Newsletter Principale

Questa newsletter contiene tutti gli indirizzi email degli iscritti.

Settimana del 2 ottobre 2016

Inviato da Franco Olearo il Gio, 09/29/2016 - 22:05

FamilyOscar

Inizia da questa settimana il sondaggio per comprendere qual è stato secondo voi, nella stagione 2015-2016, il film o la fiction TV che meglio ha trasmesso i valori della famiglia e della persona (selezione del FilmOro dell’anno). Al contempo vi chiediamo di indicarci qual è stato il film più adatto per tutta la famiglia, perché divertente per i ragazzi o particolarmente istruttivo (selezione del FilmVerde dell’anno).
Votate! Avete 4 settimane di tempo.

Indivisibili

Due ragazze unite al bacino dalla nascita, sono una fonte di guadagno per i loro familiari cantando nelle feste e nelle fiere e per questo vengono ostacolate quando decidono di volersi separare tramite un intervento chirurgico. E’ ben sviluppato il contrasto fra il degrado morale e affettivo da cui le due ragazze sono circondate e il legame interiore che le unisce, anche di più di quello fisico, e che dà loro la forza di lottare

Cafè Society

Puntuale come ogni anno, arriva nelle sale un film di Woody Allen. In questo Cafè society c’è tutto il Woody ma niente in particolare. Viene confermato il suo stile elegante, i dialoghi arguti, la nostalgia del tempo che fu, l’amore per il bello. La storia (il regista non si smentisce: una storia romantica che si poggia sul tradimento) non è invece particolarmente originale. Un film che si colloca a metà (fra quelli belli e quelli brutti) della sua vasta produzione, forse perché non ha trovato in Kristen Stewart la giusta musa che lo ispirasse, come era invece accaduto per Cate Blanchett (un Oscar) e Penelope Cruz (una nomination).

Il Regno di Wuba

Esce in DVD questo film cinese a tecnica mista (personaggi + animazione), che ha avuto un grosso successo in patria e che costituisce il primo serio tentativo cinese di realizzare un blockbuster adatto anche per il mercato internazionale.  Interessante lo spunto narrativo dell’apertura all’altro e il rispetto della sua “diversità” (soprattutto quando si tratta di un mostriciattolo) ma la presenza di frequenti scene di violenza non lo rendono adatto ai più piccoli.

Buona lettura dala Redazione di

www.familycinematv.it

 

Settimana del 22 ottobre 2012

Inviato da Franco Olearo il Ven, 10/19/2012 - 13:00

 

La votazione per FamilyOscar è terminata ed ecco il verdetto, da voi stessi stabilito:

Categoria FilmOro:

Primo: Quasi amici

Secondo: There be Dragons (Encontraras Dragones)

Terzo: Maria di Nazareth.

Categoria FilmVerde:

Primo: Hugo Cabret

Secondo: Le avventure di Tin Tin

Terzo: War Horse

Quasi amici ha stravinto quest’anno e se lo merita: la delicata ma divertente storia di un rapporto fra una persona bloccata sulla sedia a rotelle e il suo badante.

Molto significativa la seconda posizione: quella di un film che non è ancora uscito nelle sale italiane  perché nessun distributore lo ha ritenuto economicamente interessante ma che è stato visto in DVD con sottotitoli in italiano.

In terza posizione è stato dato il giusto merito  al serial della Lux Vide, molto ben fatto e ispirato.

Qualche sorpresa nella categoria FimVerdi: War Horse è apparso un film minore (ma ben fatto) che probabilmente è stato apprezzato perché esprime un sincero amore per i cavalli.

Questa settimana abbiamo dedicato la foto centrale a “I gladiatori di Roma” perché non possiamo fare il tifo per Igino Staffi che con questo lavoro prodotto in Italia (con qualche consulenza esterna) ha deciso di sfidare i giganti dell’animazione americana. I film è in effetti divertente e la grafica è di ottimo livello.

Tutti i santi giorni “ è un film del sempre nostro bravo Paolo Virzì: una giovane coppia entra in crisi nel cercare di avere un bambino. Peccato che il film presenta alcune scene di cattivo gusto collegate con la tematica della fecondazione assistita (vista criticamente) perché il racconto esalta  la forza trascinante della fedeltà.

