Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 20 maggio 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 05/20/2012 - 17:44

Questa settimana vi presentiamo “Tutti i nostri desideri” – FilmOro.

Che il film francese stia attraversando un momento magico ormai non lo diciamo più. Dopo”Welcome”-FilmOro,  il regista/sceneggiatore Philippe  Lioret ci racconta un'altra battaglia per una giustizia migliore ricordandoci che non c'è vera giustizia senza un impegno personale di attenzione e di aiuto al nostro prossimo. Vincent Lindon e Marie Gillain interpretano due magistrati che si battono a favore delle tante famiglie che si sono indebitate chiedendo prestiti a società con pochi scrupoli.

“Margin Call” – FilmVerde nelle recensioni di Claudio Siniscalchi e Franco Olearo , si aggiunge all’ormai abbastanza nutrita serie di film che hanno raccontato  la crisi finanziaria del 2008. Questa volta però l’approccio è diverso: all’autore non interessa individuare il meccanismo che ha innescato la crisi ma indaga a fondo sulle intime motivazioni dei  protagonisti, per dimostrare come non bisogna accusare un generico “sistema” ma puntare sull’atteggiamento avido ed indifferente  del singolo. Abbiamo attribuito al film il titolo di FilmVerde perché si presta bene a supportare riflessioni di etica finanziaria.

Buona lettura dalla redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 13 maggio 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 05/13/2012 - 09:21

Questa settimana è un uscito nelle sale un film particolare: “100 metri dal Paradiso”.  Un sacerdote intraprendente addetto alle comunicazioni sociali in Vaticano  trova un brillante espediente per ringiovanire l’immagine della Chiesa: far partecipare alle Olimpiadi del 2012 una squadra con i colori del Vaticano. Pur con i toni leggeri della commedia, il film è rispettoso delle gerarchie ecclesiastiche e nutre una palese ammirazione per tutti i missionari che operano nei posti più sperduti del mondo. Non si può dire lo stesso nei confronti dei laici, che sono visti come dei battezzati di serie B, a cui non si può pretendere un cammino di perfezione, ma solo avere una affettuosa comprensione delle loro debolezze.

Sister” è un film svizzero/francese  realizzato sullo stile dei fratelli Dardenne: un ragazzo e sua “sorella” vivono di furti ed altri espedienti ai margini della società. Una storia dolente ma ben raccontata

Dark Shadows” è l’ultimo, divertente film di Tim Burton che continua a indagare sul mistero della morte, questa volta in modo molto leggero in una confezione elegante.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 6 maggio 2012

Inviato da Franco Olearo il Sab, 05/05/2012 - 16:59

 Questa settimana il panorama delle novità è modesto, se si fa eccezione per "Hunger Games", campione d’incassi in U.S.A. da varie settimane. Si tratta di un film orientato a un pubblico di young-adult così come lo era stato la serie "Twilight" : in un futuro forse remoto l’America sarà oppressa da una dittatura che esigerà 24 giovani dai 12 distretti che nel passato avevano osato ribellarsi. I giovani dovranno ingaggiare un combattimento all’ultimo sangue, sotto i riflettori della televisione, finché uno solo sarà sopravvissuto. Il film è ben fatto, ha lanciato l’attrice Jennifer Lawrence nelle vesti di novella Diana cacciatrice ma il racconto è sostanzialmente ipocrita: appare condannare i metodi di questa moderna dittatura televisiva ma di fatto stimola lo spettatore ad appassionarsi ai duelli all’arma bianca di questi giovani gladiatori.

Settimana del 30 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 04/29/2012 - 10:28

Questa settimana vi presentiamo 5 recensioni.

 

“The Avengers – I vendicatori”-FilmVerde, è l'iutima megaproduzione della Marvel, subito in testa al box office, che riunisce tutti i supereroi che nel passato erano stati presentati in singole pellicole . Le oltre due ore filano via che è un piacere e vengono mescolati con abilità momenti di grande azione ad altri di ironia, commedia e approfondimento psicologico riuscendo nella non facile impresa di dare il giusto spazio ai singoli eroi, illuminandone i caratteri e facendoli interagire al meglio in sorprendenti ma felici combinazioni..

