Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 9 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/07/2016 - 09:51

FamilyOscar

Sta iniziando la terza settimana, votate!

PETS – Vita da animali / Filmverde

La Universal Studios, dopo la serie dei due Cattivissimo me, continua con i suoi cartoni scanzonati e ironici. Questa volta punta tutto sulla simpatia che esercitano i cani, coninquilini di tante nostre case. La sceneggiatura è molto semplice ma è piena di gag divertenti

The Affair – Una relazione pericolosa (Stagioni 1 e 2)

Il serial TV The Affair, attualmente in onda su Sky Atlantic e vincitore di due Golden Globe nel 2015, può esser considerato uno dei migliori (tecnicamente ma non eticamente) degli ultimi anni. I due autori, Sarah Treem and Hagai Levi, che si erano già fatti conoscere con il serial In treatment, confermano la loro capacità di entrare in profondità nell’animo e nelle motivazioni dei personaggi, aiutati in questo da ottimi attori e in particolare da Ruth Wilson (a cui è andato un Golden Globe) e da Dominic West. Il serial è la storia di un tradimento coniugale e delle sue nefaste conseguenze. I personaggi sono tanto più veri quanto sono contraddittori, incapaci di restare coerenti con se stessi dopo che il primo atto, il tradimento, è stato compiuto. Il serial ha solo la leggerezza, per mantenere alte le aspettative dello spettatore, di aggiungere una componente thriller, non necessaria all’economia del racconto.

Il sogno di Francesco

In questa nuova rivisitazione della storia di Francesco, i due registi francesi, Renaud Fely e Arnaud Louvet, non sono tanto interessati alla personalità del santo quanto a quella di Frate Elia e al confronto-scontro fra la Chiesa di Innocenzo III e il nuovo ordine, enfatizzando drammaturgicamente il conflitto fra la tensione spirituale che scaturisce da  una vita vissuta in povertà proposta a Francesco e una Chiesa pragmatica, incerta e debole.

L’estate addosso (Maria Grazia Oltolini)

Oltre alla recensione di Vania Amitrano già pubblicata, abbiamo aggiunto questa nuova recensione dell’ultimo film di Gabriele Muccino. Maria Grazia Oltolini conferma il giudizio non positivo del film: il nostro dà ancora una volta prova di essere  un bravo regista ma la sceneggiatura non raggiunge l’obiettivo di raccontare quel momento particolare del passaggio dall’adolescenza alla giovinezza e diventa invece un pretesto per mostrare lo sdoganamento ideologico di un mondo dove tutto è possibile e non esiste il concetto di normalità

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

e sosteneteci anche in questo nuovo anno! Grazie!

Settimana del 25 settembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Ven, 09/23/2016 - 14:54

Frantz - FilmOro

Alla fine della Prima Guerra Mondiale, il francese Daniel va a trovare la famiglia del suo amico Frantz, un tedesco che aveva conosciuto in tempo di guerra. Viene a chiedere perdono perchè  aveva ucciso inconsapevolmente l’amico durante i combattimenti. Un tema trattato con particolare delicatezza in un contesto dove l’odio e il rancore sono ancora forti.

Bridget Jones’s Baby

Il terzo film della serie sulle avventure/disavventure di questa ragazza (che ormai ha 43 anni) che vorrebbe sposarsi e avere figli ma combina sempre grandi pasticci, continua a giocare le sue carte migliori: la presenza di due attori del calibro di Renee Zellweger e Colin Fitrh e uno stile narrativo spregiudicato e trasgressivo nella forma ma che nella sostanza conferma il valore del matrimonio e la bellezza della maternità.