La Redazione di

www.familycinematv.it

vi augura una buona lettura e vi ricorda che noi contiamo su un vostro sostegno generoso. Grazie.

Settimana del 16 novembre 2011

Inviato da Franco Olearo il Sab, 10/15/2011 - 21:48

Questa settimana invitiamo tutti i lettori a partecipare al FamilyOscar 2011: avete 4 settimane per indicare i vostri film preferiti nelle categorie FilmOro e FilmVerdi per la stagione 2010-2011. Votate!

"Cowboys & Aliens" è un tentativo di rinnovare il classico filone western mescolandolo con il genere sci-fiction ispirato a una nota graphic novel
ma è mancata la sinergia fra i due generi e il successo in USA è stato modesto.

Con "Amici di letto" ci troviamo già al terzo film, nel corso di quest'anno, che tratta il tema di come l'amicizia uomo-donna si può trasformare in amore ma il lavoro di di Will Gluck ha il merito di costruire con maggiore coerenza rispetto ad altri il rapporto tra i due e inserisce la loro confusione sentimentale nel contesto di relazioni familiari problematiche e non proprio banali.

"Tomboy" narra con sensibilità il momento di passaggio di una ragazza dalla fanciullezza all'adolescenza (si fa credere un maschio) ma non è privo di una certa ambiguità e il modo con cui il racconto è stato sviluppato ha finito per trasformarlo in un manifesto dell'ideologia dei gender.

Buona lettura dalla Redazione di:
www.familycinematv.it

Settimana del 2 ottobre 2011

Inviato da Franco Olearo il Dom, 10/02/2011 - 08:29

Questa settimana abbiamo posto in evidenza, nella foto grande della prima pagina "Un anno da ricordare", un interessante FilmVerde arrivato in homevideo: i film in sala di questa settimana non sono idonei per avere una tale attenzione sul nostro giornale.
"A dangerous method" che abbiamo recensito aveva delle potenzialità molto interessanti, in particolare il confronto fra i due diversi approcci alla psicoanalisi di Freud e Jung ma la realizzazione mostra una certa freddezza stilistica è la storia si concentra sul rapporto masochistico fra Jung e una sua paziente.
Non abbiamo recensito "Drive" che ha vinto il premio alla miglior regia all'ultimo Festival di Cannes perché pervaso di una violenza efferata quanto ingiustificata (un implicito compiacimento): il film è stato vietato ai minori di diciotto anni in Gran Bretagna, Canada, Irlanda, restricted ai 17 in USA. In italia è stato vietato ai minori di 14 anni.
Ungualmente non abbiamo pubblicato la recensione di "La pelle che abito", l'ultimo film di Pedro Almodovar: una storia poco credibile di sadismo e perversione, violenza e malessere esistenziale.
Buona lettura dalla Redazione di
www.familycinematv.it

settimana del 23 luglio 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 07/21/2017 - 11:35

Resurrezione-FilmOro

Nell’ambito della nostra ricerca di film in grado promuovere l’esercizio delle  virtù, abbiamo recensito questa settimana Resurrezione. Questo film del 1934, oltre a essere stato ben realizzato, ha il pregio di un’ottima aderenza all’omonimo romanzo di Lev Tolstoj da cui è stato tratto. Sono ben sviluppate le istanze di giustizia e di eguaglianza fra gli uomini sentite dal protagonista Dimitri e  la sua ansia di perdono per un errore  commesso in gioventù. Non sono trascurati i riferimenti al Vangelo che sono risultati determinanti per smuovere la coscienza del protagonista ma il film, per fortuna,  sorvola su certe polemiche dell’autore, che compaiono nel libro, nei confronti della Chiesa Russa e certi suoi scetticismi riguardo ai sacramenti cristiani.

Prima di domani

Sono ormai tanti i film che hanno adottato l’espediente narrativo di supporre che il protagonista sia costretto a rivivere più volte lo stesso giorno con gli stessi avvenimenti ma quest’opera indipendente presentata al Sundance Film Festival 2017 ha come spunti originali il fatto che si svolge in un contesto di teenagers e ha toni severi, non certo da commedia. La protagonista, costretta a rivivere più volte la stessa giornata, ha modo  di scoprire il proprio mondo interiore e impara a conoscere anche la verità delle persone che le stanno accanto

La stagione cinematografica è ormai conclusa. Sospendiamo anche noi la pubblicazione della Newsletter ma la riprenderemo nell’ultima settimana di agosto. Non cesseremo però di pubblicare nuove recensioni: è nostra intenzione continuare ad arricchire il catalogo dei film che parlano in modo positivo delle virtù. Vi aggiorneremo alla prossima newletter .