 

Ho cercato il tuo nome” è l'ultimo film ricavato da un romanzo di Nicholas Sparks già presente nelle sale nel 2011 con “Dear John” e "The Last Song". Gli appassionati di questo scrittore cattolico sono molti (in USA è tutt'ora secondo al box office) anche perché c'è la serena tranquillità si sapere cosa si andrà a vedere: un lui e una lei che sanno sempre comportarsi correttamente e che alla fine potranno coronare il loro amore. Questa volta non abbiamo attribuito al film la qualifica di FilmOro perché, contrariamente al passato, indugia in alcune scene sensuali e qualche nudità.
Le recensioni sono di Laura Cotta Ramosino e Franco Olearo.

 

Il castello nel cielo” - FilmVerde è un film del 1989 del maestro dell'animazione Miyasaki, premio Oscar con “La città incantata”, ed è il suo primo con lo Studio Ghibli. Già da questo film sono evidenti le caratteristiche dei suoi lavori: il fascino del disegno, l’accuratezza nello sviluppo dei personaggi, il senso del magico e del fantastico.

 

Hunger” è un film del 2008 che racconta, senza risparmiarci nulla, le lenta agonia del cattolico dell'Irlanda del Nord Bobby Sands nelle prigioni inglesi che decise per protesta di praticare lo sciopero della fame. La pace in Irlanda arriverà più tardi attraverso un rinnovato atteggiamento di moderazione e conciliazione da entrambe le parti e il gesto estremo di Bobby alla fine risulterà crudele quanto sterile. Si consiglia la visione ai soli adulti non impressionabili.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

 

 

 

 

Settimana del 22 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 04/22/2012 - 18:19

 Questa volta, provocatoriamente, abbiamo publicato come foto centrale il richiamo a un film programmato in televisione, invece che un in sala. In effetti questa settimana sono usciti due film alquanto bruttini e uno ben fatto ma realizzato in stile autoriale, poco appetibile al grande pubblico.

Il primo uomo” di Gianni Amelio porta sugli schermi l'ultimo e incompleto romanzo di Albert Camus che rievoca la sua infanzia ad Algeri e il periodo caldo della guerriglia cittadina durante la lotta per l’indipendenza. Un film molto ben fatto ma che tradisce una certa freddezza intellettuale che è propria di Camus.

Con “To Rome with  love” Woody Allen continua la sua peregrinazione per le capitali europee e questa volta si sposta a Roma per realizzare un film inutile e noioso dove si sviluppano più storie in parallelo che risultano prive di credibilità, banali e stiracchiate con bravi attori assolutamente fuori ruolo.

In “Una spia non basta” due agenti federali si innamorano della stessa ragazza e lei non sa chi scegliere. Si ride a tratti ma complessivamente è una sconclusionata romantic-action-comedy che non sa quale strada imboccare

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 15 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 04/15/2012 - 16:59

 Questa settimana vi presentiamo quattro nuovi film.

Abbiamo attribuito il titolo di FilmVerde a “Pirati! Briganti da strapazzo” un divertente film d’animazione per ragazzi realizzato con la tecnica “stop moton” e con un umorismo molto inglese.

Dopo “Romanzo di una strage” è arrivato nelle sale un altro film italiano che scava nel nostro recente passato: “Diaz – Non pulire questo sangue”  sull’incursione della polizia alla scuola Diaz nel 2001 dopo il G8 di Genova dove sono state compiute  violenze gratuite quanto non tollerabili. Deve essere sempre salutato con favore quel cinema che si assegna il compito di denunciare le storture della realtà. Il G8 di Genova fu un disastro da ogni punto di vista ma il film di Vicari fornisce una visione parziale perché si concentra unicamente sui fatti accaduti alla scuola Diaz.

Bel Ami” è la trasposizione non molto riuscita della famosa opera di Maupassant ma che beneficia della presenza di ottime attrici e riesce almeno a ricostruire l'eleganza e la leggerezza della Parigi della Belle Époque.

In “Biancaneve” FilmVerde la giovane protagonista ha cambiato completamente ruolo: adesso è lei, combattiva e intraprendente, a dare il bacio del risveglio a un principe bello ma imbranato: una nuova edizione della classica favola dei fratelli Grimm, elegante ma alquanto fredda.