Trafficanti

La storia narrata in questo film, anche se incredibile, è vera: due giovani di Miami diventano milionari vendendo armi all’Esercito U.S.A. ai tempi della guerra in Irak, grazie alla loro spregiudicatezza negli affari. Un altro racconto secondo lo stile di The Wolf of Wall Street: una bramosia irrefrenabile di denaro porta i protagonisti a vivere una breve stagione fatta di lusso, droga e donne pagamento. Un altro film ambiguo perché mostra come queste persone vengano alla fine condannate dalla giustizia ma al contempo invita lo spettatore a condividere con loro una  breve ma esaltante stagione di trasgressione.

Il clan

Un film crudo ma molto ben realizzato (Leone d’argento a Venezia nel 2015) che riesce a evidenziare la fragile facciata di valori e di ideali su cui si reggeva l’Argentina ai tempi della dittatura militare. Un giovane, dopo aver accettato ciò che gli imponeva la famiglia, ha un risveglio di coscienza e poco a poco accetta sempre di meno i delitti del padre fino a una ribellione completa. L'autore, attraverso una breve sequenza, non manca di dare una sferzata a chi pratica la fede  cattolica, perché lo  considera ipocrita e colluso con il potere al tempo della dittatura

Un medico in famiglia 10

Eccoci arrivati alla decima stagione di questo film familiare che certamente non parla di famiglia. La serie punta ancora sui protagonisti storici: Lino Banfi, Giulio Scarpati, Milena Vukotic ma è troppo scoperta l’intenzione di costruire nuovi fatti e nuovi personaggi al solo scopo di cercar di tenere in vita la serie e gli indici di ascolto sono modesti. La fiction, più che parlare della famiglia, dimostra come la si può distruggere, attraverso tradimenti e doppie nozze.  Inoltre gli autori non perdono occasione per ridicolizzare, attraverso l’unico personaggio che si mostra di fede cattolica, molti aspetti cardine della vita cristiana.

 

Dalla prossima settimana potrete scegliere il FamilyOscar 2016: preparatevi!

La Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 18 settebre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/15/2016 - 18:35

Alla ricerca di Dory – FilmVerde

Dopo tredici anni dal bellissimo Alla ricerca di Nemo-FilmOro, questo spin-off sviluppa nuove avventure intorno a Dory, la simpatica compagna di viaggio di Martin dalla memoria labile. Il pregio maggiore di questo film è un’attenta valorizzazione della disabilità. Sono molti i personaggi che hanno qualche problema ma tutti, se opportunamente aiutati dai loro amici, sanno dare il meglio di loro stessi agli altri.

L’estate addosso

Sempre bravo Gabriele Muccino come regista ma l’ambizione di ritrarre quel momento magico nella vita di ognuno di noi, quell’estate irripetibile che chiude il tempo della scuola e non apre ancora quello del lavoro o dell’università, non trova la giusta espressione soprattutto per colpa della sceneggiatura. I personaggio non vengono seguiti nelle loro evoluzioni mentre l’aspetto della sessualità sembra dominare su tutto.

 

E’ iniziata la nuova stagione cinematografica 2016-2017, stiamo riprendendo a pieno ritmo il nostro lavoro e siamo confidenti che saremo aiutati da un vostro sostegno concreto.

La Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana dell'11 settembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/08/2016 - 16:49

La famiglia e i mezzi di comunicazione

La Redazione del nostro settimanale ha avuto il piacere di collaborare alla realizzazione di un corso Web (quindi accessibile da tutti comodamente a casa) su: La famiglia e i mezzi di comunicazione. Sette professori, esperti nel settore della comunicazione etica e sociale, hanno affrontato il tema sotto varie angolature: i rapporti della famiglia con il cinema, la letteratura, Internet, la televisione i videogiochi, i giornali ed è stato anche mostrato come presentare la fede cristiana attraverso i media. Il direttore del nostro settimanale ha curato la realizzazione di alcune esercitazioni pratiche su come presentare i valori della famiglia usando casi narrativi ricavati da film o serial televisivi. Cliccando sulla foto presente in prima pagina in alto potrete accedere al trailer, mentre cliccando sull’editoriale in fondo alla pagina troverete tutti i dettagli su come iscrivervi.

