Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 6 novembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Dom, 11/06/2016 - 13:18

FAMILYOSCAR 2016

Ecco i risultati delle vostre votazioni:

FilmOro

1 God’s not dead

2 Don Matteo 10

3 L’uomo che vide l’infinito

FilmVerdi

1 Heidi

2 X-MEN: Apocalisse

3 Risorto

Nella categoria dei FilmOro c’è stato un testa a testa fra i primi due fino all’ultimo. Resta interessante il fatto che un film come God’s not Dead, uscito nelle sale italiane per poco tempo, abbia destato l’interesse di voi lettori proprio per un chiaro, non timido, messaggio a favore della fede in Cristo  

Trolls - FilmVerde

La Dreamnetworks recupera abilmente i Trolls, questi personaggi tanto amati dai più piccoli (figli dei Puffi della precedente generazione), realizzando un cartone animato-musical coloratissimo sul teorema della felicità che si raggiunge solo coltivando l’amicizia e l’amore. Qualche stoccata contro l’ipocrisia di certe religioni (questa volta tocca a Hare Krishna).

Braccialetti Rossi 3 (episodi 1-3)

E’ ritornata su RaiUno la fortunata serie sugli amori e le amicizie fra giovani malati di cancro. La serie conferma la sua disinvoltura nei confronti dei rapporti sessuali fra adolescenti e la sua visione solo umana e terrena, senza aperture al soprannaturale. Diventa però più evidente l’amore per la vita, sia quella che soffre che quella che nasce e sono scomparsi (in questi primi tre episodi) i rifermenti all’eutanasia presenti nella seconda serie

7 Minuti

Undici donne lavoratrici intorno a un tavolo per decidere se accettare o no le condizioni poste dai proprietari della fabbrica. Il film si richiama al più famoso La parola ai giurati , l’impostaszione è teatrale, ma le attrici sono tutte brave, dirette con mestiere sicuro da Michele Placido. Qualche eccesso di esemplificazione  da parte della sceneggiatura, che finisce per riduce i personaggi a degli stereotipi.

La ragazza del treno

Non c’è molto da dire su questo thriller che non fa onore al libro da cui è tratto (quindici milioni di copie vendute nel mondo). Le storie delle tre donne coinvolte risultano incomplete, le situazioni sono tutte sopra le righe (una donna è alcolizzata, l’altra è ninfomane, un uomo è un violento ma stranamente nessuna delle donne che gli stanno accanto se ne accorge). Si percepisce inoltre una sorta di misandria: le donne sono sempre giustificate per le loro debolezze da un passato infelice, mentre gli uomini sono stupidi o volenti.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

settimana del 30 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Mer, 10/26/2016 - 19:34

FamilyOscar

Siamo arrivati agli ultimi giorni del FamilyOscar: fate ancora a tempo a votare!

La ragazza senza nome – FilmOro

I fratelli Dardenne non cessano di darci lezioni di etica. Anche se la messa in scena di questo La ragazza senza nome non è delle loro migliori (i due fratelli si sono avventurati in un film d’indagine pseudo-poliziesca che non è nelle loro corde) è piacevolmente insolita la loro provocazione etica. Una dottoressa, dedita interamente ad aiutare gli altri con il suo lavoro, decide di scoprire il nome e di dare degna sepoltura a una ragazza che ha incrociato la sua vita un attimo prima che venisse uccisa. Una volta tanto il comportamento della protagonista non è frutto di una emozione, di un sentimento, secondo la tendenza attuale, ma dall’imperativo di assecondare un principio assoluto di giustizia che la dottoressa sente il bisogno di perseguire

Piuma

Questa molto leggera commedia italiana ci racconta nove mesi della vita di Cate e Ferro, due ragazzi di 17 anni, che aspettano un bambino. La situazione straordinaria viene affrontata dai due giovani con fiducioso entusiasmo verso la vita e il modo con cui  scelgono di tenere il bambino è esemplare. Meno preparati i genitori

The Accountant

Christian Wolff (Ben Affleck), da bambino, ha avuto problemi di autismo.  Allevato con una rigida disciplina dal padre, un ufficiale dell’Esercito, da adulto è diventato un bravo contabile ma ancor più abile nelle arti marziali e nell’uso delle armi. Un film “macho”, molto violento soprattutto nel finale, che vuole dimostrare che alla violenza si può solo rispondere con la violenza in una spirale senza fine

 

Sperando che vogliate continuare a sostenerci in questa nuova stagione cinematografica, un augurio di buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

 

 

Settimana del 23 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 10/20/2016 - 18:36

FamilyOscar – ultima settimana
E’ iniziata l’ultima settimana del FamilyOscar durante la quale potete votare i vostri film preferiti della stagione 2015-2016. I giochi sono ancora aperti, votate!