In riferimento a “Romanzo di una strage” abbiamo aggiunto in settimana la recensione di Armando Fumagalli.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana dell' 8 aprile 2012

Inviato da Franco Olearo il Ven, 04/06/2012 - 16:33

 Siamo alla vigilia di Pasqua  ed è giusto soffermarsi sulla miniserie “Maria di Nazareth” che è stata trasmessa su RaiUno in due puntate il 1° e il 2 aprile.

Prodotta dalla Lux Vide, BetaFilm, Tellux, Bayerischer Rundfunk, Telecinco Cinema, la serie ha presentato molte novità sulla figura di Maria, più volte proposta sul grande e sul piccolo schermo.

Non si è trattato né di una rigorosa trasposizione delle (poche) notizia che abbiamo sulla vita di Maria, né tanto meno di una libera di costruzione di fantasia: la verosomiglianza potrebbe essere il modo più prossimo di descrivere il lavoro dei due sceneggiatori Francesco Arlanch e  Giacomo Campiotti che hanno ricostruito dialoghi ed eventi che risultano essere perfettamente aderenti allo spirito del Vangelo.

Ne è risultata un’opera che pur mantenendo lo stile di un racconto popolare, raggiunge alti livelli di profondità sia umana che spirituale.

Buona Pasqua a tutti i lettori dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 1° aprile 2012

Inviato da admin il Lun, 04/02/2012 - 15:10

Questa settimana vi vogliamo presentare un film insolito: "Duns Scoto". E'  la vita del  grande filosofo scozzese proclamato beato  da Giovanni Paolo II nel 1993. Il film, disponibile in DVD, ha il merito di poter venir apprezzato da un ampio pubblico perché vi vengono esaltate le virtù del beato più che le tesi del filosofo  scolastico.

In "Romanzo di una strage" Marco Tullio Giordana ricostruirsce la strage di Piazza Fontana realizzando un film di grande professionalità con protagonisti molto convincenti ma sviluppa una propria teoria del complotto che presta il fianco a molte critiche .

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 25 marzo 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 03/25/2012 - 17:08

Questa settimana vi presentiamo The Lady – l’amore per la libertà – FilmOro. Un film commovente sull'impegno della leader politica birmana Aung San Suu Kyi, Premio Nobel per la Pace, che da decenni contrasta pacificamente il regime militare al governo. Un film che è anche la storia di un matrimonio straordinario fondato su una comunione di ideali. Peccato che Luc Besson non è all’altezza delle sue prove precedenti e il racconto resta limitato da una drammaturgia priva di grandi sorprese e svolte.

17 ragazze, ispirato a un caso realmente avvenuto negli Stati Uniti, ci parla di 17 adolescenti che decidono di restare incinte contemporaneamente: un film molto triste non tanto per il gesto in sè, ma per l’incapacità manifesta dei genitori e degli insegnanti  di trasmettere il significato e il valore dell’amore alle nuove generazioni, preoccupati solo di proporre contraccezione e aborto.

Un’ultima osservazione: anche questa settimana, sia pur con livelli qualitativi diversi, due film d’oltralpe ci invitano a riflettere e a discutere. Una ulteriore conferma del periodo d’oro che sta attraversando il cinema francese.

 Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 18 marzo 2012

Inviato da Franco Olearo il Dom, 03/18/2012 - 08:46

Questa settimana è arrivato in sala, preceduto da  grandi aspettative, “Magnifica presenza” , l’ultimo film di Ferzan Ozpetek che conferma la sua bravura nel costruire storie piene di suggestioni, formalmente ineccepibili (inclusa la sua firma d’autore; il protagonista è sempre un omosessuale). Questa volta però c’è molto compiacimento intellettualistico e il film resta senza un messaggio portante se non la forza consolatoria dell’amicizia e la nostalgia del calore familiare.

La sorgente dell’amore” è dello stesso regista degli indimenticabili “Train de vie (1999), Vai e vivrai(2005)-FilmOro , Concerto (2009)-FilmOro,  ma questa volta sembra aver perso la capacità di porsi in delicato equilibrio fra dramma e commedia: cerca di calarsi all’interno della realtà di una comunità islamica ma il suo tono eccessivamente polemico (anche se giusto) nei confronti delle discriminazioni  subite dalle donne tradisce il suo sguardo occidentale finendo per risultare un film senza patria per un pubblico non ben definito.  

Buona lettura dalla Redazione di:

www.familycinematv.it