God’s not dead 2 – FilmOro

E stato pubblicato il DVD (in lingua inglese) del sequel di God’s not dead. Il film ritorna a denunciare il problema emergente, anche negli Stati Uniti, del laicismo: l’impossibilità di poter esprimere la propria fede in un contesto pubblico, specialmente nel settore dell’insegnamento. Il film è costruito con più rigore del primo ma non riesce ad esimersi da un certo manicheismo: i fedeli sono mostrati quasi come degli angeli mentre gli atei sono poco meno che dei diavoli.

Independence Day : Rigenerazione – FilmVerde

Venti anni dopo il primo, ecco il sequel di Independence Day: gli alieni sono più cattivi che mai e i nostri eroi debbono moltiplicare il loro coraggio e spirito di squadra sotto la guida infallibile del presidente. Si può accusare questo film di eccesso di semplificazione (non certo di mancanza di professionalità) ma almeno vengono espressi solo buoni sentimenti.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 4 settembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/01/2016 - 06:33

Buon giorno a tutti e ben ritrovati!

Riprendiamo, dopo la pausa estiva, la pubblicazione delle nostre recensioni e  della newsletter settimanale.

Coconut Hero

Si è svolto, a fine luglio, il Fiuggi Film Festival 2016. Hanno vinto a pari merito,  Keeper di Guillaume Senez (un ragazzo e una ragazza di 15 anni affrontano positivamente una gravidanza non prevista) e Magallanes di Salvador Del Solar (un tassista di Lima si trova ad affrontare dolorosi ricordi che lo riportano ai tempi della guerriglia del Sendero Luminoso). Abbiamo preferito recensire sul nostro settimanale  Coconut Hero, che ha vinto il Premio della Giuria dei Giornalisti FFF perché, anche se tecnicamente inferiore agli altri,  tratta il tema di un adolescente alla faticosa ricerca del senso da dare alla vita. Lo sviluppo è ironico e surreale (il ragazzo ritiene, all’inizio della storia, che l’unica soluzione valida sia suicidarsi) ma le conclusioni sono positive e il ragazzo saprà trovare il valore dell’amicizia, del dono di sé e l’emozione del primo amore. Non resta che sperare che il film eviti la “maledizione” dei vincitori  dei precedenti FFF: non venir proiettato nelle sale italiane.

Io prima di te

Questa produzione USA, ambientata in Inghilterra, è un film-tranello. Il lancio del film, lo stesso sviluppo iniziale, lasciano intendere che ci si trova di fronte a una storia super-romantica: lei, giovane badante, si innamora del bel ragazzo bloccato su una sedia a rotelle perché tetraplegico a causa di un incidente. Si tratta in realtà di un film pro-choice a favore dell’eutanasia, inclusa la pubblicità a una delle famose cliniche della morte che prosperano da anni in Svizzera. Il finale, dove lei si gode un viaggio a Parigi usufruendo dei soldi che il ragazzo le  ha lasciato prima di morire, esprime una visione edonistica e materialista della vita.

Fra breve pubblicheremo i  candidati al FamilyOscar 2016 e siamo ansiosi di conoscere le vostre preferenze.

Vi auguriamo una buona lettura e contiamo su un vostro generoso sostegno alle attività Familycinematv per la nuova stagione cinematografica e televisiva.

La Redazione di

www.familycinematv.it

 

 

Settimana del 31 luglio 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 07/28/2016 - 05:29

Braccialetti Rossi 2

Era doveroso recensire questo serial TV italiano, sia per il successo che ha avuto presso il pubblico degli adolescenti, sia in previsione della terza stagione, in arrivo su RaiUno dal prossimo autunno.  Il serial ha indubbiamente molte frecce al sua arco, per la simpatia dei protagonisti (bravi e ben diretti), per le emozioni che suscitano (sfociando a volte nel patetismo) le storie di giovani vite che si trovano davanti alla prospettiva della morte imminente, per la forte solidarietà che si stabilisce fra loro. La sceneggiatura semplifica eccessivamente i rapporti fra i ragazzi e i loro genitori e resta il rammarico che queste storie di amore e di morte non inneschino riflessioni sul valore trascendente da dare alla nostra vita, com’era accaduto in Colpa delle stelle. La fiction ribadisce che la scienza è l’unica fonte delle nostre certezze: per ciò che appare come un mistero oggi, basta solo aspettare i prossimi progressi della ricerca.

