menare le mani. Sono questi gli handicap che sembrano condannare Robbie, agli occhi del mondo ma anche di se stesso, ad un destino da perdente e da nullità.

A cambiargli la vita, però, arriva la nascita di un figlio, che sembra insegnargli con la sua sola presenza un senso di responsabilità verso se stesso, ma anche verso gli altri, che non aveva mai posseduto e che gli infonde il desiderio di cambiare.

Anche questo però non sarebbe sufficiente se sulla strada di Robbie non arrivasse qualcuno pronto a dargli credito nonostante tutto, a credere in lui e nel suo desiderio di crescere. Henry, l’uomo che si occupa di uno scalcagnato gruppo di mezzi delinquenti e disperati destinati ai servizi sociali, è a sua volta un uomo solo e ferito dalla vita (si intuisce con discrezione una famiglia lontana, forse perduta con un divorzio) ma ancora capace di appassionarsi al destino di ragazzi su cui nessuno scommetterebbe nulla e di condividere con loro le sue passioni.

Prima di tutto quella per il whisky, che diventa una scuola di vita, oltre che di gusto, per ragazzi abituati a bere tanto e male, solo per stordirsi, e che imparano per prima cosa (almeno qualcuno di loro) il rispetto per una bevanda che richiede tempo e dedizione.

Da una visita a una distilleria e da una degustazione a Edimburgo nasce una passione condivisa e poi un piano folle e geniale per rubare un whisky che vale milioni di sterline. Un missione che unirà Robbie (che deve trovare un modo per sfuggire al suo destino già scritto e per dare un futuro anche a Leonie e al loro figlioletto) e i tre amici scalcinati quanto lui: la cleptomane Mo, lo spudorato Rhino e soprattutto Albert, che sembra vivere in un mondo tutto suo sospeso tra idiozia e genialità.

L’incontro tra i quattro delinquentelli e il mondo sofisticato dei collezionisti di whiskey è meno assurdo di quello che può sembrare e del resto quel che ha in mente Robbie non è una vita di crimine in scala più grande ma la terra promessa di un lavoro vero.

Quello che, secondo Loach (fedele in questo, seppure in una forma assai più positiva, umanistica e sorridente, al suo immancabile assunto marxista), risolverebbe tanti problemi della gioventù sbandata di oggi. Forse però quello di cui questi ragazzi hanno davvero bisogno è uno sguardo diverso su di loro, qualcuno disposto a dare una seconda (e magari anche terza e quarta) possibilità che li spinga a muoversi. Forse solo qualcuno troverà il modo di spendersi bene questa occasione e di non buttarla via in bottiglie da poco conto, ma ne sarà valsa la pena.

La “parte degli angeli” cui fa riferimento il titolo è la parte di whiskey che ogni anno evapora nell’aria e va apparentemente perduta. Ma forse no…come non vanno perduti gli atti di gentilezza e fiducia, che Robbie saprà premiare con un nettare che vale centinaia di migliaia di sterline anche se è nascosto nella bottiglia di una bibita da supermercato.

 

Autore: Laura Cotta Ramosino


Share |