Settimana del 7 gennaio 2018

Coco – FilmVerde

La Pixar sembra non sbagliare un colpo: dopo Up e Inside Out ecco un altro capolavoro, questa volta ambientato in Messico, nel giorno della festa dei defunti (Día de los muertos). La vera forza del film sta nello spessore degli argomenti che affronta e nella sua grande intensità emotiva. La fatica di vivere secondo le proprie inclinazioni, il senso di essere una famiglia, il vuoto lasciato da una persona cara. Come per gli altri film citati, la Pixar ha realizzato un’opera interessante sia per i grandi che per i piccoli, anzi, è probabile che i più piccoli non riescano a seguire pienamente questa sofisticata narrazione che tratta della vita e della morte.

Wonder – FilmOro

Si tratta sicuramente di un film natalizio, questo Wonder, che racconta come un bambino dal volto deformato per i tanti interventi chirurgici, cerchi di venir accettato dai compagni di classe. Un film per tutta a famiglia, sull’accettazione del diverso.

Vi presento Christopher Robin

Il nome che compare nel titolo è quello del figlio dell’autore dei libri su Winnie the Pooh, l’orsacchiotto di pelouche più famoso al mondo. La storia è tutt’altro che allegra e non si può considerare un family film: il racconto è venato di malinconia, i due genitori non sanno comprendere il loro figlio e la loro vita viene stravolta dal troppo successo.

Napoli velata

Non funziona questa nuova opera di Ozpetek. Si tratta di un thriller (c’è un uomo morto misteriosamente e il ricordo di una tragedia familiare) ma Ozpetek non è Hitchcock e si perde nelle troppe sottotrame. C’è una città affascinante e ricca di misteri come Napoli, ma il continuo peregrinare per i suoi angoli più suggestivi sa troppo di turistico e la veggente sdraiata con la voce roca ricorda troppo simili personaggi felliniani.  Forse, proprio come era accaduto per le opere ultime del nostro grande regista, ci sono tante suggestioni visive ma manca la coerenza di una trama.

Buona festa dell'Epifania  e buona lettura.
Un vostro aiuto per gli impegni 2018 ci sarebbe graditissimo.

La Redazione di

www.familycinematv.it