I Medici (episodi 1 e 2)
Con un indice di ascolto eccezionale, del 31,08%, è iniziata su RaiUno la serie sulla famiglia Medici. Il grande impegno produttivo traspare nella bellezza delle scene e nel cast internazionale, tutto di alto livello. Alla grande bravura di Dustin Hoffman fa da contrasto la figura ancora opaca di Cosimo de’ Medici, interpretato da Richard Madden ma che probabilmente verrà meglio definita nelle puntate successive.

The Young Pope (episodi 1 e 2)
Inizia venerdì 21 ottobre su Sky Atlantic la miniserie diretta da Paolo Sorrentino. I primi due episodi si presentano molto ben costruiti al livello drammaturgico, ben diretti e ben interpretati.  I due episodi sono stati realizzati in modo  furbo, senza prendere posizione sui più controversi temi relativi alla morale cattolica e concentrandosi più sui personaggi. Nella Chiesa dipinta da Sorrentino forse c'è un certo senso della religiosità, ma la fede è del tutto assente.

Vado a scuola: il grande giorno – FilmOro
Dopo il successo del primo Vado a scuola, un documentario su quattro ragazzi delle zone povere del mondo che lottano, aiutati dai loro genitori, per realizzare i loro sogni, il regista francese  Pascal Plisson allarga la sua indagine a Cuba, Mongolia, Uganda, India, presentando altri quattro ragazzi, decisi a far fiorire una loro passione, Determinante l’appoggio degli adulti che li motivano, li incoraggiano, li correggono, quando è necessario

American Pastoral
Il film si avvantaggia di un'ottima scenografia, impegnata nella ricostruzione degli anni 60 ed è brava la Jennifer Connelly nella parte della madre ma il testo di riferimento, il capolavoro di  Philip Roth, è troppo per lo sceneggiatore e il regista. Il film cerca di dire molte cose in modo incompleto

Neruda
Nel Cile del 1948, Pablo Neruda, il famoso poeta e senatore comunista, deve vivere in clandestinità braccato dalla polizia. E' la storia, ottiamente scritta di un inseguimento ma il film, adatto solo a un pubblico adulto, si mantiene abbastanza acritico vei confronti delle condotte di vita avventurose che vengono presentate

I Babysitter
Alcuni giovani organizzano un festino in una casa che non è la loro. Una commedia goliardica all’italiana che inizia secondo i canoni del filone trash ma poi migliora valorizzando gli affetti familiari.

Buona e ricca lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 16 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/14/2016 - 11:25

FamilyOscar – terza settimana

E’ iniziata a terza settimana del FamilyOscar durante la quale potete votare i vostri film preferiti della stagione 2015-2016. I giochi sono ancora aperti, votate!

Lettere da Berlino - FilmOro

Il dolore per la perdita del figlio in guerra, fa sollevare il velo dell’acquiescente intorpidimento di fronte  al regime nazista di una coppia di berlinesi nel 1940.  La storia vera di due persone semplici che trovano un modo insolito ma efficace per scuotere le coscienze dei loro connazionali

Deepwater – Inferno nell’oceano – FilmOro

Ispirato alla catastrofe che coinvolse la piattaforma petrolifera Deepwater Horizon nel Golfo del Messico nel 2010, il film, spettacolare nelle immagini, esalta bene il valore di quegli uomini che in una situazione particolarmente difficile non esitarono per cercar di salvare i propri compagni. Il protagonista è una persona semplice e onesta, che si dedica alla  famiglia e al  lavoro.

Inferno

Questa  terza trasposizione dai libri di Dan Brown, presenta della conferme e delle sorprese. Il protagonista è sempre Tom Hanks, così come il regista è Ron Howard, sempre molto professionale nei suoi lavori. La sorpresa è che si tratta di un film di puro intrattenimento senza alcun riferimento a tematiche di fede, com’era accaduto nei due precedenti Il Codice da Vinci e Angeli e demoni.  Belle riprese di Firenze e  Venezia, viste con l’occhio  di chi sa di trovarsi di fronte a valori inestimabili

Fiduciosi come sempre in un vostro sostegno, vi auguriamo una buona lettura.

La Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 9 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/07/2016 - 10:51

FamilyOscar

Sta iniziando la terza settimana, votate!

PETS – Vita da animali / Filmverde

La Universal Studios, dopo la serie dei due Cattivissimo me, continua con i suoi cartoni scanzonati e ironici. Questa volta punta tutto sulla simpatia che esercitano i cani, coninquilini di tante nostre case. La sceneggiatura è molto semplice ma è piena di gag divertenti

The Affair – Una relazione pericolosa (Stagioni 1 e 2)

Il serial TV The Affair, attualmente in onda su Sky Atlantic e vincitore di due Golden Globe nel 2015, può esser considerato uno dei migliori (tecnicamente ma non eticamente) degli ultimi anni. I due autori, Sarah Treem and Hagai Levi, che si erano già fatti conoscere con il serial In treatment, confermano la loro capacità di entrare in profondità nell’animo e nelle motivazioni dei personaggi, aiutati in questo da ottimi attori e in particolare da Ruth Wilson (a cui è andato un Golden Globe) e da Dominic West. Il serial è la storia di un tradimento coniugale e delle sue nefaste conseguenze. I personaggi sono tanto più veri quanto sono contraddittori, incapaci di restare coerenti con se stessi dopo che il primo atto, il tradimento, è stato compiuto. Il serial ha solo la leggerezza, per mantenere alte le aspettative dello spettatore, di aggiungere una componente thriller, non necessaria all’economia del racconto.

Il sogno di Francesco

In questa nuova rivisitazione della storia di Francesco, i due registi francesi, Renaud Fely e Arnaud Louvet, non sono tanto interessati alla personalità del santo quanto a quella di Frate Elia e al confronto-scontro fra la Chiesa di Innocenzo III e il nuovo ordine, enfatizzando drammaturgicamente il conflitto fra la tensione spirituale che scaturisce da  una vita vissuta in povertà proposta a Francesco e una Chiesa pragmatica, incerta e debole.

L’estate addosso (Maria Grazia Oltolini)

Oltre alla recensione di Vania Amitrano già pubblicata, abbiamo aggiunto questa nuova recensione dell’ultimo film di Gabriele Muccino. Maria Grazia Oltolini conferma il giudizio non positivo del film: il nostro dà ancora una volta prova di essere  un bravo regista ma la sceneggiatura non raggiunge l’obiettivo di raccontare quel momento particolare del passaggio dall’adolescenza alla giovinezza e diventa invece un pretesto per mostrare lo sdoganamento ideologico di un mondo dove tutto è possibile e non esiste il concetto di normalità

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

e sosteneteci anche in questo nuovo anno! Grazie!

Settimana del 25 settembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Ven, 09/23/2016 - 15:54

Frantz - FilmOro

Alla fine della Prima Guerra Mondiale, il francese Daniel va a trovare la famiglia del suo amico Frantz, un tedesco che aveva conosciuto in tempo di guerra. Viene a chiedere perdono perchè  aveva ucciso inconsapevolmente l’amico durante i combattimenti. Un tema trattato con particolare delicatezza in un contesto dove l’odio e il rancore sono ancora forti.

Bridget Jones’s Baby

Il terzo film della serie sulle avventure/disavventure di questa ragazza (che ormai ha 43 anni) che vorrebbe sposarsi e avere figli ma combina sempre grandi pasticci, continua a giocare le sue carte migliori: la presenza di due attori del calibro di Renee Zellweger e Colin Fitrh e uno stile narrativo spregiudicato e trasgressivo nella forma ma che nella sostanza conferma il valore del matrimonio e la bellezza della maternità.

Trafficanti

La storia narrata in questo film, anche se incredibile, è vera: due giovani di Miami diventano milionari vendendo armi all’Esercito U.S.A. ai tempi della guerra in Irak, grazie alla loro spregiudicatezza negli affari. Un altro racconto secondo lo stile di The Wolf of Wall Street: una bramosia irrefrenabile di denaro porta i protagonisti a vivere una breve stagione fatta di lusso, droga e donne pagamento. Un altro film ambiguo perché mostra come queste persone vengano alla fine condannate dalla giustizia ma al contempo invita lo spettatore a condividere con loro una  breve ma esaltante stagione di trasgressione.