Ghostbusters - FilmVerde

E’ del 1984 il Ghostbusters originale, in 28ma posizione nella classifica delle 100 migliori commedie americane; ora questa nuova versione tutta al femminile ne recupera l’ironia e le situazioni demenziali con una computer grafica aggiornata ai tempi ma nella sostanza, pur trattando temi particolari come il preternaturale, propone una storia povera di contenuti. Anche la professionalità delle quattro donne è svilita per dare risalto a banali stereotipi sul mondo femminile. 

 

Come saprà chi ci segue da tempo, ad agosto Familycinematv sospende le sue pubblicazioni: ci rivediamo a settembre e inizieremo subito cercando di scoprire le vostre preferenze per il Familyoscar 2016.

Buone vacanze!

La Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 24 luglio 2016

Inviato da Franco Olearo il Sab, 07/23/2016 - 09:18

Beyond The Mask – FilmOro

E’ possibile parlare di temi profondi come la redenzione, la misericordia e il perdono divini, in un film adatto per i ragazzi, cioè un film di avventura e azione, con fughe, esplosioni e colpi di scena? Questo christian film del 2015 sembra proprio esserci riuscito e ha vinto il Gold Crown come miglior film per giovani all’International Christian Visual Media 2016. Si può riconoscere che è un film di serie B, ma la messa in scena è più che dignitosa e il percorso di conversione del protagonista sotto l’azione della divina misericordiosa è ben delineato

Star Trek Beyond

J.J. Abrams è il Re Mida hollywoodiano (come lo Steven Spielberg di trent’anni prima) che fa diventare oro tutto quello che tocca. Star Trek era una saga che, tra televisione e cinema, era entrata nell’immaginario della cultura popolare come una sacra reliquia, ma senza mai essere presa veramente sul serio. Grazie al tocco magico dietro la regia dei due brillanti Star Trek – Il futuro ha inizio (2009) e Star Trek – Into Darkness (2013, J.J. Abrams è riuscito a trasformare il mito di pochi in una serie di film per tutti, donando al brand quello che mancava di appeal nelle giuste dosi e al momento opportuno. Questo terzo episodio del nuovo filone non delude per ciò che concerne l’intrattenimento ma non c’è niente di originale che possa entusiasmare lo spettatore

C'era una volta Serial TV

Gli sceneggiatori della nota serie Lost hanno avuto un’idea originale: far rivivere le favole raccontate dai film di Walt Disney riportandoli tutti insieme al giorno d’oggi. In  questo modo le riflessioni morali che le fiabe da sempre convogliano attraverso la fantasia, vengono sviluppate in questa serie in modo esponenziale.  I personaggi, inseriti nel mondo reale, affrontano problematiche morali assai concrete: la libertà individuale, la scelta tra il bene e il male, l’esigenza di redimersi, perdonare e continuare a sperare.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 24 luglio 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 07/21/2016 - 21:36

Beyond The Mask – FilmOro

E’ possibile parlare di temi profondi come la redenzione, la misericordia e il perdono divini, in un film adatto per i ragazzi, cioè un film di avventura e azione, con fughe, esplosioni e colpi di scena? Questo christian film del 2015 sembra proprio esserci riuscito e ha vinto il Gold Crown come miglior film per i giovani all’International Christian Visual Media 2016. Si può riconoscere che è un film di serie B, ma la messa in scena è più che dignitosa e il percorso di conversione del protagonista sotto l’azione della divina misericordiosa è ben delineato