Auguriamo  a tutti buone ferie e contiamo sempre in un vostro incoraggiamento e sostegno

La Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 16 luglio 2017

Inviato da Franco Olearo il Sab, 07/15/2017 - 08:20

The war – Il pianeta delle scimmie-FilmVerde

In questo nono film della serie, una umanità crudele e minacciosa perché impaurita, cerca di sterminare le ultime scimmie intelligenti. Sono queste ultime a comprendere che solo il rispetto reciproco potrà garantire la pace per tutti. Un film di qualità tecnica eccezionale anche se con una sceneggiatura che diluisce troppo gli eventi, per dare messaggi positivi di tolleranza e pietà (peccato che arrivino solo dalle scimmie)

Ragione e sentimento – FilmOro

Continua la nostra ricerca dei film più significativi che mostrino l’importanza dell’esercizio delle virtù e questa settimana vi presentiamo questo film del 1995, recitato e sceneggiato da Emma Thompson. Due sorelle, pur molto unite, hanno un modo diverso di rapportarsi con gli altri.  Se la prima crede nella spontaneità, nel valore sempre positivo dei sentimenti, la seconda esercita la prudenza, occupandosi degli altri più che di se stessa: saprà esternare i suoi sentimenti solo quando avrà la sicurezza che questi saranno ben accolti da una persona che ne è degna

New Life - FilmOro

Questo Family Film racconta molto bene il modo progressivo con cui un uomo e una donna sposati imparano, senza perdere la propria personalità, anzi raffinandola, a vivere l’uno per l’altra. Peccato che la messa in scena sia un po’ accademica e prevedibile

 

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 9 luglio 2017

Inviato da Franco Olearo il Sab, 07/08/2017 - 08:33

Anche questa settimana abbiamo proseguito le nostre incursioni nel mondo del cinema alla ricerca di film che abbiano affrontato (correttamente) il tema delle virtù.

I cavalieri della Tavola Rotonda - FilmOro

Questo film, fedele a un classico della lettura inglese ma anche europea, si presta bene a trattare il tema della virtù ed è risultata l’opera preferita dal programma impostato dall’università di Birmingham (Jubilee Centre for Character and Virtues) per rivitalizzare, nelle scuole secondarie, l’educazione alle virtù. I cavalieri della Tavola Rotonda sono infatti caratterizzati da personalità che sanno superare i conflitti fra ragione, sentimenti e volontà. Ciò è particolamente vero per Lancillotto che domina l’attrazione che sente per Ginevra per restare fedele al suo re.

Basta guardare il cielo-FilmOro

Questo film è strettamente connesso al precedente perchè due ragazzi della scuola media che hanno, uno una fragilità fisica, l’altro psicologica, prendono come loro riferimento ideale le virtù dei cavalieri della Tavola Rotonda per la loro crescita umana e per consolidare la loro solidarietà di fronte alle tante difficoltà che debbono affrontare.

Spider-Man: Homecoming

Lo spider man interpretato da Tom Holland che avevamo conosciuto in Captain America: Civil War ritorna nelle sale spostando le sue avventure in un contesto squisitamente adolescenziale. Ecco quindi che questo ragazzo, che fa fatica a integrarsi con i compagni di scuola per la sua preparazione scientifica fuori dalla media, che è alle prese con il primo amore, deve anche vedersela con un insolito nemico: un padre che cerca "solo" di garantire alla propria famiglia un buon tenore di vita. Peccato che lo faccia in modo disonesto

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

 

 

 

 

 

Settimana del 2 luglio 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 06/30/2017 - 11:24

Approfittando della fine stagione cinematografica che non sta offrendo opere di particolare rilevanza, iniziamo con il film Emma, ricavato dal famoso romanzo di Jane Austen, il recupero di film recenti o non più recenti, che affrontano il tema delle virtù umane.

