settimana dell' 11 marzo 2018

OSCAR 2018

Anche quest’anno la giuria è risultata equilibrata. Le 12 candidature per La Forma dell’acqua erano decisamente troppe e gli Oscar sono risultati solo 4, fra cui quello per il miglior film e la miglior regia. Giustamente premiato  Gary Oldman, che ha interpretato Winston Churchill in L’ora più buia, così come Frances McDormand come miglior attrice per Tre manifesti a Ebbing, Missouri. Un po’ mortificato è risultato Il filo nascosto che ha avuto un Oscar per i migliori costumi. Sbilanciate erano anche le quattro candidature per l’italiano Chiamami col tuo nome, per il quale è stato premiato James Ivory per la sceneggiatura. Infine Coco, della Walt Disney, ha più che meritato l’Oscar come miglior lungometraggio animato.

Red Sparrow

Questa storia di spie è  è attualmente in testa al box office italiano, un risultato da considerare eccezionale, perché il film ha il “freno” del VM14.  Il merito va anche all’interpretazione di  Jennifer Lawrence, che dopo il suo successo della trilogia Hunger Games continua a venir apprezzata come miglior interprete del woman power: donne che sanno cavarsela da sole nelle situazioni più difficili, senza bisogno di alcun aiuto. Il film risulta un prodotto furbo, che cerca di tenere alta l’attenzione del pubblico (si tratta di un impegno di due ore e mezza) inserendo nel racconto, a intervalli regolari, scene forti di sesso o di torture.

Quel che non so di lei

Roman Polansky, con questo film, ha cercato tornare alle sue atmosfere preferite, quelle del sospetto irrisolto, della trasformazione progressiva del rapporto fra due persone che diventano sempre più intime non per amicizia ma  per l’indebolimento dell’una e il rafforzamento dell’altra. Nonostante l’impegno di due bravi attrici come Emmanuelle Seigner ed Eva Green, il film si presenta in tono minore, con alcune incertezze nella parte centrale e un finale che non risulta pienamente coerente con le premesse che erano state poste.

Buona lettura dalla Redazione di

www.familycinematv.it