Il clan

Un film crudo ma molto ben realizzato (Leone d’argento a Venezia nel 2015) che riesce a evidenziare la fragile facciata di valori e di ideali su cui si reggeva l’Argentina ai tempi della dittatura militare. Un giovane, dopo aver accettato ciò che gli imponeva la famiglia, ha un risveglio di coscienza e poco a poco accetta sempre di meno i delitti del padre fino a una ribellione completa. L'autore, attraverso una breve sequenza, non manca di dare una sferzata a chi pratica la fede  cattolica, perché lo  considera ipocrita e colluso con il potere al tempo della dittatura

Un medico in famiglia 10

Eccoci arrivati alla decima stagione di questo film familiare che certamente non parla di famiglia. La serie punta ancora sui protagonisti storici: Lino Banfi, Giulio Scarpati, Milena Vukotic ma è troppo scoperta l’intenzione di costruire nuovi fatti e nuovi personaggi al solo scopo di cercar di tenere in vita la serie e gli indici di ascolto sono modesti. La fiction, più che parlare della famiglia, dimostra come la si può distruggere, attraverso tradimenti e doppie nozze.  Inoltre gli autori non perdono occasione per ridicolizzare, attraverso l’unico personaggio che si mostra di fede cattolica, molti aspetti cardine della vita cristiana.

 

Dalla prossima settimana potrete scegliere il FamilyOscar 2016: preparatevi!

La Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 18 settebre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/15/2016 - 19:35

Alla ricerca di Dory – FilmVerde

Dopo tredici anni dal bellissimo Alla ricerca di Nemo-FilmOro, questo spin-off sviluppa nuove avventure intorno a Dory, la simpatica compagna di viaggio di Martin dalla memoria labile. Il pregio maggiore di questo film è un’attenta valorizzazione della disabilità. Sono molti i personaggi che hanno qualche problema ma tutti, se opportunamente aiutati dai loro amici, sanno dare il meglio di loro stessi agli altri.

L’estate addosso

Sempre bravo Gabriele Muccino come regista ma l’ambizione di ritrarre quel momento magico nella vita di ognuno di noi, quell’estate irripetibile che chiude il tempo della scuola e non apre ancora quello del lavoro o dell’università, non trova la giusta espressione soprattutto per colpa della sceneggiatura. I personaggio non vengono seguiti nelle loro evoluzioni mentre l’aspetto della sessualità sembra dominare su tutto.

 

E’ iniziata la nuova stagione cinematografica 2016-2017, stiamo riprendendo a pieno ritmo il nostro lavoro e siamo confidenti che saremo aiutati da un vostro sostegno concreto.

La Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana dell'11 settembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/08/2016 - 17:49

La famiglia e i mezzi di comunicazione

La Redazione del nostro settimanale ha avuto il piacere di collaborare alla realizzazione di un corso Web (quindi accessibile da tutti comodamente a casa) su: La famiglia e i mezzi di comunicazione. Sette professori, esperti nel settore della comunicazione etica e sociale, hanno affrontato il tema sotto varie angolature: i rapporti della famiglia con il cinema, la letteratura, Internet, la televisione i videogiochi, i giornali ed è stato anche mostrato come presentare la fede cristiana attraverso i media. Il direttore del nostro settimanale ha curato la realizzazione di alcune esercitazioni pratiche su come presentare i valori della famiglia usando casi narrativi ricavati da film o serial televisivi. Cliccando sulla foto presente in prima pagina in alto potrete accedere al trailer, mentre cliccando sull’editoriale in fondo alla pagina troverete tutti i dettagli su come iscrivervi.

God’s not dead 2 – FilmOro

E stato pubblicato il DVD (in lingua inglese) del sequel di God’s not dead. Il film ritorna a denunciare il problema emergente, anche negli Stati Uniti, del laicismo: l’impossibilità di poter esprimere la propria fede in un contesto pubblico, specialmente nel settore dell’insegnamento. Il film è costruito con più rigore del primo ma non riesce ad esimersi da un certo manicheismo: i fedeli sono mostrati quasi come degli angeli mentre gli atei sono poco meno che dei diavoli.

Independence Day : Rigenerazione – FilmVerde

Venti anni dopo il primo, ecco il sequel di Independence Day: gli alieni sono più cattivi che mai e i nostri eroi debbono moltiplicare il loro coraggio e spirito di squadra sotto la guida infallibile del presidente. Si può accusare questo film di eccesso di semplificazione (non certo di mancanza di professionalità) ma almeno vengono espressi solo buoni sentimenti.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 4 settembre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/01/2016 - 07:33

Buon giorno a tutti e ben ritrovati!

