Settimana del 13 maggio 2018

L’isola dei cani – FilmOro

Questo simpatico film realizzato in stop motion, ambientato in Giappone (ma realizzato in Inghilterra), si è aggiudicato l’Orso d’Argento all’ultimo Festival di Berlino. Attraverso il racconto di cani segregati nell’isola-spazzatura per prevenire i rischi di un’infezione e l’intraprendenza del piccolo Atari che si muove alla ricerca del suo amico a quattro zampe, viene espresso il valore insostituibile dell’incontro con l’altro, con il diverso. Il film, carico di metafore, è adatto sia per i piccoli che  per i grandi.

Misure Straordinarie – FilmOro

Questo film, che verrà trasmesso sabato 19 maggio su RaiUno (ma a notte fonda) è la migliore risposta che si possa dare (assieme a un altro film famoso: l’Olio di Lorenzo) ai recenti casi Alfie e Charlie che sono avvenuti in Inghilterra. Quando dei bambini vengono colpiti da malattie rarissime, non c’è convenienza, per le grandi case farmaceutiche, a investire per trovare il farmaco adatto. In entrambi i film (ricavati da storie vere) è stata l’intraprendenza dei genitori a fare in modo che venissero completate le ricerche per la rara malattia dei loro figli. Nel caso di Alfie e Charlie, non si tratta di misurare con bilancino se ci si è trovati di fronte a un caso di accanimento terapeutico oppure no; di fatto è stata tarpata la speranza non solo ai rispettivi genitori (è stata loro tolta la patria potestà) ma anche ai futuri possibili casi simili, perché non è stato possibile proseguire le ricerche per individuare il giusto rimedio a queste malattie.

Rimetti a noi i nostri debiti

Netflix ha fatto molta pubblicità a questo suo primo film interamente realizzato in Italia. Il regista Antonio Morabito continua il suo impegno nel cinema civile, denunciando certi comportamenti violenti, sia psicologicamente che fisicamente, da parte dalle aziende di recupero crediti. E’ giusto attirare la nostra attenzione su questo problema ma il regista lo fa con troppa rabbia e semplifica il problema, disegnando il cattivo di turno come un ipocrita, che vessa i debitori che vivono in povertà ma poi va a messa e si confessa denunciando peccati banali.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it