Nell’ambito dei Cataloghi Tematici (nella lista dei comandi in alto) abbiamo inserito la voce Virtù

Emma - FilmOro  

Emma, un insolito personaggio nel panorama dei romanzi di Jane Austen, ritiene che nella sua posizione di donna benestante non abbia bisogno di sposarsi e ha tutto il tempo necessario per combinare i matrimoni degli altri. Il suo è un doppio cammino di crescita, aiutato dai suoi errori e dai buoni consigli di un vero amico, che la porta a rispettare gli altri come se stessa e a scoprire che anche lei ha bisogno di amore.

L’infanzia di un capo

Si tratta di un film disturbante che è piaciuto ai critici (Premio Leone del Futuro, - Premio Opera Prima 'Luigi De Laurentiis' e il Premio Orizzonti per la Miglior Regia alla 72a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia) e che cerca di esplorare l’infanzia di un non identificato dittatore fra i tanti che sono emersi durante la II Guerra Mondiale. La risposta al suo futuro comportamento è tutta psicologica: la sua violenza ha un’inconscia origine sessuale e la futura, brutale, imposizione del potere è la sua risposta all'infelicità

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Settimana del 25 giugno 2017

Inviato da Franco Olearo il Ven, 06/23/2017 - 12:10

Tutto quello che vuoi - FilmOro                                                  

Un giovane di borgata romana che vivacchia con piccoli lavori, accetta di fare da  badante  a un anziano poeta con un incipiente morbo di Alzheimer. Oggi i nonni e gli anziani in genere, sono stati molto rivalutati, sia come fonte di aiuto ai giovani per dare a loro un po’ di sicurezza materiale che spesso non hanno, sia come solido punto di riferimento per le loro tante incertezze. Questo film racconta, con delicatezza e sensibilità, come il rapporto fra l’anziano poeta e il giovane porti quest’ultimo a una maturazione umana e una maggior consapevolezza di sé.

Civiltà Perduta

Esce in fine stagione questo film ispirato alla storia vera di  Percy Fawcett, che per conto della Royal Geographical Society di Londra esplorò per molti anni l’Amazzonia alla ricerca di una civiltà perduta. Con un’ottima fotografia e molta attenzione alla ricostruzione di ambienti e paesaggi dell’epoca, il film è interessante, più che nelle sequenze avventurose, nella ricostruzione dei comportamenti tipici di un Impero Inglese ormai in decadenza ma la struttura narrativa risulta complessa e i personaggi mancano di una messa a fuoco puntuale.

Metro Manila

E’ ben realizzato (ha vinto in patria numerosi premi) questo film inglese ambientato nelle Filippine.  Racconta le vicissitudini di una onesta e semplice famiglia di contadini che per sopravvivere si traferisce a Manila per cercare lavoro. La loro onestà viene messa a dura prova nel contesto di una realtà violenta e corrotta e nella seconda parte del film la componente thriller prende il sopravvento

 

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it

Saremo ben lieti se ci vorrete mostrare un segno concreto di sostegno al nostro giornale. Grazie.

Settimana del 18 giugno 2017

Inviato da Franco Olearo il Gio, 06/15/2017 - 14:49

Quando un padre- FilmOro

Non è affatto rara e non solo in America, l’esistenza di ambienti lavorativi dove non ci sono orari né giorni di ferie, occorre ogni mese raggiungere il budget e ogni responsabile è imprigionato nell'ambizione di fare carriera e guadagnare più soldi. E’ la situazione del protagonista che, molto maldestramente, cerca di conciliare lavoro e famiglia. Un film molto positivo di doppia conversione: più onestà sul lavoro e maggior cura della famiglia. Peccato che la sceneggiatura scivoli spesso nel didascalico

Il drago invisibile – FilmVerde

Continuiamo nel “recupero” di film interessanti della stagione corrente che non avevamo ancora recensito. In questo film per ragazzi, il drago invisibile diventa la sfida per un comportamento senza pregiudizi e di apertura verso gli sconosciuti

Una doppia verità

In questo legal thriller di media fattura si innesca il classico tentativo, per film di questo genere, di invitare lo spettatore ad intuire il colpo di scena finale. A parte il gioco delle sorprese, resta un film triste per il modo con cui mostra che la verità può venir facilmente celata attraverso la menzogna e la simulazione mentre chi ha la responsabilità di giudicare si fa trascinare più dall’emozione che dalla ragione.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it