THE AVENGERS - I VENDICATORI

  • strict warning: Non-static method view::load() should not be called statically in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/views.module on line 907.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_style_default::options() should be compatible with views_object::options() in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_style_default.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/fctadmin/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 0.
 
Titolo Originale: The Avengers
Paese: USA
Anno: 2012
Regia: Joss Whedon
Sceneggiatura: Joss Whedon e Zak Penn
Produzione: Marvel Enterprises/ Marvel Studios
Durata: 142
Interpreti: Robert Downey Jr, Chris Evans, Jeremy Renner, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Scarlett Johannson, Samuel L. Jackson, Tom Hiddleston, Stellan Skarsgård, Gwyneth Paltrow

Quando il malvagio dio Loki, con l’aiuto di un misterioso potere alieno, scende sulla terra e ruba il Tesseracht, il cubo di energia capace di controllare l’universo che lo SHIELD stava studiando, Nick Fury mette insieme una squadra di supereroi per contrastare la terribile minaccia: Capitan America, Iron Man, la Vedova Nera, Bruce Banner (alias Hulk), Hawkeye, cui si unisce anche il dio Thor, venuto sulla terra a riprendere il fratello traditore insieme al cubo…

Valutazioni
Valori/Disvalori Educativi 
 
Film di supereroi come questo offrono a un mondo spesso secolarizzato una sorta di mitologia moderna capace di esplorare verità profonde e condivise.
Pubblico 
Pre-adolescenti
presenza di alcune scene impressionanti
Giudizio Artistico 
 
Il film mescola con abilità momenti di grande azione ad altri di ironia, commedia, approfondimento psicologico e riesce nella non facile impresa di dare il giusto spazio ai singoli eroi, illuminandone i caratteri

Si tratta probabilmente del film di supereroi più atteso della storia del cinema ed è facile in questi casi che dopo tanto aspettare si possa rimanere delusi. Un rischio che non si corre  di certo con l’ultima megaproduzione (anche in termini di durata, ma le oltre due ore filano via che è un piacere) della Marvel, che unisce i supereroi man mano presentati nelle pellicole singole che hanno scandito gli ultimi anni.

Diretto e scritto da Joss Whedon (autore di Buffy l’Ammazzavampiri, ma anche di Firefly, ironica pellicola di fantascienza con poco successo al botteghino ma una solida base di fan), il film mescola con abilità momenti di grande azione (dove per una volta si apprezza l’altrove superfluo 3D) ad altri di ironia, commedia e approfondimento psicologico e riesce nella non facile impresa di dare il giusto spazio ai singoli eroi, illuminandone i caratteri e facendoli interagire al meglio in sorprendenti ma felici combinazioni.

Whedon trasforma quella che deve essere stata una sfida drammaturgica e produttiva non da poco (passare da film centrati sul singolo a uno policentrico e potenzialmente posticcio) in vera e propria materia narrativa. Di fronte al pericolo di Loki e della sua armata i supereroi all’inizio più che una squadra sembrano un gruppo di primedonne che litiga per il posto in prima fila. Tony Stark, fedele al suo personaggio, non risparmia ai colleghi battute sottilmente cinefile (il capelluto e muscoloso Thor, l’australiano Hemsworth, apostrofato “Point Break” e l’arciere occhio di Falco, soprannominato Legolas) e dà il suo meglio nella sfida verbale con Loki, un dio dell’inganno che alimenta bene gli scontri tra super-ego ma poi si lascia fregare da Vedova Nera. Thor torna sulla terra con il suo senso dell’onore e un rinnovato senso di protezione per l’umanità, Bruce Banner lotta con solente dignità contro il peso del suo alterego verde così irritabile, e Capitan America conserva il coraggio e la rettitudine che lo rendevano un personaggio così amabile già nel suo film, diventando facilmente il centro morale del team. La sua prima entrata in azione, quando con il suo scudo protegge un anziano sopravvissuto all’Olocausto che osa opporsi alla pretesa di sottomissione da parte di Loki, è decisamente memorabile e segna il momento in cui il film prende letteralmente il volo.

A fare da claque convinta al gruppo l’agente Coulson, che compariva per pochi minuti, un po’ come Nick Fury, in quasi tutte le pellicole precedenti, e che qui è l’uomo comune in lotta con il Male, ma anche l’incarnazione nella storia del fedele fan dei supereroi (e infatti ha una collezione di figurine vintage di Capitan America che muore dalla voglia di farsi autografare).

La love story appena accennata (meriterebbe un film a sé) tra Vedova Nera (che lotta per riabilitare il suo nome dai crimini passati) e Occhio di Falco,l’arciere infallibile temporaneamente passato al nemico, è l’unica concessione al terreno del sentimento vero e proprio, anche se di sicuro la sfilata di eroi dai muscoli scolpiti ma ricchi di personalità è fatta per conquistare il pubblico femminile di ogni età.

Se i cattivi di turno (extraterrestri corazzati che piovono da un portale nel cielo sopra Manhattan) non si distinguono per originalità, Tom Hiddleston interpreta con la giusta maligna intelligenza Loki e dimostra di aver colto almeno in parte una delle ragioni del fascino che i film di supereroi esercitano sul pubblico di oggi: essi offrono a un mondo spesso secolarizzato una sorta di mitologia moderna capace di esplorare verità profonde e condivise.

Di sicuro c’è l’autentico e ininterrotto divertimento che I Vendicatori offrono e promettono di offrire, visto che tra eroi singoli e in squadra ne avremo in abbondanza per i prossimi anni. E mal gliene incolga a chi non sa distinguere tra questo intrattenimento di gran classe e i beceri giocattoloni stile Transformers.

 

Autore: Laura Cotta Ramosino


Share |