BELLE&SEBASTIEN - AMICI PER SEMPRE

 
Titolo Originale: Belle et Sébastien 3, le dernier chapitre
Paese: FRANCIA
Anno: 2017
Regia: Clovis Cornillac
Sceneggiatura: Juliette Sales, Fabien Suarez
Produzione: RADAR FILMS, EPITHÈTE FILMS, IN COPRODUZIONE CON GAUMONT, M6 FILMS, RHÔNE-ALPES CINÉMA
Durata: 90
Interpreti: Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Anne Benoît, Clovis Cornillac, Thierry Neuvic, André Penvern

Sébastien ha ora 12 anni e vive ancora a Saint-Martin con il nonno César, il ritrovato padre Pierre e la fidanzata Angelina, e naturalmente la sua inseparabile amica a quattro zampe, Belle, che ha da poco dato alla luce tre cuccioli teneri e dispettosi. Tutto sembra andare per il meglio finché alcuni eventi turbano la tranquillità famigliare. Nel corso del matrimonio tra Pierre e Angelina, Sébastien scopre che i due vogliono trasferirsi in Canada. Il ragazzino non vorrebbe però separarsi dal nonno. E mentre i neosposi sono via per la luna di miele, un uomo di nome Joseph si presenta in paese: è proprietario di Belle e vuole avere indietro il cane e i suoi cuccioli. Sébastien e suo nonno si oppongono e il ragazzino cerca in tutti i modi di proteggere i suoi cani. E quando Joseph sembrerà avere la meglio, l’aiuto inatteso di nuovi personaggi permetterà a Sébastien di salvare Belle e i cuccioli

Valutazioni
Valori e Disvalori 
 
Il dodicenne Sébastien finisce per accettare che le separazioni fanno parte della vita e che per crescere bisogna andare incontro a nuove opportunità
Pubblico 
Tutti
Giudizio Artistico 
 
Questo terzo film della serie ha un andamento molto semplice e le svolte non sono troppo approfondite, tanto che i momenti di presa di coscienza di Sébastien si chiariscono spesso attraverso i dialoghi e sono meno legati alle azioni.

Terzo e ultimo capitolo della saga, Belle&Sebastien - Amici per sempre racconta una nuova avventura dell’amicizia tra Sébastien, ora ragazzino di dodici anni, e Belle, una straordinaria femmina di patou.

La famiglia si è allargata e Sébastien vorrebbe vivere per sempre con Belle e i suoi tre cuccioli, ma fin da subito è chiaro che questo non sarà possibile. Il nonno César cerca di far capire al nipote che ogni cagnolino dovrà trovare un nuovo padrone. Ma Sébastien non vuole sentir parlare di separazione, né dai suoi cani né, successivamente, da César, che è l’uomo che lo ha cresciuto. Il ragazzino scopre infatti che il padre Pierre e Angelina, appena sposati, hanno deciso di costruirsi una nuova vita in Canada. Sarà quindi questo il percorso che dovrà affrontare Sébastien: accettare che le separazioni fanno parte della vita e che per crescere bisogna andare incontro a nuove opportunità.

Sébastien è costretto a far fronte a tutto questo anche a causa della minaccia di Joseph, reduce della seconda guerra mondiale, abitante di un villaggio vicino, che si presenta come vero proprietario di Belle e pretende la restituzione del cane e dei cuccioli. A nulla servirà la fuga di Sébastien, che cercherà di nascondersi insieme ai cani. Joseph, crudele e spietato, li troverà e rapirà i quattro esemplari di patou. Il ragazzino, grazie all’incontro con i nuovi personaggi e alla provvidenziale visione della madre, morta anni prima dandolo alla luce, capirà che la separazione, per quanto dolorosa, non nega la possibilità di trovare nuove fonti di felicità, come del resto è già capitato a lui stesso, che ha trovato in César un nonno amorevole e una famiglia.

La trama si dispiega in questo terzo film con un andamento molto semplice e le svolte non sono troppo approfondite, tanto che i momenti di presa di coscienza di Sébastien si chiariscono spesso attraverso i dialoghi e sono meno legati alle azioni. I personaggi hanno una caratterizzazione molto elementare. I “buoni” si distinguono molto facilmente dai “cattivi”. L’antagonista Joseph è un personaggio quasi fiabesco. Dietro la sua pretesa non ci sono particolari ragioni, se non il riappropriarsi di ciò che, a detta sua, gli appartiene. È un malvagio senza un passato che l’ha reso tale e senza possibilità di redenzione. Inoltre, l’ambientazione nelle alpi francesi ha uno spazio notevole e spesso si lascia il posto alla spettacolare esplorazione del paesaggio.

Il film dunque presenta un racconto che interesserà più facilmente i bambini piccoli, facilitati anche dalla possibilità di identificarsi in un protagonista per lo più mosso dall’amicizia con un animale straordinario.

 

Autore: Jessica Quacquarelli


Share |