GIFTED - IL DONO DEL TALENTO

 
Titolo Originale: Gifted
Paese: USA
Anno: 2017
Regia: Marc Webb
Sceneggiatura: Tom Flynn
Produzione: FILMNATION ENTERTAINMENT, GRADE A ENTERTAINMENT
Durata: 101
Interpreti: Chris Evans, Mckenna Grace, Lindsay Duncan, Octavia Spencer, Jenny Slate

Frank Adler vive in una cittadina della Florida cercando di dare alla nipotina Mary, orfana di sua sorella, un piccolo genio della matematica, la vita più normale possibile. Quando però la maestra di scuola della ragazzina si rende conto della sua eccezionalità e la preside le offre la possibilità di entrare in un programma speciale, Frank si oppone. Non ha però fatto i conti con sua madre, Evelyn, la nonna della piccola, che, informata della cosa, inizia una battaglia legale per assumere la tutela della bambina e offrirle tutte le opportunità per sviluppare le sue doti…

Valutazioni
Valori e Disvalori 
 
Il film affronta positivamente l’arduo problema di conciliare lo sviluppo delle proprie doti con la necessità di una serena maturazione umana
Pubblico 
Tutti
Giudizio Tecnico 
 
Questo film, con un cast eccellente, affronta il tema della crescita della bambina protagonista con delicatezza e intelligenza, senza sfuggire il dramma e la sofferenza ma senza affondare in facili ricatti sentimentali

Cosa significa nutrire il talento, specie quando questo è ben al di sopra della norma? Cosa significa davvero offrire ad un bambino “le migliori opportunità” e quanto delle aspirazioni e delle paure degli adulti si riversa nel rapporto con un bambino?

Questi sono solo alcuni degli interrogativi che questo piccolo film con un cast eccellente affronta con delicatezza e intelligenza, senza sfuggire il dramma e la sofferenza ma senza affondare in facili ricatti sentimentali.

Al centro della storia c’è una bambina-prodigio, il cui straordinario talento rischia di diventare una condanna (come del resto, si intuisce, lo è stato per sua madre, morta suicida quando lei aveva solo sei mesi).

Lo zio Frank, che per badare a lei ha mollato un lavoro intellettuale non proprio promettente e si dedica alla riparazione di barche, sembra piuttosto temere che apprezzare le doti della nipote, che “nasconde” finché può, cosciente che però la ragazzina ha bisogno di contatti umani che vadano oltre quello con lui e con la gentile vicina di casa Roberta (la sempre affidabile Octavia Spencer).  Peccato che Mary, che con i numeri è un genio, faccia molto più fatica a confrontarsi con i coetanei e pure con la maestra.

L’entrata in scena di Evelyn, nonna di Mary e madre di Frank, riporta a galla traumi e segreti familiari, ma soprattutto mette a confronto due diversi modi di intendere l’educazione e il valore della persona.

Il confronto tra Frank e Evelyn finisce ben presto per trasferirsi in tribunale, ma è evidente che nessuna soluzione legale (e in particolare quella perversamente equilibrata di sottrarre la bambina a entrambi per darla a una famiglia in affido) potrà davvero sanare una ferita che va molto indietro nel tempo.

E non c’è alcun dubbio su chi si guadagni il tifo dello spettatore: Chris Evans, dismessi i panni di Captain America offre qui una convincente prova drammatica, ma va detto che anche l’aspetto da bello sciupato gioca a suo favore tanto per la maestra di Mary che per gli spettatori.

La storia, tuttavia, ha il merito di non mettere in ombra anche i limiti del metodo di Frank: lo straordinario genio matematico di Mary è un dono, qualcosa che fa parte profondamente del suo essere, e non darle l’opportunità di coltivarlo per paura che la distrugga rischia di farle male quanto i tentativi di Evelyn di trasformarla in quello che lei non è riuscita ad essere.

Gifted fa parte di quelle storie “che fanno sentire bene” che il cinema americano ha sempre coltivato con risultati discontinui, ma qualche volta, per fortuna, ci si può sentire bene senza per forza sentirsi stupidi. 

Autore: Laura Cotta Ramosino


Share |