Star Trek Beyond – FilmVerde

 

C'era una volta - Serial TV

Gli sceneggiatori della nota serie Lost hanno avuto un’idea originale: far rivivere le favole raccontate dai film di Walt Disney riportandoli tutti insieme al giorno d’oggi. In  questo modo le riflessioni morali che le fiabe da sempre convogliano attraverso la fantasia, vengono sviluppate in questa serie in modo esponenziale.  I personaggi, inseriti nel mondo reale, affrontano problematiche morali assai concrete: la libertà individuale, la scelta tra il bene e il male, l’esigenza di redimersi, perdonare e continuare a sperare.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

settimana del 17 luglo 2016

Inviato da Franco Olearo il Sab, 07/16/2016 - 17:04

The legend of Tarzan

Com’era facilmente prevedibile, è già in testa al botteghino questa ennesima rivisitazione della leggenda di Tarzan, questa volta ambientata nel Congo della seconda metà dell’ottocento, gestito con  pugno di ferro, in modo quasi privato, dal re Leopoldo del Belgio. Il film, diretto prevalentemente agli adolescenti, è ricco di messaggi positivi: la condanna dello schiavismo e del razzismo, la bellezza dell’amore coniugale, il rispetto per la natura e la fauna selvaggia. Il film però aggiunge, nella lista delle cose negative, anche tutto ciò che richiama il cattolicesimo. Ridicolizza l’uso del rosario e ha il tempo anche di lanciare, con una frase totalmente fuori contesto,  una frecciata contro i preti pedofili.

 

La stagione cinematografica sta volgendo al termine ma vi preghiamo, prima di andare in ferie,  di ricordarvi un pochino di noi con un sostegno concreto, se apprezzate il nostro servizio.

Grazie dalla Redazione di

www.familycinematv.it

settimana del 10 luglio 2016

Inviato da Franco Olearo il Ven, 07/08/2016 - 10:18

Romeo e Giulietta – FilmOro

Il capolavoro di Franco Zeffirelli è stato rimasterizzato in 4K. Con una tale risoluzione si puo meglio ammirare la cura con cui vennero confezionati i costumi d’epoca e le location di Verona, secondo una consolidata tradizione. Vincitrice di due premi Oscar e tre Golden Globe nel 1968, il film venne molto apprezzato per aver realizzato un’opera che si mostra in linea con l'impostazione data da Shakespeare: assegnare i ruoli dei due amanti a due attori che fossero davvero adolescenti. I due giovanissimi interpreti, all’epoca Olivia Hussey (Giulietta) aveva poco più che quindici anni e Leonard Whiting (Romeo) ne aveva diciassette, conferiscono  freschezza, credibilità e ritmo narrativo.

Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra –FilmVerde

In questo sequel,  le quattro tartarughe stanno crescendo e, come tutti i giovani,  cominciano a porsi quesiti importanti sulla loro natura e sul loro ruolo nel mondo. La loro vera sfida in questo nuovo episodio è quella di saper ricostruire la propria unità imparando a rispettare i limiti propri e le differenze gli uni degli altri. Un film con molta computer grafica e tante spettacolari scene d’azione..

Il piano di Maggie – a cosa servono gli uomini

Siamo a New York in un contesto di intellettuali. L’autore non è però Woody Allen ma Rebecca Miller, figlia del celebre drammaturgo. Con un’ottima sceneggiatura viene raccontata una storia che già abbiamo visto in questi ambienti: uomini e donne che inseguono le passioni del momento e solo a fatica riescono  a trovare momenti di presa di coscienza e responsabilità. Originale la figura di Maggie che in questa logica dell’ etica dei sentimenti non vede nessun problema a portar via un uomo da sua moglie, salvo poi “sacrificarsi” restituendolo alla moglie, sempre in base al questa nuova etica, quando si accorge che i due si sentono ancora legati. Risulta secondario il fatto che in questa doppia unione siano nati tre figli.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it