Riprendiamo, dopo la pausa estiva, la pubblicazione delle nostre recensioni e  della newsletter settimanale.

Coconut Hero

Si è svolto, a fine luglio, il Fiuggi Film Festival 2016. Hanno vinto a pari merito,  Keeper di Guillaume Senez (un ragazzo e una ragazza di 15 anni affrontano positivamente una gravidanza non prevista) e Magallanes di Salvador Del Solar (un tassista di Lima si trova ad affrontare dolorosi ricordi che lo riportano ai tempi della guerriglia del Sendero Luminoso). Abbiamo preferito recensire sul nostro settimanale  Coconut Hero, che ha vinto il Premio della Giuria dei Giornalisti FFF perché, anche se tecnicamente inferiore agli altri,  tratta il tema di un adolescente alla faticosa ricerca del senso da dare alla vita. Lo sviluppo è ironico e surreale (il ragazzo ritiene, all’inizio della storia, che l’unica soluzione valida sia suicidarsi) ma le conclusioni sono positive e il ragazzo saprà trovare il valore dell’amicizia, del dono di sé e l’emozione del primo amore. Non resta che sperare che il film eviti la “maledizione” dei vincitori  dei precedenti FFF: non venir proiettato nelle sale italiane.

Io prima di te

Questa produzione USA, ambientata in Inghilterra, è un film-tranello. Il lancio del film, lo stesso sviluppo iniziale, lasciano intendere che ci si trova di fronte a una storia super-romantica: lei, giovane badante, si innamora del bel ragazzo bloccato su una sedia a rotelle perché tetraplegico a causa di un incidente. Si tratta in realtà di un film pro-choice a favore dell’eutanasia, inclusa la pubblicità a una delle famose cliniche della morte che prosperano da anni in Svizzera. Il finale, dove lei si gode un viaggio a Parigi usufruendo dei soldi che il ragazzo le  ha lasciato prima di morire, esprime una visione edonistica e materialista della vita.

Fra breve pubblicheremo i  candidati al FamilyOscar 2016 e siamo ansiosi di conoscere le vostre preferenze.

Vi auguriamo una buona lettura e contiamo su un vostro generoso sostegno alle attività Familycinematv per la nuova stagione cinematografica e televisiva.

La Redazione di

www.familycinematv.it

 

 

Settimana del 31 luglio 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 07/28/2016 - 06:29

Braccialetti Rossi 2

Era doveroso recensire questo serial TV italiano, sia per il successo che ha avuto presso il pubblico degli adolescenti, sia in previsione della terza stagione, in arrivo su RaiUno dal prossimo autunno.  Il serial ha indubbiamente molte frecce al sua arco, per la simpatia dei protagonisti (bravi e ben diretti), per le emozioni che suscitano (sfociando a volte nel patetismo) le storie di giovani vite che si trovano davanti alla prospettiva della morte imminente, per la forte solidarietà che si stabilisce fra loro. La sceneggiatura semplifica eccessivamente i rapporti fra i ragazzi e i loro genitori e resta il rammarico che queste storie di amore e di morte non inneschino riflessioni sul valore trascendente da dare alla nostra vita, com’era accaduto in Colpa delle stelle. La fiction ribadisce che la scienza è l’unica fonte delle nostre certezze: per ciò che appare come un mistero oggi, basta solo aspettare i prossimi progressi della ricerca.

Ghostbusters - FilmVerde

E’ del 1984 il Ghostbusters originale, in 28ma posizione nella classifica delle 100 migliori commedie americane; ora questa nuova versione tutta al femminile ne recupera l’ironia e le situazioni demenziali con una computer grafica aggiornata ai tempi ma nella sostanza, pur trattando temi particolari come il preternaturale, propone una storia povera di contenuti. Anche la professionalità delle quattro donne è svilita per dare risalto a banali stereotipi sul mondo femminile. 

 

Come saprà chi ci segue da tempo, ad agosto Familycinematv sospende le sue pubblicazioni: ci rivediamo a settembre e inizieremo subito cercando di scoprire le vostre preferenze per il Familyoscar 2016.

Buone vacanze!

La Redazione di

www.familycinematv.it