Settimana del 1° aprile 2018

In questo periodo Pasquale le TV generalizie e quelle private hanno perso l’abitudine di trasmettere film o serial di ispirazione cristiana.

E’ rimasta solo TV2000 che in questa settimana sta trasmettendo le puntate di Gesù di Nazareth di Franco Zeffirelli (dal 28 al 31 marzo) e il film La tunica, che viene trasmesso in prima serata il primo aprile e che abbiamo recensito per l’occasione.

Gesù di Nazareth - Serial Oro

TV2000 riprende quello che per molti anni è stato un appuntamento fisso del piccolo schermo durante la Settimana Santa. I pregi di quest’opera del regista Franco Zeffirelli sono tanti. Il personaggio di Gesù Cristo innanzitutto: lo sguardo profondo dell’attore Robert Powell si concilia bene con la scelta di presentare un Gesù umanamente dolce e comprensivo ma anche come il Figlio di Dio che medita sempre la portata soprannaturale dei suoi atti. Notevole è anche la ricchezza con cui sono stati disegnati i numerosi co-protagonisti, l’accuratezza delle ricostruzioni del paesaggio e dei palazzi del tempo, la bellezza della fotografia

La Tunica – FilmOro

Questo film del 1953 fu il primo realizzato in Cinemascope ed ebbe un grande successo nonostante le non eccelse prestazioni dei protagonisti e una confezione paludata e trattenuta. Chiaro, nella sua semplicità, il messaggio cristiano che viene trasmesso. Viene contrapposto il messaggio evangelico della pace e dell’amore verso il prossimo alle logiche di potenza e della forza dell’Impero Romano, dove sono presenti persone molto cattive come Caligola, ma anche persone ragionevoli che sanno cogliere, pur non aderendovi, la portata rivoluzionaria di ciò che sta accadendo, come l’imperatore Tiberio e il padre del protagonista.

Tonya

Questo film avrebbe sicuramente meritato quest’anno almeno gli stessi Oscar dell’insipido La forma dell’acqua per la strepitosa interpretazione di Margot Robbie e di Allison Janney (premio Oscar 2018 come miglior attrice non protagonista). Il regista Gillespie dà ritmo, profondità e originalità a una storia avvincente di fragilità umana. Tutto ciò da un punto di vista tecnico. Da un punto di vista morale è indubbio che non è gradevole la durezza e l’anaffettività della madre di Tonya così come vedere il marito che la picchia al minimo screzio

Hostiles-Ostili

Un film al tramonto dell’epopea western, quando gli indiani, ormai sconfitti, debbo venir trasferiti nelle riserve a loro destinate. Un film duro  e violento che è un viaggio che trasforma l'ostilità fra bianchi e nativi americani in reciproca comprensione Ottima riflessione sul valore degli affetti, dei legami familiari, dell’amicizia e delle tradizioni

Augurissimi a tutti per la Santa Pasqua dalla Redazione di:

www.familycinematv.it